MSI Wind U115 Hybrid

L'accoppiata tra un hard disk tradizionale e un drive a stato solido, unita alla piattaforma Menlow, gli consente di arrivare a ben 16 ore di autonomia.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 29-07-2009]

MSI Wind U115 Hybrid

Il Wind U115 fa dell'autonomia il proprio punto di forza. Per far questo si affida a due componenti: la piattaforma a basso consumo Intel Menlow, che usa il processore Atom Z530, e un doppio sistema di memorizzazione.

All'interno si trovano infatti un Ssd dove installare il sistema operativo e una hard disk tradizionale da dedicare alla conservazione dei dati: sfruttando questa divisione, il disco a piatti magnetici può anche essere disattivato, risparmiando energia.

Grazie a questi accorgimenti, con la batteria a 3 celle il Wind u115 può arrivare a 10 ore di autonomia e puntare addirittura alle 16 ore con la batteria opzionale a 6 celle.

Caratteristiche tecniche:

Produttore: MSI
Dimensioni: 260x180x19-31,5 mm
Peso: 1,3 Kg
Cpu: Intel Atom Z530 (1,6 GHz)
Chipset: Intel US15W
Ram: 1 Gbyte Ddr2 533 MHz
Hard disk: 160 Gbyte Hdd e 8 Gbyte Ssd
Video: n.d.
Display: 10 pollici 1024x600 retroilluminato a Led
Audio: n.d.
Usb: 3 porte 2.0
Uscita cuffie:
Uscita video: 1 Vga (D-sub)
Ingresso Mic:
Webcam: 1,3 megapixel
Wireless: 802.11b/g/n
Bluetooth: 2.0 con Edr
Ethernet (Rj-45):
Batteria: 3 celle o 6 celle
Slot Kensington: n.d.
Autonomia massima dichiarata: 10 ore (3 celle) 16 ore (6 celle)
Sistema Operativo: Windows Xp Home
Software aggiuntivo: n.d.
Altro: n.d.
Lettore di schede: 4 in 1 (Xd, Sd, Mmc, MS)
Altoparlanti: Stereo
Prezzo: circa 520 euro Iva inclusa

Questo Focus CONTINUA; vai alla pagina seguente: Samsung NC10

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Ma anche l'autonomia e superiore rispetto a tutti gli altri netbook, con un valore che arrivano a dieci ore permette di usare il sistema veramente in maniera portatile.
21-8-2009 22:56

a parte il presso che Ŕ una follia, ma almeno qui c'Ŕ qualcosa di diverso. L'opzione del boot da Ssd e l'archiviazione su Hdd Ŕ quantomeno interessante.
30-7-2009 20:12

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual Ŕ il maggior svantaggio? (vedi anche i vantaggi)
L'auto di Google Ŕ veramente brutta! Pi¨ che un auto Ŕ un'ovovia.
Ci toglierÓ il piacere di guidare e la nostra vita sarÓ un po' pi¨ triste.
AvrÓ un costo non sostenibile per la maggior parte degli utenti.
Ci sarÓ maggior traffico: con un'auto senza pilota il trasporto privato verrebbe incentivato rispetto al trasporto pubblico.
Il Gps incorporato potrebbe non essere efficiente, costringendoci a fare percorsi pi¨ lunghi o pi¨ lenti o addirittura non portandoci mai a destinazione.
Ho timori soprattutto per la privacy: le auto di Google potranno collezionare dati su come mi sposto e quando.
In caso di incidente con nessuno al volante, non Ŕ chiaro di chi sarÓ la responsabilitÓ civile. E a chi tocca pagare l'assicurazione? All'utente o a Google? O allo Stato?
SarÓ esposta ad attacchi hacker o terroristici: di fatto avremo minore sicurezza sulle strade.
Se il sistema prevede un urto inevitabile, potrebbe trovarsi di fronte a scelte etiche insormontabili. Uccidere un anziano o un bambino? Due uomini o un bambino? Un uomo o una donna? Uscire di strada o urtare altri veicoli o pedoni? Andare addosso a un SUV o a un'utilitaria?
Rispetto alle auto tradizionali impiegheranno troppo tempo ad arrivare a destinazione, non potendo superare i limiti di velocitÓ o fare manovre azzardate.
I tassisti non esisteranno pi¨: giÓ immagino le loro legittime proteste.

Mostra i risultati (1456 voti)
Dicembre 2016
Netflix, film e serie TV sono anche offline
Novembre 2016
Il display coi pixel di grafene
Android, malware in Google Play scaricato un milione di volte
Secondo Apple la malattia del touch è colpa degli utenti
Gli smartphone low-cost con backdoor incorporata
Tim ci riprova con l'operatore mobile low cost
La GdF sequestra 152 siti di streaming: l'elenco completo
BSA "beccata" a usare software pirata
La stampante che intercetta i cellulari
Il tetto solare invisibile
Ottobre 2016
Come dirottare qualsiasi drone in volo
Antibufala: trovata la soluzione al Triangolo delle Bermude
Il Pc con Linux e Wi-Fi, micro anche nel prezzo: 4 euro
Hackerato l'iPhone 6S protetto da password e impronta digitale
Dodicenne riceve una fattura di 100.000 euro da Google: ha confuso AdWords e AdSense
Tutti gli Arretrati


web metrics