Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
Quale di questi comportamenti ritieni che sia da evitare in assoluto?
Essere fuori sincrono: quando voce, tono, ritmo, posizione e movimenti non comunicano la stessa cosa si genera confusione e si viene ritenuti poco affidabili o sinceri.
Gesticolare eccessivamente: fare ampi gesti con le mani oppure giocare per esempio con i capelli o il telefono comunica insicurezza.
Tenere un'espressione neutra: la mancanza di un feedback dato dall'espressione facciale fa pensare all'interlocutore che l'argomento non interessi.
Evitare il contatto visivo: non guardare l'altro negli occhi comunica una sensazione di debolezza e lascia pensare che si stia nascondendo qualcosa.
Sbagliare la stretta di mano: non deve essere né troppo debole né troppo forte, o genererà in entrambi i casi un'impressione errata (servilismo o aggressività).
Inviare segnali verbali e non verbali opposti: se l'espressione facciale è opposta a ciò che le parole dicono, l'interlocutore non si fiderà.
Non sorridere: il sorriso comunica sicurezza, apertura, calore ed energia, e spinge a sorridere di rimando. Ugualmente errato sorridere sempre.
Roteare gli occhi: è un segno di frustrazione, esasperazione e fastidio; comunica aggressività.
Usare il cellulare durante una conversazione: lascia pensare che l'argomento non interessi e sia certamente meno importante dell'oggetto tra le mani.
Incrociare le braccia: l'interlocutore penserà che siamo sulla difensiva. Inoltre, se le mani non sono in vista crederà che abbiamo qualcosa da nascondere.

Mostra i risultati (328 voti)
Luglio 2014
Attacchi DDoS in aumento, cosa fare per difendersi
Sat-Fi trasforma lo smartphone in satellitare
Ma chi sono i terroristi?
Il ginecologo che fotografava le donne nude
L'uomo-wiki
BeppeGrillo.it e i macachi di Modena
Gli italiani telefonano di meno, è proprio crisi
Android L aumenta drasticamente la vita della batteria
Tim e Vodafone, gli avvisi diventano a pagamento
La tassa sull'equo compenso e il governo Renzi
Gmail, eliminare la posta già spedita
La Guardia di Finanza oscura DDLStorage
Mondiali di calcio in streaming su Internet
No-IP non funziona, la colpa è di Microsoft
Spyware di stato: le app spione del governo
Tutti gli Arretrati

Google blocca l'Ftp di Blogger

La pubblicazione via Ftp è un freno all'introduzione di novità nella piattaforma e per questo verrà eliminata a breve.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 03-02-2010]

Blogger Ftp
Foto via Fotolia

Il prossimo 26 marzo segnerà una piccola rivoluzione per Blogger, il servizio di blogging acquistato da Google nel 2003: in quella data cesserà la possibilità di pubblicare i propri blog via Ftp.

Questa possibilità permette agli utenti di pubblicare un blog su un proprio dominio; da qualche tempo Google ha introdotto un'alternativa - denominata Custom Domain - per ottenere lo stesso scopo senza usare Ftpe ospitando il blog sui server di Google. Ora è il momento del passo successivo ed eliminare Ftp definitivamente.

Il motivo alla base di questa decisione è molto semplice: soltanto lo 0,5% degli utenti di Blogger utilizza ancora questo sistema (presente sin dalle origini), e la sua presenza impedisce l'introduzione di nuove caratteristiche nella piattaforma, a meno di una riscrittura totale.

Considerato il numero ridotto di utenti che ne fanno uso e il costo di una riprogettazione della pubblicazione via Ftp, il destino di questa funzionalità è dunque segnato.

Tuttavia, per non lasciare da soli gli utenti che ancora fanno uso di Ftp, Google preparerà presto uno strumento di migrazione (che permetterà di trasferire l'Url attuale a un Url gestito da Blogger), che dovrebbe apparire entro la settimana del 22 febbraio.

Un blog dedicato e un team contattabile tramite forum serviranno a rendere meno doloroso il passaggio.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (0)

Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics