Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
Fidanzati sospettosi o inguaribili diffidenti, qual è la vostra arma preferita tra quelle che Facebook mette a disposizione di voi gelosoni per controllare il vostro partner?
I cuoricini in bacheca: un segno per far sentire sempre e dovunque la propria presenza, nonché un espediente per marcare il territorio del partner.
L'applicazione "Chi ti segue di più?": bisogna convincere il partner a usare questa applicazione (apparentemente innocua) per scovare eventuali vittime da annotare sulla propria black list.
Facebook Places: permette di taggare compulsivamente il partner e rendere noto al mondo intero il fatto che lei e il suo lui si trovano sempre insieme.
L'auto tag nelle foto: indispensabile strumento per essere certi di ricevere notifiche qualora un'altra persona osasse commentare o piazzare "Mi piace" alle foto del/della partner.
I commenti minatori: il simpatico approccio ossessivo-compulsivo verso chi tagga il partner o ne invade la bacheca. Di solito consiste in un discreto: "Che bello il MIO amore!"
Il profilo Facebook in comune: un unico profilo scoraggia anche il più audace dei rivali dal tentare un approccio.
La password nota al partner: Della serie: "Amore, se non mi nascondi niente allora posso avere la tua password?". Nessun messaggio di posta, commento o notifica è al sicuro.
Il tasto "Rimuovi dagli amici": una volta in possesso della password del partner, qualsiasi rivale dalla foto profilo provocante o la cui identità è sconosciuta verrà subito rimosso dagli amici.
La trappola: spacciandosi per il partner (password nota), si inizia a contattare i presunti rivali e testare le loro intenzioni con domande e allusioni per far cadere in trappola anche i più astuti.
Il Mi piace minatorio: post, foto, tag, nuove amicizie sono regolarmente marchiati da un Mi piace del partner. Dietro una parvenza di apprezzamento, dimostrano quanto in realtà NON piaccia l'elemento.

Mostra i risultati (317 voti)
Luglio 2014
Mega oscurato in Italia, ecco come accedere
La super fibra ottica è disordinata e made in Italy
Attacchi DDoS in aumento, cosa fare per difendersi
Sat-Fi trasforma lo smartphone in satellitare
Ma chi sono i terroristi?
Il ginecologo che fotografava le donne nude
L'uomo-wiki
BeppeGrillo.it e i macachi di Modena
Gli italiani telefonano di meno, è proprio crisi
Android L aumenta drasticamente la vita della batteria
Tim e Vodafone, gli avvisi diventano a pagamento
La tassa sull'equo compenso e il governo Renzi
Gmail, eliminare la posta già spedita
La Guardia di Finanza oscura DDLStorage
Mondiali di calcio in streaming su Internet
Tutti gli Arretrati

DDLFantasy chiude volontariamente

La chiusura di Megaupload e le retate di pirateria hanno spinto gli amministratori del popolare sito italiano a mollare.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 02-03-2012]

ddlfantasy chiude
(Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)

«Credo sia meglio chiudere baracca prima che lo faccia qualcun altro»: così recita il messaggio d'addio lasciato dall'amministratore di DDLFantasy, con il quale si annuncia la chiusura del sito.

DDLFantasy era un sito italiano di direct download e, nel tempo, era diventato popolare presso chi desiderava scaricare - senza pagare i diritti d'autore - film, serie televisive, musica e software.

Gli avvenimenti degli ultimi tempi hanno spinto i gestori a decidere di sospendere l'attività, visto come si stanno mettendo le cose per chi offre questo servizio.

I motivi sono dunque da ricercare nella chiusura di Megaupload innanzitutto, ma anche in quella di BTJunkie e degli analoghi siti italiani e stranieri, come Library.nu.

Da ultimo, DDLFantasy cita quale motivo della decisione la cattura di SIDCrew e il conseguente stop dato da molti releaser alle proprie attività di condivisione.

«La caccia alle streghe sul diritto d'autore è aperta» si legge sul sito.

Sondaggio
Per via delle leggi sulla condivisione di file e delle nuove forme di protezione anti-copia introdotte sui suporti digitali, i consumatori si trovano sempre più in difficoltà nella fruizione del materiale a cui sono interessati. Come andrà a finire?
I consumatori si rassegneranno a rispettare le leggi, per quanto assurde siano.
Le leggi diventeranno più tolleranti e le case saranno più rispettose dei diritti dei consumatori.
Assisteremo a uno scontro con arresti, processi penali e sfide all'ultimo crack tra chi applica il DRM e gli hacker.
Niente di tutto questo, le leggi rimarranno ma non verranno applicate.

Mostra i risultati (3019 voti)
Leggi i commenti (8)

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Approfondimenti
I dieci siti di torrent più popolari

Commenti all'articolo (10)


PuppinoCbr
"Facevi"..? Beh, su questo si potrebbe aprire davvero un OT ma meglio lasciar perdere. Uno che è ha avuto un benchè minimo contatto con il gran carrozzone discografico, non potrebbe mai fare un'affermazione simile. Leggi tutto
4-3-2012 15:09


Zievatron
@fingam ed io ho appunto messo in conto anche i concerti. Da qualche parte i soldi queste major li prendono!
4-3-2012 14:46


fingam
Le vendite dei cd sono già calate a picco da una vita e non per niente i cantanti/gruppi sono in tour sempre più spesso. Il loro maggior introito adesso sono i concerti, non più i dischi. Una volta registravi un album e con quello facevi i soldi. Adesso registri un album per andare in tour e fare i soldi. Quale sarebbe questo mondo... Leggi tutto
4-3-2012 12:40

{Carlo}
Era ora! Continuate pure a giocare sull'ipocrisia tipica di chi pensa di fottere gratis gli altri: una cosa è una diversa regolamentazione del diritto d'autore che non arricchisca le major e privilegi l'autore, un'altra la pretesa della cultura come proprietà della collettività (????),... Leggi tutto
4-3-2012 12:01


Zievatron
@fingam Sciopero globale del consumo di "contenuti" audiovisivi commerciali di qualunque genere. Sopratutto vendite e noleggi di CD/DVD che calano proprio a picco, ma senza incrementare fonti alternative di incasso per le stesse major, altrimenti non inciderebbe abbastanza. Quindi anche l'affluenza alle sale cinematografiche ed... Leggi tutto
4-3-2012 11:15


fingam
Non capisco però in che modo le major dovrebbero vedere calare drasticamente gli utili a seguito della chiusura dei siti pirata. Leggi tutto
4-3-2012 10:09


PuppinoCbr
@Zievatron Ti quoto in pieno e la penso ESATTAMENTE come te.. Io metterei in ginocchio anche le autostrade e cerco di utilizzarle il meno possibile, almeno fin quando non saranno totalmente pubbliche e/o senza fini di lucro (pagando bene tutti coloro che vi lavorano ma non arricchendo e Benetton di turno).
4-3-2012 02:26


Zievatron
Andrà sempre peggio se la gente non è capace di prendere coscienza del proprio potere ed usarlo. Se gli affari delle major precipitassero rovinosamente a seguito di questi fatti, sono sicuro che farebbero marcia indietro e sarebbero perfino capaci di chiedere scusa se necessario a recuperare qualcosa. Ma ci vuole un'altro popolo. :roll:
4-3-2012 02:17


PuppinoCbr
Non tiriamoci la sfiga!! Su.. PS. Ma siti che risiedono all'estero permissivo, "dialogando" con loro solo attraverso proxy, non è possibile? :roll: Leggi tutto
3-3-2012 11:38


fingam
iniziamo il conto alla rovescia anche per link :x :cry:
2-3-2012 16:43

Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics