Opera mobile, le schermate di accettazione cookie GDPR sono un ricordo

Le fastidiose finestre e pop-up per ottemperare alla normativa europea possono essere bypassate, anche su smartphone.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 09-11-2018]

opera android gdpr

L'introduzione del GDPR - la Direttiva Europea sulla protezione dei dati personali - nella scorsa primavera ha causato un'esplosione di finestre di dialogo, finestrelle, pop-up e simili che corrono incontro all'utente ogni volta che questi visita un sito.

Il fenomeno è particolarmente fastidioso quando si naviga dallo smartphone o dal tablet, e per facilitare la vita agli utenti Opera ha deciso di introdurre, nell'ultima versione per Android, una funzione che blocca questo tipo di interazione. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Qual è la cosa più importante per te in un sito Internet?
Estetica
Interattività
Contenuti
Usabilità
Gratuità

Mostra i risultati (2523 voti)
Leggi i commenti (10)
Il funzionamento è semplice: attivando la funzione relativa l'utente dà il permesso al browser di comunicare sempre e comunque l'assenso alla ricezione dei cookie e l'accettazione delle policy relative alla privacy.

Il sistema si basa su una procedura di rilevamento tramite CSS e Javascript, e non è detto che riesca a intercettare proprio tutte le finestre di dialogo.

cookie blocker

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (3)

Concordo con l'analisi di @zero, chi utilizza un sistema del genera fornisce in maniera preventiva e consapevole l'autorizzazione a fornire il consenso, tale funzione non è attivata di default da Opera. Unico dubbio: si spera che la funzione sia effettivamente molto robusta altrimenti potrebbe essere utilizzata anche - tramite un... Leggi tutto
10-11-2018 12:07

Sono daccordo con te. Ma le multe sono previste alle aziende che non si adeguano al GDPR. Nessuno vieta all'utente di automatizzare la risposta, anziche' farlo manualmente. Nel momento in cui attivi l'opzione del browser, di fatto, hai dato il tuo consenso a tutti, poi il software esegue il tuo ordine. PS: comunque i (fastidiosi e... Leggi tutto
10-11-2018 09:46

{cricco}
Come tutte le cose previste dai buropatici (e l'europa è diventata una associazione di buropatici), la norma diventa fine a se stessa, prvocando solo fastidio, ostacolando le persone e perdendo la sua utilità, cioè quello che le persone normali chiamano "lo spirito della norma". Un plauso a Opera,... Leggi tutto
8-11-2018 14:24

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il risultato corretto di 6/2(1+2) ?
1
9

Mostra i risultati (3341 voti)
Novembre 2018
Sai che cos'è il phishing? Allora hai più probabilità di cascarci
Il Garante privacy boccia la fattura elettronica
Windows 10, ritorna l'October Update
Tim in piena tempesta: sfiduciato l'amministratore delegato Genish
Windows 10, aggiornamento problematico: non ricorda le associazioni dei file
Il bug di Windows 10 Pro che spinge gli utenti a passare alla versione Home
Il primo ibrido smartphone-tablet che si piega davvero
Microsoft abolisce il servizio Hotfix per Windows
Visita 9.000 siti a luci rosse dall'ufficio e infetta l'intera rete aziendale
Google si allea con iRobot per mappare le case degli utenti
Surriscaldamento globale entro 15 anni, per colpa dei Bitcoin
Ottobre 2018
IBM compra Red Hat Linux per 34 miliardi di dollari
La SIM che si connette direttamente a TOR
Adottando uno smart meter si può far calare la bolletta del 20 per cento
Ladri rubano una Tesla Model S armati soltanto di tablet e smartphone
Tutti gli Arretrati


web metrics