I videogiochi portatili Lcd degli anni '80 tornano in vita nel browser



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 21-03-2018]

handheld collection

Il periodo compresso grosso modo tra gli anni '70 e gli anni '90, prima che Nintendo cambiasse il panorama dei videogiochi portatili con il Game Boy, fu quello di massima popolarità per una specie particolare di videogame "da viaggio", come quelli della linea Game & Watch (sempre di Nintendo). L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Qual è il tuo principale strumento di gioco?
Il Pc
Il notebook
Il tablet
Il telefonino
La console di casa
La console portatile
Giochi tradizionali (da tavolo, di ruolo, di carte ecc.)
Giochi sul web

Mostra i risultati (1971 voti)
Leggi i commenti (5)
Si trattava di apparecchi generalmente poco costosi, con schermo Lcd e semplici giochi elettronici, generalmente indicati con l'espressione inglese hand-held, in quanto - a differenza delle console casalinghe, che dovevano essere collegati al televisore - si potevano tenere in mano.

Gli schermi non avevano una definizione in pixel; essi potevano invece rappresentare soltanto alcune specifiche figure in determinate posizioni fisse. Anche l'audio era estremamente limitato.

Ora tutti questi giochi rivivono nel web grazie agli sforzi dell'Internet Archive, che ha lanciato una sezione loro dedicata: la Handheld History Collection.

Come già capitato per le altre piattaforme rese disponibili in passato dall'Internet Archive, i giochi sono utilizzabili direttamente dal browser grazie a un emulatore realizzato dal team di Mame.

Insieme ai giochi, spesso c'è anche il manuale originale reso disponibile in formato elettronico.

Ogni dettaglio su come tutto ciò sia stato reso possibile - non creando nuove versioni di questi classici ma emulando i circuiti elettronici originali - è raccontato nel post sul blog ufficiale.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
GifCities, la raccolta delle Gif animate anni '90
10.000 titoli Amiga giocabili gratuitamente nel browser
1500 vecchie app per Windows 3.1 emulate nel browser, gratis
Oltre 2.000 giochi per DOS disponibili gratis nel browser
900 giochi arcade nel browser disponibili gratuitamente
Tre milioni di libri su Internet Archive
The Internet Archive raggiunge i 4,5 petabyte

Commenti all'articolo (1)

Ne ho provati alcuni per curiosità ma mi è sembrato che la giocabilità sia piuttosto scarsa, è una mia impressione o è capitato anche ad altri?
25-3-2018 11:27

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Sei favorevole all'utilizzo dei tablet al posto dei libri di scuola?
Sì. L'iPad con i libri multimediali è una figata.
No. È una spesa in più a carico delle famiglie.
Sì. Salviamo gli alberi e inquiniamo con l'e-garbage.
No. I tablet hanno un'obsolescenza tecnologica che galoppa: dopo cinque anni, usati tutti i giorni, sarebbero completamente da buttare.
Sì. Cambia la forma ma non la sostanza e la qualità dell'insegnamento.
No. Gli studenti non imparerebbero più a prendere appunti su carta, a scrivere e a fare i conti a mente.
Sì, ma dalle scuole medie in avanti: alle elementari un bambino dovrebbe imparare a leggere su libri veri. Dovrebbe imparare a consultare l'indice in fondo al libro e a cercare dei documenti in una biblioteca vera e organizzarli, non a fare copia e incolla da internet.
No. Gli stessi docenti, in molti casi, non avrebbero la più pallida idea di come utilizzarli. Per non parlare del Ministero che dovrebbe decidere quali programmi si devono o non si devono usare.

Mostra i risultati (2011 voti)
Settembre 2018
Il fallimento di Windows Store: un documento interno ne rivela la portata
Corruzione in Amazon: dipendenti pagati per cancellare le recensioni negative
Copyright, il sito di sottotitoli ITASA costretto a gettare la spugna
Windows 10 deciderà in autonomia quali file tenere e quali cancellare
L'Europarlamento approva la riforma del diritto d'autore, il web teme la censura
Falla 0-day in Windows, i cybercriminali hanno iniziato gli attacchi
Volete tenere Windows 7? Il prezzo continuerà a crescere
Tor Browser 8.0, più facile da usare e più abile nell'aggirare la censura
Salvati dallo smartwatch: il monitoraggio della salute ha già salvato la vita a due uomini
iPhone XS e Apple Watch Serie 4, le prime foto trapelate in rete
Falla 0-day in Windows, ecco la correzione. Ma non proviene da Microsoft
Agosto 2018
Falla 0-day in Windows 10 consente di ottenere il controllo sul Pc
Tagliato fuori da Galileo, il Regno Unito si costruirà un proprio GPS
Black Hat 2018, svelata vulnerabilità imbarazzante
Windows 10 nasconde una versione "Universale" di Esplora File. Ecco come attivarla
Tutti gli Arretrati


web metrics