I taxi volanti di Uber

I test inizieranno a Dallas, Los Angeles e Melbourne.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-06-2019]

uber taxi volanti

A Dallas e Los Angeles ora si aggiunge Melbourne, ed è così completa la triade delle città scelte da Uber per mettere alla prova il nuovo servizio ideato dall'azienda che ha rivoluzionato il trasporto urbano: i taxi volanti.

Negli ultimi anni Uber ha lavorato a stretto contatto con diverse aziende per la realizzazione dei velivoli e con la NASA per la creazione di un sistema per il controllo del traffico aereo destinato a gestire l'intera flotta di taxi, quando tutto sarà pronto.

Nel frattempo, è giunto il momento di iniziare la sperimentazione, che prenderà il via nel 2020 e farà uso di velivoli elettrici in grado di decollare e atterrare in verticale; se tutto andrà bene, il servizio verrà aperto ufficialmente ai primi passeggeri nel 2023.

Nel caso di Melbourne, ultima città scelta, il tragitto di test prevede voli da uno dei centri commerciali Westfield della città fino all'aeroporto internazionale: un percorso che, in auto, è lungo quasi 20 km e richiede circa 25 minuti per essere completato.

Secondo le stime di Uber, compiere il medesimo tragitto con il taxi volante richiederà appena 10 minuti, mentre per quanto riguarda i prezzi l'azienda afferma che saranno in linea con quelli di UberX.

Sondaggio
Quale di questi trucchi per risparmiare benzina ti sembra più efficace?
Rimuovere i box portapacchi dal tetto quando non utilizzati.
Cercare le stazioni di servizio con i prezzi più bassi.
Controllare almeno una volta al mese la pressione delle gomme.
Eliminare oggetti inutili e pesanti dal bagagliaio.
Non superare i limiti di velocità.
Utilizzare la funzione "percorso più economico" dei navigatori.
Non adottare uno stile di guida aggressivo.
Non lasciare il condizionatore sempre acceso, indipendentemente dalla temperatura esterna.

Mostra i risultati (2712 voti)
Leggi i commenti (24)

Per i passeggeri, l'unica, relativa scomodità da mettere in conto è la necessità di partire a arrivare dall'apposita piattaforma dedicata ai velivoli di Uber, chiamata Skyport.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Uber, class action da centinaia di milioni di dollari
Uber capirà se siamo ubriachi prima ancora che l'auto arrivi a prenderci
Veicolo autonomo di Uber investe e uccide: il software ha deciso di ignorare il pedone
Uber e car sharing, impatto dirompente sull'acquisto di auto
Uber, i taxi autonomi sono un pericolo per i ciclisti
Uber sotto accusa: spia gli utenti
I taxi autonomi di Uber

Commenti all'articolo (1)

Elicotteri elettrici quindi???? Leggi tutto
21-6-2019 17:53

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Preferiresti lavorare da casa piuttosto che andare in ufficio?
Sì, ma in azienda non me lo permettono.
No.
Sì, ma solo alcuni giorni alla settimana.
Sì, ma solo alcuni giorni al mese.
Sono costretto a farlo ma preferirei di no.
Non lo so.
Non ho un lavoro.

Mostra i risultati (2288 voti)
Luglio 2019
Modalità incognito per i siti a luci rosse? Google e Facebook ti tracciano lo stesso
WhatsApp, la truffa passa attraverso i file multimediali
Galileo fuori uso da quattro giorni, forse è colpa di un guasto in Italia
Lo pneumatico senz'aria di Michelin e GM
Track This inganna gli algoritmi pubblicitari (aprendo 100 schede!)
L'app che spoglia nude le donne in pochi secondi
Giugno 2019
Quattordicenne crea malware che rende inutilizzabili i dispositivi IoT
Fusione TIM e Open Fiber, un'operazione senza alternative
Apple richiama i MacBook Pro: rischiano di prendere fuoco
Falla zero-day in Firefox, gli hacker la stanno già sfruttando
Libra, la criptovaluta di Facebook, ufficialmente al via con il wallet Calibra
Se anche Sky usa i sottotitoli pirata
Il CERN lascia Microsoft e passa all'open source
VLC, corrette 33 falle grazie alle ricompense UE
EmuParadise violato, rubati i dati di 1,1 milioni di utenti
Tutti gli Arretrati


web metrics