Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.


Telefonini e browser, brutta mazzata per Microsoft

Sendo abbandona la piattaforma Windows for Smartphone e annuncia l'intenzione di passare a tecnologia Nokia, basata sul sistema operativo Symbian.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 08-11-2002]

Sendo, il fabbricante inglese di cellulari che insieme a Microsoft stava lavorando allo Z100, ha voltato casacca, come descritto da Drew Cullen di The Register.

Il 7 novembre 2002, infatti, Sendo ha annunciato che cesserà lo sviluppo della piattaforma Windows for Smartphone 2002 e che sottoscriverà invece una licenza per la tecnologia Nokia basata sul sistema operativo Symbian.

E' una botta non da poco, considerato che Sendo doveva lanciare lo Z100 animato da software Microsoft in Spagna e in Italia proprio questo mese (era in bella mostra allo stand Microsoft in SMAU), e che Microsoft ha investito dodici milioni di dollari in Sendo. Non dev'essere stata una decisione facile. A questo punto il numero di cellulari basato su software Microsoft si contrae drasticamente: per quel che ne so, è rimasto soltanto l'XDA della HTC, e c'è qualcosa in cantiere in casa Samsung.

E' interessante notare, fra l'altro, le motivazioni ufficiali di Sendo nel ritirarsi dal progetto. Sendo ha scelto la soluzione Symbian perchè "la piattaforma usa standard e tecnologie aperte, come MMS e Java, sviluppate congiuntamente dall'industria del settore". Vale a dire, niente software uniproprietario e segreto, così caro a Microsoft.

Per rincarare la dose, Sendo specifica che la scelto Symbian perché "è robusto e flessibile in modo unico". Traduzione: la soluzione Microsoft non era né robusta né flessibile, per cui per sopravvivere abbiamo dovuto mollarla.

Sembra dunque che Microsoft stia davvero perdendo la gara per entrare nei cellulari: non c'è da stupirsi, visti i leggendari ritardi e problemi tecnici che hanno afflitto lo Z100. Lo Z100 doveva essere pronto per la consegna ad autunno 2001, poi fu rinviato ai primi del 2002 e poi di nuovo a giugno 2002. Trovarsi con un anno di ritardo, nell'effimero mercato dei cellulari, è una ricetta mortale per un fabbricante di telefonini. Microsoft è ricca e può sopportare lo smacco, un fabbricante no: rischia di chiudere. Questo spiega la decisione drammatica di Sendo.

C'è poi da considerare l'altrettanto leggendaria arroganza di Microsoft verso i propri partner, messa in luce proprio nel caso dei fabbricanti di cellulari da una nota interna di Microsoft resa pubblica dal Dipartimento di Giustizia americano. Bill Gates li descrive come i sette nani ("the seven dwarves"). E' dura lavorare con gente che ti considera in questo modo.

Leggi anche:
Sendo non utilizzerà Windows di Fabrizio Marchese

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita, di abbonarti al Feed RSS, di seguirci su Twitter o di visitare la nostra pagina su Facebook. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Commenti all'articolo (0)

Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
Sondaggio
A inizio millennio per lavorare nella new economy bisognava trasferirsi nelle grandi città, soprattutto Milano. Oggi la banda larga si è diffusa, ci sono nuove piattaforme di collaborazione ed è cambiato l'approccio al lavoro. Alla luce di questo...
Abito in una grande città e qui rimarrò.
Abito in una grande città ma sto valutando di trasferirmi in provincia.
Abito in provincia e non mi sposterò di certo.
Abito in provincia ma sto valutando di trasferirmi in una grande città.
Abitavo in una grande città ma mi sono traferito in provincia.
Abitavo in provincia ma mi sono trasferito in una grande città.
Città o provincia non fa grande differenza, ma mi sono trasferito (o sto valutando di trasferirmi) all'estero.

Mostra i risultati (738 voti)
Aprile 2014
Otto trucchi per risparmiare carburante
UPS, vietato svoltare a sinistra!
Autostrade intelligenti per guidare di notte senza fari
2015, tutti gli smartphone avranno l'antifurto
10 case stampate 3D in 24 ore
Come cifrare e autenticare la mail
Amazon, il progetto droni è reale
L'iWatch arriva a settembre con l'iPhone 6
Come difendersi da Heartbleed
La nave che va ad acqua di mare
Windows XP, fine di un'era
Hacker di 5 anni viola la Xbox One
Windows 8, Microsoft uccide le piastrelle
Il bus che offre 400 euro a chi si spoglia
Dal 1 aprile si pagano le commissioni sulla benzina
Tutti gli Arretrati

web metrics