Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
Quando guidi in cittā, chi non vorresti incontrare nel traffico?
La Scuola Guida
Il neopatentato
La donna che si trucca in coda
Il manager che legge un quotidiano in coda
L'imbranata: parte in terza e si spegne il motore
L'avvoltoio dei parcheggi: continua a girare fino trovarne uno
La mamma con il SUV davanti alla scuola
L'indeciso sulla strada da prendere
Il vecchio col cappello
Il camion della nettezza urbana

Mostra i risultati (894 voti)
Luglio 2014
Mega oscurato in Italia, ecco come accedere
La super fibra ottica è disordinata e made in Italy
Attacchi DDoS in aumento, cosa fare per difendersi
Sat-Fi trasforma lo smartphone in satellitare
Ma chi sono i terroristi?
Il ginecologo che fotografava le donne nude
L'uomo-wiki
BeppeGrillo.it e i macachi di Modena
Gli italiani telefonano di meno, è proprio crisi
Android L aumenta drasticamente la vita della batteria
Tim e Vodafone, gli avvisi diventano a pagamento
La tassa sull'equo compenso e il governo Renzi
Gmail, eliminare la posta già spedita
La Guardia di Finanza oscura DDLStorage
Mondiali di calcio in streaming su Internet
Tutti gli Arretrati

Il primo virus per OpenOffice

I ricercatori del Kaspersky Lab hanno individuato il primo macro virus scritto per la nota suite open source.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 01-06-2006]

Foto di Bruno Neves
Foto di Bruno Neves

Secondo Viruslist.com, sito gestito dall'azienda produttrice di antivirus Kasperky, ci troviamo di fronte al primo virus per OpenOffice e StarOffice, battezzato Virus.StarOffice.Stardust.a.

Tecnicamente si tratta di un macro virus: è scritto in Star Basic e programmato per scaricare da Internet un'immagine "per adulti" che successivamente apre in un nuovo documento; può infettare i documenti .sxw e i modelli .stw creati con Writer, il word processor di StarOffice e OpenOffice; a breve dovrebbero essere disponibili ulteriori informazioni.

Il virus è, per ora, soltanto quello che si definisce un "proof-of-concept"; è cioè la dimostrazione che scrivere virus per OpenOffice è possibile, per quanto finora non sia mai stato fatto: il bersaglio preferito, infatti, è sempre stato Microsoft Office. Stardust non è ancora il protagonista di un attacco, e forse non lo sarà mai.

Che utilità può avere quindi per l'utente conoscerne l'esistenza, oltre alla semplice curiosità? Può servire a ricordare che, non esistendo un programma inattaccabile, è dall'utente stesso che la sicurezza dipende.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (7)


franz
graz ;) p.s. daccordo sugno Leggi tutto
5-6-2006 21:12


Gateo
F.U.D. Leggi tutto
5-6-2006 15:39


franz
io chiedevo cosa intendesse per "mafiasoft" Leggi tutto
3-6-2006 19:46

giberg
In pratica č stata scoperta l'acqua calda. Leggi tutto
3-6-2006 19:09


franz
perdona la mia limitatezza Leggi tutto
2-6-2006 20:15


Typhoon90
mafiasoft Leggi tutto
2-6-2006 19:00


franz
La risposta Ufficiale di OOo (in Inglese) Leggi tutto
2-6-2006 17:23

Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics