** Il Senato promuove indagine su Echelon **
[ZEUS News - http://www.zeusnews.com - 3 marzo 2000]

Dopo l'interrogazione presentata dal Senatore Semenzato 
(http://notes3.senato.it/ODG_PUBL.NSF/61e5e42d33cb92ac412568400038b59e/fe73fdf86155a0b641256895002e765f?OpenDocument 
) sul centro di spionaggio sito nella base militare americana di San Vito 
dei Normanni, che conterrebbe un'antenna radiogonometrica capace di 
registrare milioni di comunicazioni radio e telefoniche, la Commissione 
Affari Costituzionali ha deciso di chiedere al Presidente del Senato 
l'apertura di un'indagine conoscitiva.

Il Senatore Villone, Presidente della Commissione, ha proposto che vengano 
sentiti in merito i Ministri dell'interno e delle Comunicazioni, il 
Presidente dell'AutoritÓ garante della protezione dei dati personali, i 
rappresentanti di STOA (Scientific and Technological Option Assessment, la 
struttura che si occupa della vicenda all'interno del Parlamento Europeo) e 
il Direttore del SISDE. (La proposta di indagine conoscitiva sul caso 
"Echelon" Ŕ disponibile alla pagina 
http://notes3.senato.it/ODG_PUBL.NSF/ba2e6c1f0a67d0b4412568400038b58b/72fce7803624b63e41256895006cea3f?OpenDocument 
).

Intanto la CIA ha smentito che Echelon venga utilizzato anche per 
spionaggio industriale. Tale accusa era stata portata da Duncan Campbell 
davanti alla Commissione del Parlamento europeo per le libertÓ e i diritti 
dei cittadini, affermando che nel 1994 un contratto per la fornitura di un 
sistema di sorveglianza delle foreste amazzoniche fu aggiudicato 
all'azienda americana Raytheon, poiche' grazie ad Echelon era venuta a 
conoscenza delle trattative tra la francese Thomson Csf e il governo 
brasiliano.

Edoardo Dezani

-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-

** Wind festeggia il primo anniversario con "Sempre Light" **
[ZEUS News - http://www.zeusnews.com - 3 marzo 2000]

Wind compie un anno, durante il quale si e' fatta conoscere per le 
interessanti tariffe telefoniche, nonche' per l'ingresso nell'ampia schiera 
degli Internet Provider gratuiti. Le tariffe di Wind si sono distinte da 
subito per l'importante novita' dell'assenza dello scatto alla risposta, 
che permette di spendere pochissimo per telefonate di breve durata.

Dopo un anno di successi viene ora lanciata la nuova tariffa "Sempre 
Light", valida sia per contratti prepagati sia per gli abbonamenti. La 
tariffa e' unica per ogni giorno della settimana e per qualsiasi orario e 
prevede un costo di 8 lire al secondo per i primi tre minuti di 
conversazione, che diventano 4 lire per i successivi (IVA inclusa). Il 
nuovo contratto sara' caratterizzato dal prefisso 0328, la tariffazione di 
4 lire e' utilizzabile solo con i telefoni di rete fissa e con tutti i 
cellulari, ma non sara' disponibile per le chiamate NoiWind e InWind.

Wind e' il terzo operatore di telecomunicazioni italiano, controllato - 
come e' noto - dal gruppo Enel, il cui amministratore delegato Franco Tato' 
ha dimostrato soddisfazione per gli obbiettivi raggiunti fino a questo 
momento: "Per avere risultati eccellenti bisogna avere idee eccellenti e 
lavorare molto. Ritengo che tutto questo sia stato fatto". Con queste 
parole Tato' prospetta un roseo futuro per Wind, che al momento conta 2,8 
milioni di clienti che, nelle stime dell'azienda, per la fine dell'anno 
diventeranno 6; di questi un milione si iscriveranno attraverso il portale 
InWind (http://www.inwind.it).

Tato' ha inoltre ricordato che Enel non e' un trader di telecomunicazioni, 
e per questo motivo e' previsto un accordo tra le due societa' per la 
creazione della cablatura di alcune citta' italiane, con particolare 
interesse verso il sud. Riguardo a questo argomento, l'amministratore 
delegato di Wind Tommaso Pompei ha ricordato l'attuale situazione della 
copertura nazionale, che prevede circa 1.500 Km di fibra ottica presenti 
nelle maggiori citta' italiane (Milano, Torino, Genova, Bologna, Roma, 
Firenze, Napoli), destinati a diventare 4.000 entro il 2001.

Stefano Bussolino

-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-

** Un nuovo gestore telefonico in Sicilia **
[ZEUS News - http://www.zeusnews.com - 3 marzo 2000]

Ispirandosi forse ai recenti successi della sarda Tiscali, e' partita in 
Sicilia l'attivita' di un nuovo gestore telefonico. Si tratta di 
Lts-Telecomunicazione & Servizi, attivo per ora a Catania, Palermo e Roma 
ma intenzionato a espandersi su tutto il territorio italiano entro dicembre.

Lts offira' serivizi telefonici alle aziende ma anche ai privati con 
possibilita', come gia' fanno altri gestori, di utilizzare carte prepagate. 
Offrendo tariffe con prezzi molto contenuti, Lts puntera' a unire le 
telecomunicazioni della rete italiana con quelle dei vicini Paesi del 
Mediterraneo.

Alessandro Sacco

-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-

** Gli studenti americani difendono il Napster **
[ZEUS News - http://www.zeusnews.com - 3 marzo 2000]

In pochi giorni ben 7000 studenti americani hanno giÓ firmato la 
petizione  (http://savenapster.com/)  contro le restrizioni decise da 
alcuni campus universitari all'utilizzo del Napster, il client che grazie 
ad un motore di ricerca permette di trovare e scaricare file musicali MP3 
tra tutti i  computer connessi in rete.

All'Oregon State University, una delle universita' da cui e' partita la 
protesta, e' stato calcolato che il Napster occupa circa il 5% di banda del 
network del campus.

Edoardo Dezani

-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-

** 1 GHz dietro l'angolo? **
[ZEUS News - http://www.zeusnews.com - 3 marzo 2000]

Ieri Hewlett-Packard (http://www.hp.com) aveva spiazzato un po' tutti con 
l'annuncio della prossima commercializzazione di una propria linea di PC 
con Pentium III Coppermine ad 1 GHz: oggi e' arrivata la risposta di AMD 
(http://www.amd.com) che ha annunciato per fine mese l'uscita dei propri 
processori Athlon a 900, 950 e 1000 MHz.

Nonostante l'annuncio di HP saranno pochissimi i fortunati in grado di 
acquistare un PC con Pentium III a 1 GHz: il processo produttivo di Intel 
deve ancora essere raffinato parecchio prima di poter produrre in volumi 
CPU di tale potenza: l'annuncio di HP-Intel e' infatti piu' simbolico che 
altro e bisognera' aspettare almeno giugno perche' tutti i produttori di PC 
possano mettere in listino computer con CPU Intel di tali prestazioni.

Ben altro discorso e' quello di AMD, ormai da tempo in grado produrre anche 
in volumi CPU ad 1 GHz: fin'ora ha tuttavia preferito ritardare la loro 
uscita per 'aspettare' la rivale Intel e batterla sul filo di lana.

Un paio di riflessioni: non crediate che un PC con una CPU ad 1 GHz sia il 
doppio piu' veloce di un PC con CPU a 500 MHz. Ormai la velocita' di clock 
dei processori e' spropositata rispetto alla velocita' cui viaggiano tutti 
gli altri componenti di un computer, soprattutto la memoria RAM e i dischi 
fissi. I veri colli di bottiglia dei sistemi odierni sono infatti questi 
due ultimi componenti: sul lato delle memorie RAM si e' cercato di 
migliorare la sistuazione con l'introduzione della tecnologia Rambus da un 
lato e con l'utilizzo delle memorie DDR dall'altro. Questo settore di 
mercato non e' mai stato confuso e intricato come adesso, anche sul 
versante dei chipset che devono supportare l'uno o l'altro standard, ma 
difficilmente tutti e due in contemporanea.

Per quel che riguarda i dischi fissi il discorso e' diverso: la velocita' 
di trasferimento dati e' distante anni luce dalla velocita' di una memoria 
RAM o di una memoria cache. Recentemente stanno prendendo piede i nuovi 
dischi con velocita' di rotazione dei piatti da 7200 giri/min e oltre che 
dovrebbero migliorare sensibilmente la situazione.

Sono questi, quindi, i due settori in cui bisogna migliorare maggiormente 
le prestazioni: non ha senso utilizzare un motore a 12 cilindri da 800 
cavalli sul telaio di una berlina di media potenza.

Marco Novelli
  
Italia HyperBanner Network