Sondaggio
L'app che permette di noleggiare un'autovettura direttamente dallo smartphone è molto contestata dai tassisti.
Non è necessario introdurre nuove regole per l'app. I tassisti hanno torto, perché il mondo si evolve ma loro ragionano come se Internet non esistesse, difendendo ciecamente la loro casta (che ha goduto di fin troppi privilegi negli ultimi anni).
I tassisti dovranno adeguarsi e mandare giù il boccone amaro, anche se un minimo di regolamentazione per l'app è necessaria.
L'app non va vietata del tutto, ma va limitata in modo pesante così da poter salvaguardare le esigenze dei tassisti.
L'app va completamente vietata: i tassisti hanno ragione a protestare, perché Uber minaccia il loro lavoro e viola leggi e regolamenti.
Non saprei.

Mostra i risultati (1079 voti)
Marzo 2015
Decreto antiterrorismo, evitato il trojan di Stato (per ora)
Come riutilizzare uno smartphone
L'auto che evita di prendere multe per eccesso di velocità
Windows 10 sarà gratis anche per i pirati
Microsoft manda in pensione Internet Explorer dopo 20 anni
La chiavetta Usb che ti frigge il Pc
La falla FREAK è risolta
Chi ha inventato la correzione automatica?
Non ridete: i colori di quel vestito virale sono una cosa seria
Spostare la barra delle applicazioni, registrare ciò che avviene sul desktop
L'Europa vuole Internet a due velocità
Nerdcensione: Cinquanta Sfumature di Grigio
Febbraio 2015
Eliminare i file superflui, aprire il prompt ovunque e limitare l'UAC
WhatsApp, arrivano le chiamate vocali
Lenovo ha preinstallato malware sui suoi PC
Tutti gli Arretrati

Dallo scareware al keylogging e al siphoning

A dicembre si è registrata un'ondata di crescita delle attività di keylogging e di trojan destinati ai giochi online. Crescono i tassi di spam dopo McColo, con "il pacchetto UPS impossibile da consegnare".



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 19-01-2009]

trojan malware mccolo dicembre

Nel mese di dicembre il team di ricerca di Fortinet ha registrato un'impennata significativa nell'attività di due trojan destinati ai giochi e alle operazioni di banking online, oltre a una crescita significativa dello spam globale.

In particolare è stata osservata una rapida ascesa delle attività del trojan di banking / keylogging W32/Zbot.GXN!tr.spy. Il trojan ha sferrato un attacco durato quattro giorni (dal 25 al 28 novembre scorsi), presumibilmente per sottrarre informazioni relative a operazioni di banking o carte di credito. L'altro malware osservato è Spy/OnLineGames, che attacca i giochi online, continuando il trend evidenziato già da mesi.

In questo periodo le attività sono passate da tattiche messe in atto mediante scareware (tecniche per incutere ansia e timore al fine di indurre l'utente ad acquistare prodotti per risolvere finti problemi) al keylogging (cattura dei tasti premuti sulla tastiera) e alla sottrazione (siphoning) di informazioni.

Inoltre, i tassi di spam globali sono saliti di circa l'11% rispetto al mese di novembre, a seguito della ripresa di attività degli spammer dopo l'oscuramento di McColo.

Le botnet (reti di computer infetti) che diffondono spam hanno infatti impiegato circa un mese per riprendersi dopo l'oscuramento di McColo, dimostrando un costante aumento. Sfruttando le festività e la difficile situazione economica, gli argomenti di spam più diffusi sono stati una e-card, la notifica di un pacchetto UPS impossibile da consegnare e uno schema per modificare i mutui sulla casa.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (2)

gennaroNA
non sono d'accordo sul il pacchetto UPS!!! a me è sempre arrivato in orario e nel giorno prefissato invece ho avuto problemi seri con TNT TRACO ciao buona giornata
25-2-2009 14:40


mdweb
Il consiglio di solito è sempre quello di diffidare di questi servizi on-line.
20-1-2009 20:36


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics