Per spiare basta un Sms

Un telefonino con fotocamera, un Sms e naturalmente il software "Io ti posso vedere".



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 24-04-2006]

spia

Da quando le connessioni always-on sono diventate popolari, stanno conoscendo una certa diffusione i sistemi di videosorveglianza basati su un Pc e una webcam, controllabili da remoto via Internet. Un sistema decisamente più portatile, che potrebbe aprire la porta ai più disparati utilizzi, leciti e illeciti, richiede invece soltanto un telefonino dotato di fotocamera e un software-spia.

Il concetto è semplice: si installa il software sul telefonino e lo si posiziona in un punto strategico, con la camera puntata verso la zona che si desidera riprendere. Al momento opportuno, basterà inviare un Sms contenente il comando appropriato per richiedere l'invio di una foto, di un filmato o di una registrazione audio: il telefonino obbedirà e spedirà il video, la foto o la registrazione con un Mms al richiedente.

Il software costa una quarantina di sterline, circa 60 euro, e si chiama iCamCU: notate il gioco di parole in inglese con "I can see you" (io ti posso vedere). L'applicazione può essere installata su numerosi telefonini con Symbian: per lo più sui Nokia 66xx, ma anche sul più economico 3230 o su alcuni Samsung e Panasonic. La qualità delle foto o dei filmati può essere impostata da menu. Naturalmente è anche possibile decidere da quali numeri di telefono sia possibile impartire comandi via Sms.

E' interessante la presenza di una modalità di funzionamento nascosta (Hide), che consente a iCamCU di operare in background, senza inficiare la durata della batteria del telefonino. La motivazione ufficiale della presenza di questa funzione è "per poter utilizzare altre applicazioni" ma l'effetto collaterale di non destare sospetti è probabilmente la causa principale.

Gli utilizzi del software sono potenzialmente numerosi, non tutti eticamente corretti. Nell'immagine allegata a questo articolo ne trovate un paio, suggeriti dal sito ufficiale di iCamCU, che tuttavia sono manifestatamente illegali: applicazioni simili violano la legge sulla privacy, lo statuto dei lavoratori e via dicendo. Meglio limitarsi a controllare che il pupo nell'altra stanza stia bene (ma c'è bisogno di un sistema come questo?) o a cogliere sul fatto il cane mentre spazzola gli avanzi lasciati sulla tavola - ammesso che rimproverarlo a posteriori serva a qualcosa.

Alcuni siti ipotizzano la possibilità (anch'essa illecita, naturalmente) di installare il software su un telefonino altrui, per trasformarlo in videocamera nascosta all'insaputa del proprietario, magari attivando la modalità nascosta. Bisognerebbe comunque avere accesso al telefonino e poi naturalmente sperare che questo venga lasciato dal proprietario con la fotocamera rivolta verso qualcosa di interessante: è una possibilità piuttosto remota, se consideriamo che solitamente le fotocamere sono solitamente posizionate sul retro del telefonino, nella parte che appoggia. Ma se vi imbattete in un telefonino appoggiato su un fianco, iniziate a sospettare...

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 11)


{marco lavezza}
spiare un cellulare con mobile spy: link
21-12-2011 10:29

Nessun problema. Anzi le discussioni (pacate e costruttive) sono il fondamento dei forum. Tornando più on-topic e applicando le condieraizoni etiche al caso dei "cellulari spioni", vi è ben poca possibilità di condannarli del utto. Potrebbero essere usati per funzioni più che legittime: controllare casa propria, un proprio... Leggi tutto
26-4-2006 14:51

qualche esempio di alternativa? Leggi tutto
25-4-2006 08:26

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
Sondaggio
Fidanzati sospettosi o inguaribili diffidenti, qual è la vostra arma preferita tra quelle che Facebook mette a disposizione di voi gelosoni per controllare il vostro partner?
I cuoricini in bacheca: un segno per far sentire sempre e dovunque la propria presenza, nonché un espediente per marcare il territorio del partner.
L'applicazione "Chi ti segue di più?": bisogna convincere il partner a usare questa applicazione (apparentemente innocua) per scovare eventuali vittime da annotare sulla propria black list.
Facebook Places: permette di taggare compulsivamente il partner e rendere noto al mondo intero il fatto che lei e il suo lui si trovano sempre insieme.
L'auto tag nelle foto: indispensabile strumento per essere certi di ricevere notifiche qualora un'altra persona osasse commentare o piazzare "Mi piace" alle foto del/della partner.
I commenti minatori: il simpatico approccio ossessivo-compulsivo verso chi tagga il partner o ne invade la bacheca. Di solito consiste in un discreto: "Che bello il MIO amore!"
Il profilo Facebook in comune: un unico profilo scoraggia anche il più audace dei rivali dal tentare un approccio.
La password nota al partner: Della serie: "Amore, se non mi nascondi niente allora posso avere la tua password?". Nessun messaggio di posta, commento o notifica è al sicuro.
Il tasto "Rimuovi dagli amici": una volta in possesso della password del partner, qualsiasi rivale dalla foto profilo provocante o la cui identità è sconosciuta verrà subito rimosso dagli amici.
La trappola: spacciandosi per il partner (password nota), si inizia a contattare i presunti rivali e testare le loro intenzioni con domande e allusioni per far cadere in trappola anche i più astuti.
Il Mi piace minatorio: post, foto, tag, nuove amicizie sono regolarmente marchiati da un Mi piace del partner. Dietro una parvenza di apprezzamento, dimostrano quanto in realtà NON piaccia l'elemento.

Mostra i risultati (342 voti)
Maggio 2016
Ragioni per usare la modalità aereo quando non sei in aereo
Il ''Service Pack 2'' di Windows 7
TeslaCrypt, arriva la chiave di sblocco universale
Red Ronnie e la Sindrome delle Due Campane
CryptXXX torna a colpire e non c'è antidoto che tenga
Metroweb, Enel e Telecom: come ricomprare ciò che era tuo
CEO di BioViva si inietta virus e si allunga vita di 20 anni
Tre pianeti simili alla Terra distanti pochi anni luce da noi
Lo smartphone economico dell'ex CEO di Apple
Aprile 2016
Badlock, la minaccia è reale: a rischio tutti i Windows e i Linux
L'asciugamani ad aria è un ricettacolo di virus
6 funzionalità interessanti di Android N
Il successo degli ''inculators''
La fibra di Enel sfida Telecom Italia
Arrestati al cinema perché registravano l'audio
Tutti gli Arretrati


web metrics