Il signore dei call center: Alberto Tripi

Proprietario della maggiore società italiana specializzata in Call Center ha perso la corsa alla carica di Presidente degli Industriali romani, ma forse vincerà quella per l'Elenco Telefonico,



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-08-2004]

Alberto Tripi, Presidente del Gruppo Cos, non è un nome conosciutissimo, al di fuori della cerchia degli addetti ai lavori del mondo economico italiano, eppure con la sua azienda è leader nel settore dei call center con più di diecimila dipendenti, non solo in Italia, ma anche all'estero con una consociata in Tunisia.

Alberto Tripi, oltre a essere il principale fornitore di call center completi di infrastruttura tecnologica per aziende come l'Enel e Wind, ma anche numerose Aziende Sanitarie Locali che se ne servono per i servizi di prenotazione, è entrato in società con Telecom Italia.

Ha rilevato l'80% della società Atesia, con circa tremila dipendenti, che era il braccio operativo di Telecom Italia per il telemarketing.

Per questo, probabilmente, Marco Tronchetti Provera gli ha dato i voti di Telecom Italia nell'elezione del Presidente dell'Unione Industriali di Roma che ha visto però la vittoria dell'avversario di Tripi, quel Luigi Abete, Presidente della Bnl che di Confindustria è già stato Presidente a livello nazionale.

Nonostante questo smacco, Tripi rimane il presidente di Federcomin, la superorganizzazione di Confindustria che raggruppa le associazioni dell'informatica e quelle delle telecomunicazioni (dalla Rai a Mediaset passando per Telecom e Vodafone) e Vicepresidente dell'Asstel, l'associazione delle imprese di telefonia fissa e mobile che, il prossimo anno, andrà a discutere il rinnovo del contratto delle Telco con Cgil-Cisl-Uil.

Prima di fondare la Cos Tripi è stato uno dei più importanti manager IBM a livello europeo e dimostra di essere un uomo non privo di senso della politica: basta pensare che nel Consiglio d'Amministrazione della Cos ha cooptato Sandro Bicocchi, potente direttore generale della Compagnia delle Opere, associazione di imprese vicine a Cl e grande serbatoio di manodopera giovanile.

Tripi, socio forte di Tronchetti Provera, potrebbe il prossimo anno mettere a segno un eccellente colpo: con la partenza del Maxi Elenco, quello che conterrà anche i numeri di cellulare, è facile prevedere un buon aumento delle chiamate ai servizi di informazione elenco abbonati.

Ma il 2005 è anche l'anno in cui sparirà, come ha deciso l'Authority, il servizio 12 di Telecom Italia, e ciascun abbonato dovrà essere libero di accedere a qualsiasi servizio di informazioni anche diverso da quello del suo gestore.

A questo punto Telecom Italia potrebbe trasferire l'asset della sua banca dati ma anche i circa 1.200 operatori del servizio 12/412 (di cui circa 700 telelavoristi domiciliari, cioè che lavorano da casa) a una società in cogestione con il Gruppo Cos di Tripi.

Questa società mista sarebbe anche più libera di proporsi come gestore del servizio elenco abbonati ad altre società telefoniche, diverse da Telecom Italia e Tim, oltre che disporre di maggiore flessibilità nella gestione del personale che non godrebbe più i vantaggi del contratto integrativo aziendale di Telecom Italia.

La partnership Tripi-Tronchetti Provera si rafforzerebbe e, davvero, Tripi diventerebbe il signore dei call center in Italia.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il tuo approccio nei confronti del navigatore satellitare?
Mi affido al navigatore solo in caso di necessità.
Sono diffidente e non mi baso totalmente sulle indicazioni del dispositivo.
Non mi metto al volante prima di aver acceso il magico schermo.
Non ne ho mai avuto uno.
Preferisco fermarmi a chiedere informazioni ai passanti.
Non mi interessano le indicazioni: in fondo a volte è bello anche basarmi sul mio istinto e nel caso sbagliare strada.

Mostra i risultati (2710 voti)
Agosto 2017
Motorola brevetta lo schermo che si ripara da solo
Accesso a reti Wi-Fi
I sospetti della FDA sull'hamburger vegano
Password, abbiamo sbagliato tutto: usare numeri, maiuscole e caratteri speciali non serve
Arrestato l'hacker che fermò WannaCry
Il file sharing monouso di Mozilla
Antibufala: ''robot di Facebook'' che parlano fra loro una lingua sconosciuta
Video: perché questo uccellino sta a mezz'aria con le ali ferme?
Fondatore di Tor: il Dark Web non esiste
Luglio 2017
Windows 10, Creators Update per tutti
L'antivirus gratuito di Kaspersky
Adobe annuncia la morte di Flash
In arrivo Play Protect, ''antivirus'' di Google per Android
Come violare Facebook con un vecchio numero di telefono
La Camera approva data retention a 6 anni, infilato in emendamento su sicurezza ascensori
Tutti gli Arretrati


web metrics