Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
IBM prevede che cinque tecnologie diventeranno realtà entro il 2016. Quale credi che si realizzerà davvero?
Microgenerazione: tutto ciò che si muove (camminare, andare in bicicletta, persino l'acqua che scorre nei tubi) produrrà energia, e diremo addio alle grandi centrali.
Password genetica: scansione della retina, riconoscimento vocale e i tratti biometrici in generale saranno combinati per creare una password unica e irripetibile.
Lettura del pensiero: come Kinect legge i movimenti, così i dispositivi del futuro leggeranno la volontà degli utenti tramite le onde cerebrali, e ne anticiperanno i desideri.
Addio al digital divide: grazie ai dispositivi mobili, anche le più remote aree del globo saranno connesse a Internet, avranno accesso alle informazioni e potranno migliorare la qualità della propria vita.
Apprezzeremo lo spam: le email spazzatura diventeranno così personalizzate da risultare utili, trasformandosi da seccature in opportunità.

Mostra i risultati (2632 voti)
Ottobre 2014
L'ombrello ad aria
L'invenzione italiana che rende potabile l'acqua radioattiva
Samsung sperimenta la rete mobile 5G a 7,5 Gigabit/s
SIAE, una picconata al monopolio
Il chiavistello smart a prova di scassinatore
Hai scaricato Kill Bill? Arriva la multa
Vantablack, il materiale più nero del nero
Violati i server di Yahoo e Winzip
Mac colpiti da malware
Arriva Windows 10, cosa c'è da sapere (e dove si scarica)
Windows 10, torna il menu Start
Windows 10, tutte le novità
Settembre 2014
Ecco come sarà Windows 10
Il Tar del Lazio boccia il Regolamento Agcom
ShellShock, falla critica in Linux e Mac OS X
Tutti gli Arretrati

Spot del Kinect Microsoft, ma il SO è Ubuntu

Per fare meraviglie in sala operatoria, Kinect ha bisogno di Linux.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-01-2012]

kinect ubuntu

Le possibilità offerte da Kinect - è innegabile - sono molteplici.

Sul sito di Xbox, per esempio, c'è un video promozionale che mostra come la periferica di Microsoft possa essere usata nelle sale operatorie, facilitando il lavoro dei chirurghi. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Che cosa ti trattiene dall'installare Linux?
Tutti quelli che conosco hanno Windows: con chi potrei scambiare dati e software?
Non ho voglia di imparare un nuovo sistema operativo e dei nuovi programmi.
Alcuni miei componenti hardware non vengono riconosciuti.
Ci sono alcuni software che utilizzo sotto Windows che mi sono indispensabili.
Semplicemente non sento l'esigenza di passare a Linux.
Ho intenzione di farlo nel prossimo futuro.
Nessun motivo mi impedisce di passare a Linux, infatti già lo utilizzo con soddisfazione.

Mostra i risultati (9725 voti)
Leggi i commenti (123)
Nel corso del video si illustra come la soluzione pensata a Redmond permetta ai dottori di poter utilizzare una applicazione medica senza dover fisicamente toccare il PC, a tutto vantaggio dell'igiene.

Tutto bene, quindi, e tanti complimenti a Microsoft (l'articolo prosegue dopo il filmato).

A guardar meglio, però, verso la fine (precisamente a 1:47) viene inquadrato da vicino il monitor utilizzato in sala operatoria, da cui fa capolino quello che in tutta evidenza è il pannello di default di GNOME, con un tema di colori che grida inconfondibilmente Ubuntu.

Forse che la via più sicura per dimostrare la bontà e l'efficienza dei prodotti Microsoft sia utilizzare Linux?

La spiegazione sta nel fatto che il sistema per usare Kinect in sala operatoria è TedCas di Tedesys, un'applicazione web based (e che dunque è accessibile da qualsiasi browser) tuttora in sviluppo, il cui hardware è costituito da una piattaforma embedded fanless, che con ogni probabilità utilizza Linux.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 10)

eratostene
e se qualcunto volesse utilizzare un SO più stabile, senza tanti casini di virus, registri di sistema, deframmentazioni etc etc ma però non avesse nè tempo nè voglia di studiare IL SO? e soprattutto se va nei casini essere aiutato dalla community? saluti da un utonto Leggi tutto
31-1-2012 23:45

nino.dago
Vorrei dire la mia sull'argomento. Non vedo nulla di male né di strano in quanto accaduto. I fatti sono questi: - Microsoft è un'azienda a fini di lucro. - Tedesys è un'azienda a fini di lucro. - Microsoft ha fornito a Tedesys il Kinect per interagire con il TedCas e agevolare i chirurghi nell'espletamento delle loro funzioni. Tedesys... Leggi tutto
30-1-2012 10:33

{utente anonimo}
se ci sta la "X" c'è linux :)
28-1-2012 21:39

{paolo}
prego, non mischiamo la cacca con la cioccolata, non perchè hanno un simil colore, hanno lo stesso sapore. GNU/linux gNewSense, così come viene chiamato dalla Free Software Foundation di Boston è un sistema operativo 100% Software Libero ed è come se stessimo assaggiando la Sacher torte. GNU/linux Ubuntu è un'accozzaglia di restricted... Leggi tutto
28-1-2012 19:30

izietto
A me si vede perfettamente e utilizzo rekonq su Chakra, strano che ti dia problemi ActiveX un video di youtube (che usa flash)
28-1-2012 01:59

Leggi gli altri 5 commenti nel forum Hardware
Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics