Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
Quale di questi comportamenti ritieni che sia da evitare in assoluto?
Essere fuori sincrono: quando voce, tono, ritmo, posizione e movimenti non comunicano la stessa cosa si genera confusione e si viene ritenuti poco affidabili o sinceri.
Gesticolare eccessivamente: fare ampi gesti con le mani oppure giocare per esempio con i capelli o il telefono comunica insicurezza.
Tenere un'espressione neutra: la mancanza di un feedback dato dall'espressione facciale fa pensare all'interlocutore che l'argomento non interessi.
Evitare il contatto visivo: non guardare l'altro negli occhi comunica una sensazione di debolezza e lascia pensare che si stia nascondendo qualcosa.
Sbagliare la stretta di mano: non deve essere né troppo debole né troppo forte, o genererà in entrambi i casi un'impressione errata (servilismo o aggressività).
Inviare segnali verbali e non verbali opposti: se l'espressione facciale è opposta a ciò che le parole dicono, l'interlocutore non si fiderà.
Non sorridere: il sorriso comunica sicurezza, apertura, calore ed energia, e spinge a sorridere di rimando. Ugualmente errato sorridere sempre.
Roteare gli occhi: è un segno di frustrazione, esasperazione e fastidio; comunica aggressività.
Usare il cellulare durante una conversazione: lascia pensare che l'argomento non interessi e sia certamente meno importante dell'oggetto tra le mani.
Incrociare le braccia: l'interlocutore penserà che siamo sulla difensiva. Inoltre, se le mani non sono in vista crederà che abbiamo qualcosa da nascondere.

Mostra i risultati (801 voti)
Dicembre 2014
Chiude la CEC-PAC, un fallimento da 19 milioni di euro
Telefonini e promozioni natalizie: quale operatore offre di più
Da BMW l'auto che si cerca il parcheggio da sola
Honor T1, il tablet economico di Huawei
Windows 10 integra Cortana e l'app per la Xbox
Treviso, ragazzini condividono filmato hard con Whatsapp
Il reggiseno bionico che solleva e sistema il seno alla perfezione
Il macchinario che trasforma l'acqua in petrolio
Serve davvero proteggere smartphone e tablet Android con un antivirus?
Sony, migliaia di password in una cartella chiamata ''Password''
Mandare in crash WhatsApp con un singolo messaggio di testo
Lo shopping online? Adesso si fa col Bancomat
Novembre 2014
TIM e Vodafone, LTE fino a 225 Mbit/s
Google rende più semplice vedere tutti i dispositivi connessi al proprio account
Toyota Mirai, l'auto a idrogeno che produce energia per la casa
Tutti gli Arretrati

MSI Wind U115 Hybrid

L'accoppiata tra un hard disk tradizionale e un drive a stato solido, unita alla piattaforma Menlow, gli consente di arrivare a ben 16 ore di autonomia.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 29-07-2009]

MSI Wind U115 Hybrid

Il Wind U115 fa dell'autonomia il proprio punto di forza. Per far questo si affida a due componenti: la piattaforma a basso consumo Intel Menlow, che usa il processore Atom Z530, e un doppio sistema di memorizzazione.

All'interno si trovano infatti un Ssd dove installare il sistema operativo e una hard disk tradizionale da dedicare alla conservazione dei dati: sfruttando questa divisione, il disco a piatti magnetici può anche essere disattivato, risparmiando energia.

Grazie a questi accorgimenti, con la batteria a 3 celle il Wind u115 può arrivare a 10 ore di autonomia e puntare addirittura alle 16 ore con la batteria opzionale a 6 celle.

Caratteristiche tecniche:

Produttore: MSI
Dimensioni: 260x180x19-31,5 mm
Peso: 1,3 Kg
Cpu: Intel Atom Z530 (1,6 GHz)
Chipset: Intel US15W
Ram: 1 Gbyte Ddr2 533 MHz
Hard disk: 160 Gbyte Hdd e 8 Gbyte Ssd
Video: n.d.
Display: 10 pollici 1024x600 retroilluminato a Led
Audio: n.d.
Usb: 3 porte 2.0
Uscita cuffie:
Uscita video: 1 Vga (D-sub)
Ingresso Mic:
Webcam: 1,3 megapixel
Wireless: 802.11b/g/n
Bluetooth: 2.0 con Edr
Ethernet (Rj-45):
Batteria: 3 celle o 6 celle
Slot Kensington: n.d.
Autonomia massima dichiarata: 10 ore (3 celle) 16 ore (6 celle)
Sistema Operativo: Windows Xp Home
Software aggiuntivo: n.d.
Altro: n.d.
Lettore di schede: 4 in 1 (Xd, Sd, Mmc, MS)
Altoparlanti: Stereo
Prezzo: circa 520 euro Iva inclusa

Questo Focus CONTINUA; vai alla pagina seguente: Samsung NC10

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (2)


zeross
Ma anche l'autonomia e superiore rispetto a tutti gli altri netbook, con un valore che arrivano a dieci ore permette di usare il sistema veramente in maniera portatile.
21-8-2009 22:56


maxismakingwax
a parte il presso che è una follia, ma almeno qui c'è qualcosa di diverso. L'opzione del boot da Ssd e l'archiviazione su Hdd è quantomeno interessante.
30-7-2009 20:12


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics