Sondaggio
Come vedi il futuro dell'umanità, in ambito scientifico?
Il futuro è nella condivisione delle conoscenze. L'arroganza delle multinazionali nei confronti della proprietà intellettuale è solo il canto del cigno: infatti grazie alle tecnologie il sapere non potrà più essere detenuto da pochi potenti.
Per tutelare ricerche che richiedono investimenti cospicui, la proprietà intellettuale è uno strumento equo e ragionevole. Lo strapotere attuale della grande industria va solo limitato nel tempo ed emendato dagli aspetti più truci.
Lo scenario più probabile è un doppio binario tra scienza proprietaria e open source. La prima coprirà i settori che richiedono investimenti a lungo termine, la seconda quelli in cui la cooperazione raggiunge i risultati migliori.
Il potere si concentra dove c'è il denaro. Volenti, o nolenti, i big dell'economia mondiale si accaparreranno tutte le fonti di conoscenza, e sapranno farle fruttare a dovere, per il bene dell'umanità.

Mostra i risultati (828 voti)
Gennaio 2015
Google: Gli utenti dei vecchi Android si arrangino
Se la prof invia un selfie sexy agli studenti
Windows 10 è gratis per gli utenti di Windows 7 e 8
Antibufala: SismAlarm
Quei cellulari cinesi preinfettati in fabbrica
Bandire WhatsApp
Oltre 2.000 giochi per DOS disponibili gratis nel browser
Nasa, scoperti otto nuovi fratelli della Terra
Ventiduenne svela il trucco per trovare voli sottocosto
iPad da 12 pollici, spuntano le prime foto
Addio Internet Explorer, arriva Spartan
Dicembre 2014
Per rubare le impronte digitali basta una foto
Nuovo blackout Wind (risolto), utenti senza Internet e telefono
Agcom: ''Contratti di telefonia siano sempre in forma scritta''
Uomo entra in Facebook. Sul computer della casa che sta svaligiando
Tutti gli Arretrati

La falsa telefonata di Berlusconi a Confalonieri imbarazza l'informazione

Quando un post di un blog è pubblicato con intenti satirici ma viene scambiato per una notizia reale, la colpa non è dell'autore del post ma di chi non fa i dovuti controlli.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 08-07-2008]

La falsa intercettazione Berlusconi - Confalonieri
Foto di George Wada

Le reazioni sono state tutte scandalizzate: da Dagospia, il primo a cascarci in pieno e che ora definisce il pezzo "di cattivo gusto", a Fedele Confalonieri che minaccia azioni legali per chiunque ne pubblichi soltanto un pezzettino e, naturalmente, per l'autore.

L'oggetto del contendere è l'ormai famosa falsa intercettazione di una chiamata tra Silvio Berlusconi e Fedele Confalonieri pubblicata dal sito La privata repubblica, attualmente irraggiungibile e dal quale, comunque, il post incriminato è già stato rimosso.

Al di là del contenuto, interessante ma forse anche prevedibile è il meccanismo che ha portato a gonfiare quello che semplicemente voleva essere - nelle intenzioni del suo autore - un pezzo satirico: dapprima il sito Dagospia ha parlato di una misteriosa nuova intercettazione, ma senza citare la fonte. Poi le agenzie hanno ripreso la notizia, le fonti di informazioni tradizionali ci sono cascate e il domino si è avviato.

Nessuno, intanto, è andato a indagare un pochino oltre la superficie circa l'origine di questa presunto scoop e il sito che lo ospitava finché la cosa non ha assunto dimensioni spropositate. Altrimenti, infatti, qualcuno si sarebbe accorto del carattere parodistico del post o, almeno, avrebbe potuto leggere l'introduzione in cui l'autore faceva capire che si trattava soltanto di un lavoro di fantasia.

Ora tutti, a partire dai primi che hanno abboccato, parlano di cattivo gusto e si vantano della propria superiorità morale etichettando l'esercizio del ventiduenne padovano come "degenerazione mediatica" che, "in mancanza dei fatti reali, preferisce buttarsi sui reality".

Ma l'uso di parole accusatorie per coprire la propria mancanza di serietà (perché sarebbe bastato un "vabbé, pensavamo che fosse una notizia vera, scusate" invece di far ricadere tutta la colpa sul giovane blogger e chiamarsi fuori a giudicare la degenerazione altrui), d'altra parte, è solo un tentativo patetico che può ingannare ben poca gente.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (2)

machenoia
Non so cosa ha detto il Bossi ma piacerebbe saperlo, se te o altri volete riportarlo... credo che almeno per questo non ci dovrebero essere rischi 8-) Cmq commentando la notizia devo dire che a me, essendo preso dai miei problemi, era proprio sfuggita e se adesso ne sono venuto a conoscenza e' proprio grazie alla reazione avuta dagli... Leggi tutto
9-7-2008 01:11

{M.C.}
D'accordissimo Leggi tutto
8-7-2008 18:40


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics