Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
Facebook è un gran bel social network, però...
... genera dipendenza e condiziona la mia vita reale.
... mi rende più ansioso o più depresso del solito.
... non c'è nessun "però".
... non lo uso.

Mostra i risultati (1462 voti)
Ottobre 2014
Il gettone telefonico, questo sconosciuto
Honor 6, lo smartphone 4G più veloce del mondo
Trovare le chiavi sotto lo zerbino con Google
La batteria che dura vent'anni e si ricarica in due minuti
Google lancia Inbox, l'email intelligente
L'ombrello ad aria
L'invenzione italiana che rende potabile l'acqua radioattiva
Samsung sperimenta la rete mobile 5G a 7,5 Gigabit/s
SIAE, una picconata al monopolio
Il chiavistello smart a prova di scassinatore
Hai scaricato Kill Bill? Arriva la multa
Vantablack, il materiale più nero del nero
Violati i server di Yahoo e Winzip
Mac colpiti da malware
Arriva Windows 10, cosa c'è da sapere (e dove si scarica)
Tutti gli Arretrati

Far pagare alla TIM l'antennista TV?

La connettività LTE potrebbe interferire con il segnale televisivo e costringere a riposizionare l'antenna.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 21-02-2012]

LTE interferenza TV
Foto via Fotolia

La diffusione dell'Internet mobile ultraveloce con tecnologia LTE potrebbe creare problemi al segnale televisivo.

Le potenze di trasmissione irradiate su tutta la banda UHF dalle stazioni radio base delle telecomunicazioni potrebbero infatti avere un effetto di saturazione sui filtri delle antenne televisive che si trovano nelle vicinanze, e la potenza di trasmissione del segnale delle stazioni radio base potrebbe mandarle in tilt.

Il rischio che i canali televisivi ricevuti da un'antenna TV che si trova nelle immediate vicinanze di una stazione radio base siano disturbati dal segnale di trasmissione dell'LTE ha iniziato a preoccupare anche l'ITU (International Communication Union), l'Ofcom e l'Authority per le Comunicazioni, che si stanno occupando del problema. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Da casa, come ti colleghi a Internet e a quale velocità?
Confronta i risultati con quelli del 2014
Modem 56K - 2.1%
Adsl a bassa velocità (fino a 2 Mega) - 11.8%
Adsl da 4 a 7 Mega - 49.2%
Adsl da 8 a 20+ Mega - 21.6%
Fibra ottica - 5.0%
Telefonino o chiavetta Gprs - 0.5%
Telefonino o chiavetta Umts - 2.0%
Telefonino o chiavetta Hspa - 5.2%
Telefonino o chiavetta Lte - 0.4%
Tramite Wi-Fi su una rete aperta - 2.1%
  Voti totali: 12540
 
Leggi i commenti (7)
Se le peggiori ipotesi saranno confermate, alcune migliaia di famiglie saranno costrette a chiamare un tecnico antennista per riposizionare l'antenna della TV e potenziare i filtri anti-interferenza al fine di ovviare al problema.

In quel caso, chi pagherà il tecnico antennista? L'abbonato RAI? Lo stesso che ha dovuto pagarsi l'aumento del canone, magari esteso ai PC, e che ha già dovuto acquistare il decoder del digitale terrestre o un nuovo televisore?

Con i soldi che ha ricavato dall'asta delle frequenze mobili, lo Stato non potrebbe permettere la detrazione fiscale integrale di questi interventi?

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 15)


mda
Grazie adesso mi è chiaro. Un eccesso di forza nel segnale causa un difetto nel sintonizzatore specie "digitale". Ma allora ci sarebbe da sospettare che questo segnale sia superiore al limite imposto dalla legge, che poi è abbastanza recente. Una tale diseguaglianza di forza rispetto al normale segnale TV (che è recepito... Leggi tutto
24-2-2012 11:48


carobeppe
In generale un televisore si aspetta all'ingresso del decoder un segnale di un certo tipo e soprattutto di una certa potenza. L'impianto di casa, se ben progettato, è fatto in modo che ad ogni televisore arrivi un segnale attorno ai 60dbm. Il problema grosso è quando questo segnale arriva troppo forte (puta caso hai il ripetitore della... Leggi tutto
24-2-2012 08:08


mda
Avallo in toto! Ma come mai disturba le frequenze TV? Per quale strano meccanismo secondo te? (puoi usare anche tecnicismi, li comprendo benissimo) Ciao Leggi tutto
24-2-2012 01:34


carobeppe
Eeeh caro Zievatron, vorrei prendere anch'io la vita con filosofia come fai tu. Purtroppo essendo del mestiere ed essendo a contatto con la gente, ne sento tutti i giorni di cotte e di crude, e ogni tanto mi ci scappa la sbottata :D Per il cellulare, sicuramente a tenerlo spento ci guadagni in salute... non per le onde radio, ma perché... Leggi tutto
23-2-2012 22:53


Zievatron
Su, su. Carobeppe. Nessuno "nasce imparato" e nessuno muore sapendo tutto, neanche campando 1000 anni. :D Io, comunque, non guardo la TV ed il cellulare che ho è di quelli piccolini, buoni giusto per telefonare, lo tengo sempre spento e, quella volta, una tantum che mi serve per telefonare... scopro che ho la batteria... Leggi tutto
22-2-2012 23:12

Leggi gli altri 10 commenti nel forum Scienze e nuove tecnologie
Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics