Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
E' corretto utilizzare i social network in ufficio?
Sì, perché offrono numerose occasioni per migliorare la propria produttività.
Sì, perché sono strumenti validi per condividere opinioni lavorative con amici e colleghi.
Sì ma con moderazione: una pausa di cinque minuti ogni tanto allenta la tensione e migliora la produttività.
No, perché la commistione tra aspetti privati e professionali generata dall'utilizzo di questi strumenti potrebbe causare problemi sul posto di lavoro.
No, perché non è corretto scambiare opinioni relative a questioni lavorative attraverso i social media.
No, perché hanno un impatto negativo sulla produttività.
Non saprei.

Mostra i risultati (1170 voti)
Luglio 2014
La super fibra ottica è disordinata e made in Italy
Attacchi DDoS in aumento, cosa fare per difendersi
Sat-Fi trasforma lo smartphone in satellitare
Ma chi sono i terroristi?
Il ginecologo che fotografava le donne nude
L'uomo-wiki
BeppeGrillo.it e i macachi di Modena
Gli italiani telefonano di meno, è proprio crisi
Android L aumenta drasticamente la vita della batteria
Tim e Vodafone, gli avvisi diventano a pagamento
La tassa sull'equo compenso e il governo Renzi
Gmail, eliminare la posta già spedita
La Guardia di Finanza oscura DDLStorage
Mondiali di calcio in streaming su Internet
No-IP non funziona, la colpa è di Microsoft
Tutti gli Arretrati

Tim, il cliente concilia?

Sottoscritto un protocollo di intesa con le principali associazioni dei consumatori per gestire in rete le procedure di conciliazione con i clienti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-07-2004]

Telecom Italia Mobile e le maggiori associazioni italiane per la tutela dei consumatori hanno sottoscritto un protocollo di intesa sulla procedura di conciliazione online per la composizione delle controversie tra Tim e i propri clienti.

Hanno aderito le associazioni Acu, Adiconsum, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, Assoutenti, Cittadinanzattiva, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori.

Per usufruire della nuova procedura di conciliazione bisogna collegarsi al sito Tim, dove si trova un link che permette l'accesso all'area dedicata ai consumatori.

L'area è divisa in una parte pubblica e in una privata. Quella pubblica è dedicata al mondo dei consumatori e affronta problematiche e argomenti di loro interesse, mentre l'area privata è riservata alle associazioni dei consumatori che hanno sottoscritto l'accordo per la gestione delle controversie online.

I consumatori possono stampare dal sito i moduli necessari per le procedure di conciliazione e le associazioni potranno gestire per via telematica le controversie dei consumatori che si recheranno presso le loro sedi.

La procedura di conciliazione, che è gratuita, dà la possibilità di trovare, se possibile, un accordo su temi come il rimborso dell'anticipo conversazioni, la cessazione del contratto di abbonamento, i servizi a valore aggiunto, la domiciliazione bancaria delle bollette e altro ancora.

La procedura di conciliazione online partirà subito dopo l'estate, dopo un periodo di formazione per i "conciliatori" che seguiranno la risoluzione delle controversie.

Per i 4 mesi di sperimentazione la procedura sarà operativa solo nelle sedi nazionali delle associazioni, per essere poi estesa su tutto il territorio nazionale.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (0)

Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics