Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.


Microsoft: Windows 7 uscirà nel 2010

L'anno di uscita della prossima versione di Windows è stato confermato mentre l'Antitrust americano la sta già valutando.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-03-2008]

Microsoft conferma che Windows 7 uscirÓ nel 2010
Il desktop di una versione preliminare di Windows 7

Nonostante sembrasse che Microsoft volesse anticipare i tempi, Windows 7 uscirà nel 2010 come previsto. La data esatta non è stata ancora fissata: lo sarà quando saranno raggiunti gli standard di qualità, dicono a Redmond.

Una delle fonti di confusione sulla data di rilascio era stata la stessa azienda: aveva detto che sarebbero passati tre anni prima dell'introduzione della nuova versione. Solo che si era dimenticata di specificare da quando bisognava iniziare a contare.

Ora, invece, l'equivoco è stato chiarito: si conta a partire dalla data di rilascio al pubblico, cioè il 30 gennaio 2007, e non da quella del rilascio agli utenti business, avvenuto nel novembre del 2006.

Intanto una versione preliminare di Windows 7 è stata consegnata all'antitrust americano affinché venga valutata e Microsoft possa arrivare a vendere la release definitiva senza incappare in sanzioni.

Uno dei punti che potrebbero essere controversi, infatti, è l'integrazione del nuovo sistema operativo con i servizi Live offerti da Microsoft, che al momento del lancio di Windows 7 avranno raggiunto la versione denominata Windows Live Wave 3.

Un'unione spinta tra sistema e servizi online potrebbe far alzare più di un sopracciglio in seno alle varie commissioni antitrust: Microsoft, pertanto, preferisce tutelarsi per tempo e non trovarsi a dover pagare cifre astronomiche.

Lo sviluppo, a ogni modo, procede: la Milestone 1, rilasciata in gennaio, scadrà in marzo; tra aprile e maggio dovrebbe dunque venire rilasciata la Milestone 2, sulla quale Microsoft, però, non ha ancora detto nulla.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita, di abbonarti al Feed RSS, di seguirci su Twitter o di visitare la nostra pagina su Facebook. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (2)


al_pacino
dicerie.... linka quello che affermi aspetto con fiducia il 7 , visto l'enorme orrore indotto da Vista in tutti gli utenti.. fino al 2010 si puo tirare a campare con XP, nn ci sono problemi
21-3-2008 14:23

{pippolo}
non dovrebbe uscire mai Leggi tutto
18-3-2008 23:42

Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
Sondaggio
Come vedi il futuro dell'umanitÓ, in ambito scientifico?
Il futuro Ŕ nella condivisione delle conoscenze. L'arroganza delle multinazionali nei confronti della proprietÓ intellettuale Ŕ solo il canto del cigno: infatti grazie alle tecnologie il sapere non potrÓ pi¨ essere detenuto da pochi potenti.
Per tutelare ricerche che richiedono investimenti cospicui, la proprietÓ intellettuale Ŕ uno strumento equo e ragionevole. Lo strapotere attuale della grande industria va solo limitato nel tempo ed emendato dagli aspetti pi¨ truci.
Lo scenario pi¨ probabile Ŕ un doppio binario tra scienza proprietaria e open source. La prima coprirÓ i settori che richiedono investimenti a lungo termine, la seconda quelli in cui la cooperazione raggiunge i risultati migliori.
Il potere si concentra dove c'Ŕ il denaro. Volenti, o nolenti, i big dell'economia mondiale si accaparreranno tutte le fonti di conoscenza, e sapranno farle fruttare a dovere, per il bene dell'umanitÓ.

Mostra i risultati (686 voti)
Aprile 2014
Autostrade intelligenti per guidare di notte senza fari
2015, tutti gli smartphone avranno l'antifurto
10 case stampate 3D in 24 ore
Come cifrare e autenticare la mail
Amazon, il progetto droni è reale
L'iWatch arriva a settembre con l'iPhone 6
Come difendersi da Heartbleed
La nave che va ad acqua di mare
Windows XP, fine di un'era
Hacker di 5 anni viola la Xbox One
Windows 8, Microsoft uccide le piastrelle
Il bus che offre 400 euro a chi si spoglia
Dal 1 aprile si pagano le commissioni sulla benzina
Apple brevetta l'SMS anti-urto
Tredicenne costruisce reattore nucleare nel garage di casa
Tutti gli Arretrati

web metrics