Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.


Licenziato dalla Provincia perché si prostituiva su Internet

La Provincia di Verbania licenzia un suo dipendente: si sarebbe prostituito su un sito gay.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 24-01-2012]

california dream men

A Verbania l'amministrazione provinciale del Verbano-Cusio-Ossola ha licenziato un suo dipendente, con decorrenza dal 6 febbraio: in seguito a una segnalazione ha scoperto su un sito gay un profilo attribuito al dipendente in cui questo offriva la propria disponibilità a incontri sessuali a pagamento. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Hai mai incontrato persone conosciute online?
Non è mai capitato, ma vorrei.
Non è mai capitato e non ne ho intenzione.
E' capitato, ma continuiamo a tenerci in contatto prevalentemente attraverso Internet.
E' capitato e ora la relazione è prevalentemente telefonica o dal vivo.
E' capitato, ma la delusione è stata tale che non ci sentiamo più.

Mostra i risultati (2088 voti)
Leggi i commenti (60)
Il dipendente ha presentato ricorso al giudice del lavoro contro il licenziamento e il caso verrà discusso a luglio, mentre la richiesta del suo avvocato di sospendere il licenziamento fino al giudizio è stata respinta.

Secondo il licenziato, che contesta anche l'attribuzione del profilo, non si tratterebbe comunque di un reato ma di una condotta lecita all'interno della propria sfera privata.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
Facebook e dipendenti pubblici, è lecito criticare?

Commenti all'articolo (4)


Stx
Quoto: sono anch'io per la legalizzazione della prostituzione, vorrei che chi si prostituisce paghi LE TASSE!! :sparo: Cmq questo che ha perso il posto di lavoro e' un pirla non perche' gay ne' perche' si prostituiva. E' un pirla perche' si e' fatto riconoscere. Ovviamente Facebook (per una volta) non c'entra nulla.
26-1-2012 15:50

le1bert
La prostituzione NON è reato in nessun caso: é reato indurre o favorire o sfruttare chi si prostituisce ( Legge Merlin n. 75 del 1958). In questo Paese ultracattolico l'apparato di potere governativo e poliziesco perseguita chi si prostituisce (illegalmente, come i buoni benpensanti capoccia della Provincia di Verbania) Ciao
26-1-2012 11:54

{Michele}
Ma fammi il piacere.La prostituzione è un reato se non sbaglio , tanto per gli etero quanto per i non.Altrimenti le donne che si prostituiscono (e suppongo anche i gigolo (o come si scrive) anche se non ne ho notizia) vengono fermati dalla polizia e se non erro schedati...(nota : dopo una ricerca più approfondita ho scoperto... Leggi tutto
26-1-2012 09:34


Stx
Se fosse stato eterosessuale nn avrebbe fatto nessuna notizia..
25-1-2012 16:09

Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
Sondaggio
Sul sito Dovesalute si potranno lasciare commenti sulla qualità delle strutture ospedaliere, come gli alberghi o i ristoranti di TripAdvisor. Cosa ne pensi?
E' un'ottima occasione per fare un censimento delle strutture italiane e sottoporle al giudizio dei cittadini.
Se su TripAdvisor abbondano le recensioni false, possiamo immaginare quante ce ne saranno sul portale per valutare gli ospedali.
Finirà a insulti, i primari sporgeranno tantissime querele per diffamazione.
Non lo utilizzerà nessuno, visto che sarà obbligatorio indicare una casella Pec.
Certi ospedali otterranno giudizi impietosi: chi vorrà curarsi lì una volta letti i commenti negativi?
Il solito portalone all'italiana fatto male e costato una barca di soldi: dopo averlo visitato, si potrà cogliere l'occasione per cercare le strutture che curano vomito o diarrea.

Mostra i risultati (357 voti)
Aprile 2014
Otto trucchi per risparmiare carburante
UPS, vietato svoltare a sinistra!
Autostrade intelligenti per guidare di notte senza fari
2015, tutti gli smartphone avranno l'antifurto
10 case stampate 3D in 24 ore
Come cifrare e autenticare la mail
Amazon, il progetto droni è reale
L'iWatch arriva a settembre con l'iPhone 6
Come difendersi da Heartbleed
La nave che va ad acqua di mare
Windows XP, fine di un'era
Hacker di 5 anni viola la Xbox One
Windows 8, Microsoft uccide le piastrelle
Il bus che offre 400 euro a chi si spoglia
Dal 1 aprile si pagano le commissioni sulla benzina
Tutti gli Arretrati

web metrics