Il tablet indiano da 35 dollari

Alimentato da pannelli solari, gira con sistema operativo Linux. Il prezzo è una garanzia.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 26-07-2010]

Tablet India 35 dollari
Il ministro Shri Kapil Sibal mostra il prototipo del tablet.

L'India non è certo nuova ad annunci di prodotti tecnologici a basso costo: un anno e mezzo fa era stata la volta del laptop da 20 dollari - nome in codice Sakshat - rivelatosi poi soltanto un hard disk portatile e infine svanito nel nulla; ora fa parlare di sé un tablet - ancora senza nome - che dovrebbe costare soltanto 35 dollari.

Annunciato dal ministro per lo Sviluppo delle Risorse Umane - Shri Kapil Sibal, che ne ha mostrato anche un prototipo - il tablet sarebbe il frutto della collaborazione tra varie università per quanto riguarda la progettazione dell'hardware.

Le caratteristiche tecniche, ancora non completamente svelate, parlano di schermo touch, 2 Gbyte di Ram, supporto Wi-Fi, videocamera per le videoconferenze, una scheda di memoria in luogo dell'hard disk, porta Usb e sistema operativo Linux, che dovrebbe consentire la navigazione nel Web (supporto a Flash compreso), la gestione della posta elettronica e la lettura dei Pdf; il tutto assorbendo soltanto 2 Watt e a un prezzo finale di 1.500 rupie, ossia circa 35 dollari.

Il Ministro è però ancora più ottimista e ritiene che il prezzo possa scendere ulteriormente fino a 20 e poi a 10 dollari.

Un'altra caratteristica interessante è la presenza di pannelli solari, che permetterebbero al dispositivo di funzionare anche in quelle zone dove la corrente elettrica non è presente.

Nonostante al momento il tablet sia soltanto allo stadio di prototipo - il debutto sul mercato non è previsto prima del 2011 - c'è già chi vede in questo prodotto il vero rivale del progetto Olpc, che sin dalla propria nascita ha dovuto combattere con i prezzi dei componenti e non è riuscito a restare al di sotto della soglia dei 100 dollari indicata da Nicholas Negroponte.

D'altra parte anche il tablet indiano potrebbe trovarsi di fronte a difficoltà analoghe: una delle necessità più urgenti è ora trovare chi sia disposto a produrlo su scala industriale permettendogli di restare all'interno dei prezzi indicati.

Qualora dovesse concretizzarsi, questo dispositivo potrebbe davvero diventare il mezzo per colmare il divario tecnologico che ancora colpisce larghe zone dell'India; i primi destinatari sarebbero gli studenti di tutti gli ordini di scuole.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Lo smartphone con Android 5.1 che costa solo 3 euro

Commenti all'articolo (1)

Il prezzo non Ŕ mai una garanzia, bisogna sempre vedere l'affidabilitÓ!
5-9-2010 11:55

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
L'EASA e la FAA hanno dato il via libera all'uso di tablet, cellulari e dispositivi elettronici in generale in aereo anche durante decollo e atterraggio. Secondo te...
...era ora: il divieto era ormai diventato un anacronismo da abolire.
...avrebbero dovuto mantenere il divieto: la sicurezza val bene qualche minuto di rinuncia al tablet.
...dovrebbero fare di pi¨ e liberalizzare anche la possibilitÓ di telefonare.

Mostra i risultati (1046 voti)
Giugno 2017
Ransomware russo, oltre al danno la beffa: i dati non si recuperano
I medici americani: i lampioni a Led fanno male
Dove vanno a finire le foto mandate tramite WhatsApp?
Le torri di Amazon per i droni
Microsoft: ''Sì, disabilitiamo gli antivirus. Per il bene degli utenti''
Banda larga, scontro assurdo fra Tim e Governo
Il caso del sindacalista che criticava gli stipendi d'oro
Italia, via libera al trojan di Stato
Difendersi dalle app-truffa presenti nell'App Store di Apple
Roaming dati nell'UE ''gratuito'' da ieri: occhio alle sorprese
Firefox 54, più sicuro con la sandbox e più leggero
Il link che infetta il Pc senza nemmeno dover cliccare
Ecco come vengono sfruttati in concreto i dati delle nostre navigazioni
Windows 10, un assaggio del Fall Creators Update
Dai gattini bonsai alla disinformazione pianificata
Tutti gli Arretrati


web metrics