Sondaggio
La discriminazione è più difficile da vedere rispetto al passato, ma c'è sempre. Quale di queste affermazioni ti senti di condividere maggiormente?
Le donne spesso sono additate come più pettegole degli uomini e ritenute meno simpatiche.
Le donne hanno più difficoltà degli uomini a ricevere il giusto credito quando partecipano a progetti di gruppo.
Le donne sono giudicate più severamente degli uomini per il loro aspetto.
Le donne in genere ricevono delle proposte economiche più basse degli uomini, a parità di posizione.
Le donne sono ritenute non qualificate fino a quando non hanno dato prova di esserlo, agli uomini accade meno spesso.
Le donne vengono promosse in base ai risultati, gli uomini (anche) in base al potenziale.
Le donne spesso non vengono invitate tanto quanto gli uomini a eventi di socializzazione come le uscite al pub o a vedere le partite.

Mostra i risultati (527 voti)
Aprile 2015
La falla in iOS che rende inutilizzabili iPhone e iPad
Nuove tariffe, Agcom chiede più trasparenza a Telecom Italia
Eliminare le funzionalità di Windows indesiderate
Auto senza chiave troppo facili da aprire
La guida alla banda larga Comune per Comune
È un treno? È un aeroplano? No, è Horizon
Il browser per navigare su piattaforma distribuita
La batteria prossima ventura
Carcerato manda via mail un falso ordine di scarcerazione
Modificare la schermata di login
Poteva cancellare tutti i video di Youtube e non l'ha fatto
WhatsApp, le chiamate vocali sono realtà
Marzo 2015
Decreto antiterrorismo, evitato il trojan di Stato (per ora)
Come riutilizzare uno smartphone
Attenzione a Whatsappchiamate
Tutti gli Arretrati

Il primo virus per OpenOffice

I ricercatori del Kaspersky Lab hanno individuato il primo macro virus scritto per la nota suite open source.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 01-06-2006]

Foto di Bruno Neves
Foto di Bruno Neves

Secondo Viruslist.com, sito gestito dall'azienda produttrice di antivirus Kasperky, ci troviamo di fronte al primo virus per OpenOffice e StarOffice, battezzato Virus.StarOffice.Stardust.a.

Tecnicamente si tratta di un macro virus: è scritto in Star Basic e programmato per scaricare da Internet un'immagine "per adulti" che successivamente apre in un nuovo documento; può infettare i documenti .sxw e i modelli .stw creati con Writer, il word processor di StarOffice e OpenOffice; a breve dovrebbero essere disponibili ulteriori informazioni.

Il virus è, per ora, soltanto quello che si definisce un "proof-of-concept"; è cioè la dimostrazione che scrivere virus per OpenOffice è possibile, per quanto finora non sia mai stato fatto: il bersaglio preferito, infatti, è sempre stato Microsoft Office. Stardust non è ancora il protagonista di un attacco, e forse non lo sarà mai.

Che utilità può avere quindi per l'utente conoscerne l'esistenza, oltre alla semplice curiosità? Può servire a ricordare che, non esistendo un programma inattaccabile, è dall'utente stesso che la sicurezza dipende.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)


franz
graz ;) p.s. daccordo sugno Leggi tutto
5-6-2006 21:12


Gateo
F.U.D. Leggi tutto
5-6-2006 15:39


franz
io chiedevo cosa intendesse per "mafiasoft" Leggi tutto
3-6-2006 19:46

giberg
In pratica è stata scoperta l'acqua calda. Leggi tutto
3-6-2006 19:09


franz
perdona la mia limitatezza Leggi tutto
2-6-2006 20:15


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics