Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
Quale metodo utilizzi nell'apprendere un linguaggio di programmazione?
Corsi tradizionali in aula.
Internet e corsi online.
Libri e manuali.
Altro.
Non programmo.

Mostra i risultati (2000 voti)
Ottobre 2014
L'ombrello ad aria
L'invenzione italiana che rende potabile l'acqua radioattiva
Samsung sperimenta la rete mobile 5G a 7,5 Gigabit/s
SIAE, una picconata al monopolio
Il chiavistello smart a prova di scassinatore
Hai scaricato Kill Bill? Arriva la multa
Vantablack, il materiale più nero del nero
Violati i server di Yahoo e Winzip
Mac colpiti da malware
Arriva Windows 10, cosa c'è da sapere (e dove si scarica)
Windows 10, torna il menu Start
Windows 10, tutte le novità
Settembre 2014
Ecco come sarà Windows 10
Il Tar del Lazio boccia il Regolamento Agcom
ShellShock, falla critica in Linux e Mac OS X
Tutti gli Arretrati

Tim, il cliente concilia?

Sottoscritto un protocollo di intesa con le principali associazioni dei consumatori per gestire in rete le procedure di conciliazione con i clienti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-07-2004]

Telecom Italia Mobile e le maggiori associazioni italiane per la tutela dei consumatori hanno sottoscritto un protocollo di intesa sulla procedura di conciliazione online per la composizione delle controversie tra Tim e i propri clienti.

Hanno aderito le associazioni Acu, Adiconsum, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, Assoutenti, Cittadinanzattiva, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori.

Per usufruire della nuova procedura di conciliazione bisogna collegarsi al sito Tim, dove si trova un link che permette l'accesso all'area dedicata ai consumatori.

L'area è divisa in una parte pubblica e in una privata. Quella pubblica è dedicata al mondo dei consumatori e affronta problematiche e argomenti di loro interesse, mentre l'area privata è riservata alle associazioni dei consumatori che hanno sottoscritto l'accordo per la gestione delle controversie online.

I consumatori possono stampare dal sito i moduli necessari per le procedure di conciliazione e le associazioni potranno gestire per via telematica le controversie dei consumatori che si recheranno presso le loro sedi.

La procedura di conciliazione, che è gratuita, dà la possibilità di trovare, se possibile, un accordo su temi come il rimborso dell'anticipo conversazioni, la cessazione del contratto di abbonamento, i servizi a valore aggiunto, la domiciliazione bancaria delle bollette e altro ancora.

La procedura di conciliazione online partirà subito dopo l'estate, dopo un periodo di formazione per i "conciliatori" che seguiranno la risoluzione delle controversie.

Per i 4 mesi di sperimentazione la procedura sarà operativa solo nelle sedi nazionali delle associazioni, per essere poi estesa su tutto il territorio nazionale.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (0)

Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics