Galateo estivo per telefonini

Nel giorno dello sciopero dei telefonini proviamo a immaginare, o meglio sognare, un'estate 2004 senza (o con pochi) cellulari.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 15-07-2004]

Il 15 luglio c'è stato lo sciopero di 2 ore dei telefonini. Alcuni lettori di Zeus News hanno commentato che quelle ore sono troppo poche: tali lettori infatti sono più radicali, vorrebbero scioperi più prolungati. Proviamo, invece, a delineare una sorta di galateo estivo per telefonini e "telefonatori".

1) Mai il telefonino in una serata romantica estiva perché, a meno che tu non lo spenga, nel migliore dei casi qualche seccatore inopportuno rovinerà l'atmosfera, nel peggiore si potrebbe scoprire quello che deve rimanere nascosto.

2) In un'ascensione in montagna non portare mai il cellulare: la mente deve rimanere sgombra per contemplare il paesaggio; inoltre il fiato serve per le camminate e la salita. Gli unici vostri interlocutori devono essere i vostri compagni. Solo un paio, autorizzati dagli altri, lo devono portare (spento) per eventuali emergenze.

3) Niente cellulare in spiaggia: è fastidioso quanto racchettoni e gavettoni, bambini frignanti e vicine pettegole, quasi quanto le moto d'acqua. Assolutamente scomodo perché non si sa dove metterlo, assolutamente da sconsigliare di seguire la moda che vorrebbe imporre Tim del cellulare dentro il tanga/boxer, per evidenti ragioni igieniche e di buongusto, a meno che non siate dei feticisti.

Il massimo è trovare uno stabilimento balneare schermato con le tecnologie israeliane che impediscono al segnale di arrivare... chissà perché in Italia non vengono esportate.

Volete mettere il fascino di essere chiamati dall'altoparlante al telefono del Bagno e far conoscere a un milione di persone che esistete e che siete a Rimini, ottimo per futuri candidati alle elezioni e meglio del Grande Fratello per diventare famosi.

4) Non portarlo all'estero: sarete reperibili ugualmente dai vostri familiari lasciando indirizzi e numero di telefono degli alberghi, del villaggio, dei campeggi. E' l'unica maniera per non farvi riconoscere ("i soliti italiani") mentre passeggerete a Trafalgar Square o vicino al Centre Pompidou.

5) Lasciatelo comunque a casa, in caso di viaggio: e' inutile che spendiate migliaia di euro per staccare la spina e cambiare aria se poi tutti, dal capo ufficio alla vicina, possono passare il tempo e sfogare la rabbia che provano per essere rimasti in città, chiamandovi per ogni fesseria e sapendo che all'estero possono farvi pagare un sacco di soldi.

6) Non portatelo con la fotocamera incorporata: vi potreste trovare con un mucchio di fotografie, che non sapete più di chi e dove, invece di trascorrere delle indimenticabili vacanze.

7) Provare degli esercizi di dieta graduale prima di partire: un giorno solo 23 ore con il telefonino, il secondo solo 22 ore e via dicendo.

8) Evitare, se proprio non ne potete fare a meno, la navigazione Gprs: non c'è niente di meglio per conoscere un Paese e i suoi abitanti, per vivere una realtà cosmopolita, che frequentare gli Internet Corner della città e della nazione che state visitando.

9) Imponetevi qualcosa di alternativo: la pagina di un libro, una decina del rosario, dieci flessioni, mezz'ora di dormita al posto di 2 chiamate o 3 Sms. Sarete più soddisfatti e resisterete.

10) Evitate tutti i Tim Tour e Vodafone Tour che affliggeranno i luoghi di vacanza estivi, sono luoghi di tentazione che vi riporteranno al vizio.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 17)

Sono d'accordo sull'oggetto, MA VERAMENTE....di quali troppe manovre parli? Pemere un pulsantino per 10 secondi? Mi pareva di avere letto sulle istruzioni che i numeri di emergenza possono essere composti anche su un telefono altrui e senza conoscere il PIN e anche con la tastiera bloccata. Ma solo il 118 o altri di emergenza.- Quelli... Leggi tutto
25-8-2009 05:33

Nicoletta
e' vero, non fa ridere, fa piangere Leggi tutto
19-7-2004 18:02

In montagna è meglio averlo con sè Leggi tutto
17-7-2004 11:58

non fa ridere
16-7-2004 20:49

Nadia
Al di là del galateo... il buon senso?? Leggi tutto
16-7-2004 17:59

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale tra queste minacce all'ambiente ritieni che sia quella da affrontare con maggiore urgenza?
La drastica riduzione della biodiversità: alcune stime ritengono che oltre cento specie ogni giorno si estinguano, compromettendo l'ecosistema in maniera irreversibile.
L'assottigliamento della fascia dell'ozono che protegge dagli ultravioletti dannosi: l'utilizzo di certi materiali (come i CFC) assottiglia lo strato di ozono mettendo in pericolo l'intero pianeta.
I cambiamenti climatici: l'aumento della temperatura causato dai gas serra può portare all'innalzamento dei mari e ad altre catastrofi, come inondazioni, siccità e tempeste.
I rifiuti tossici: dai pesticidi agli erbicidi fino alle scorie nucleari, tutti questi scarti hanno effetti dannosi sull'ambiente per molti anni dopo la loro produzione, contaminando acqua, aria e terra (e tutto quanto vi cresce).
L'impoverimento degli oceani: la pesca eccessiva ha decimato la fauna ittica, colpendo in particolare i grandi pesci predatori. A questa si aggiungono i rifiuti (specialmente in plastica) scaricati negli oceani e l'aumento dell'acidità dei mari.

Mostra i risultati (1240 voti)
Agosto 2016
WhatsApp condivide i dati dell'utente con Facebook
La realtà virtuale di Google è pronta al lancio
Android 7.0 Nougat, ecco le novità
L'NSA si lascia sfuggire armi informatiche segrete
Fuchsia, il nuovo sistema operativo di Google
Bug di Linux, a rischio un miliardo e mezzo di smartphone Android
Tutte le Volkswagen vendute dopo il 1995 si possono aprire con Arduino
10.000 titoli Amiga giocabili gratuitamente nel browser
Sì, le chiavette USB lasciate in giro come esca funzionano
Cambiare le password troppo spesso fa male alla sicurezza
I 10 siti torrent più popolari
Andate in vacanza? Usare una VPN per proteggervi può portarvi in carcere
Luglio 2016
Lo smartphone da 50 dollari di Amazon
Il simil-MacBook economico di Xiaomi
Windows 10 Anniversary Update, le novità più importanti
Tutti gli Arretrati


web metrics