Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Scrivi alla Redazione
La presente form è riservata al dialogo tra i lettori e la redazione di Zeus News. Nei limiti del tempo disponibile risponderemo a tutti i lettori; le lettere più interessanti potranno essere pubblicate sul forum di Zeus News, salvo diversa ed esplicita indicazione da parte dello scrivente.

Se vuoi inviare comunicati stampa alla redazione in via continuativa o inviarci degli allegati, compila il modulo qui sotto con i tuoi dati: ti invieremo le istruzioni per comunicare con noi via email senza incappare nel filtro antispam.

Per fornire un suggerimento o segnalare un problema riguardante il sito, scrivi al nostro staff tecnico; per comunicare con la direzione, compila questo modulo. Grazie.

Immetti il subject
della mail:
Immetti il tuo nome:
Immetti il tuo
indirizzo email:
Immetti il testo
della mail:
  

Risponderemo ai messaggi più interessanti nel forum La posta di Zeus oppure sulla newsletter.

Sondaggio
Quale tra queste tecniche diffusamente utilizzate dagli hacker ti sembra la più pericolosa?
1. Violazione di password deboli: l'80% dei cyberattacchi si basa sulla scelta, da parte dei bersagli, di password deboli, non conformi alle indicazioni per scegliere una password robusta.
2. Attacchi di malware: un link accattivante, una chiave USB infetta, un'applicazione (anche per smartphone) che non è ciò che sembra: sono tutti sistemi che possono installare malware nei PC.
3. Email di phishing: sembrano messaggi provenienti da fonti ufficiali o personali ma i link contenuti portano a siti infetti.
4. Il social engineering è causa del 29% delle violazioni di sicurezza, con perdite per ogni attacco che vanno dai 25.000 ai 100.000 dollari e la sottrazione di dati.
5. Ransomware: quei programmi che "tengono in ostaggio" i dati dell'utente o un sito web finché questi non paga una somma per sbloccarli.

Mostra i risultati (2145 voti)
Leggi i commenti (7)
Gennaio 2020
Cooler Master: addio siringhe, ma la pasta termica non è una droga
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Apple al lavoro sull'iPhone satellitare
Il water inclinato che impedisce ai dipendenti di stare troppo in bagno
Se i poliziotti vendono nel dark web l'accesso alle telecamere di sicurezza
Il preservativo per i dispositivi USB
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Il malware fileless che attacca i Mac
Il software per ricevere gli update di Windows 7 senza pagare
Tutti gli Arretrati

web metrics