La tassa sugli SMS finanzierà la Protezione Civile, o forse no

Sino a due centesimi per messaggio permetteranno di raccogliere i fondi in caso di emergenza. -- Aggiornamento: l'ipotesi sembrerebbe tramontata.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-04-2012]

tassa sms protezione civile
Foto via Fotolia

Saranno gli SMS, in caso di emergenza, a finanziare gli interventi della Protezione Civile: non in forma di contributo volontario, ma come tassa imposta agli operatori (che poi si rivarranno sui clienti).

Questa possibilità è contenuta nel testo di un decreto, trapelato in Rete, che a quanto pare il Consiglio dei Ministri approverà domani.

Si tratta della normativa che riforma la Protezione Civile e, tra le altre cose, stabilisce nuove modalità di finanziamento nei casi di emergenza, come le calamità naturali.

Più precisamente la norma prevede che, in caso di dichiarazione dello stato di emergenza, il Fondo Nazionale di Protezione Civile possa essere aumentato attraverso tre interventi.

I primi due sono costituiti dall'aumento delle accise sui carburanti per un massimo di 10 centesimi: 5 per decisione delle Regioni e 5 per decisione del Governo.

Sondaggio
Che cosa utilizzi per mandare messaggi dal cellulare?
biteSMS - 1.9%
BlackBerry Messenger - 2.2%
ChatON - 0.6%
Google Talk - 3.2%
iMessage - 4.6%
indoona - 4.6%
jaxtr - 0.4%
Msn - 0.9%
Skebby - 1.3%
Skype - 3.0%
Sms - 41.6%
WhatsApp - 35.8%
  Voti totali: 3611
 
Leggi i commenti (13)

La terza misura è, per l'appunto, quella che riguarda gli SMS. In alternativa, o in aggiunta alle misure sul carburante, è prevista la «tassazione fino a una misura massima di due centesimi di euro per ciascuna comunicazione effettuata attraverso l'invio di brevi messaggi di testo (SMS) mediante telefono cellulare, computer o siti internet gestiti dalle società telefoniche».

La notizia, che ancora non ha avuto alcuna conferma ufficiale, sta suscitando molte reazioni di opposizione; da più parti viene considerata una "tassa sui giovani", che fanno un grande uso di questo mezzo di comunicazione.

Aggiornamento ore 22

Sembrerebbe per ora tramontata l'ipotesi di questa nuova tassa, di cui si è discusso per tutto il giorno dopo l'inserimento (articolo 4, comma h) nella bozza del decreto legge di riforma della Protezione Civile.

Il provvedimento, di indubbia impopolarità, avrebbe anche avuto difficoltà nell'attuazione, visto che numerosi gestori vendono gli Sms "a pacchetto" o li regalano. Per non parlare dei metodi alternativi per inviare messaggini, sempre più popolari tra gli utenti di smartphone.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Tassa sugli SMS, pericolo scampato.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 44)

Questo malgrado che la Lega e Finiani (anche di altri partiti minori) raccoglievano le firme per la legalizzazione della prostituzione! Presero una marea di firme compreso quelli dei Comunisti e post-comunisti!!! Ma berluscao decide di appoggiare la linea (divorziato, massone, "varie" e "vivor") della... Leggi tutto
17-4-2012 00:07

Sulla prostituzione sono d'accordissimo!! Oltre ai due punti che hai citato vi e' da aggiungere: distoglieresti le forze dell'ordine da una repressione inutile e bigotta per dirottarli verso attivita' piu' utili. Terzo motivo per legalizzare la prostituzione. Ma quando ho visto che il Premier inziava il mandato andando a messa ho... Leggi tutto
16-4-2012 17:45

Su questo siamo assolutamente d'accordo. (E anche sulla totale delusione verso il governo Monti, mi pare siamo d'accordo...) Ciao. Leggi tutto
16-4-2012 17:29

Basta legalizzare la "maria" e la prostituzione per abbassare di molto le tasse e contemporaneamente aumentare di molto le entrate fiscali. Aumentando anche la sicurezza nazionale (igienica e ordine) e sottraendo soldi alla mafia/delinquenza. Ma per colpa di 4 P###### non lo si pu˛ fare! Anzi grazie agli stessi 4... Leggi tutto
16-4-2012 14:38

Si ma la gente ha smesso di fumare, cosi' tassano solo la benzina! Ricominciate a fumare, dai, che cosi' paghiamo un po' meno tutti!! :weedman: Leggi tutto
16-4-2012 14:04

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
Sondaggio
Che lavoro fai?
Agente di commercio
Operaio
Personale medico
Dirigente - Funzionario
Libero professionista
Forze Armate / Guardia / Vigile
Insegnante
Pensionato
Studente
In cerca di occupazione
Casalinga
Commerciante
Imprenditore
Artigiano
Ecclesiastico
Impiegato

Mostra i risultati (3125 voti)
Maggio 2016
Ragioni per usare la modalità aereo quando non sei in aereo
Il ''Service Pack 2'' di Windows 7
TeslaCrypt, arriva la chiave di sblocco universale
Red Ronnie e la Sindrome delle Due Campane
CryptXXX torna a colpire e non c'è antidoto che tenga
Metroweb, Enel e Telecom: come ricomprare ciò che era tuo
CEO di BioViva si inietta virus e si allunga vita di 20 anni
Tre pianeti simili alla Terra distanti pochi anni luce da noi
Lo smartphone economico dell'ex CEO di Apple
Aprile 2016
Badlock, la minaccia è reale: a rischio tutti i Windows e i Linux
L'asciugamani ad aria è un ricettacolo di virus
6 funzionalità interessanti di Android N
Il successo degli ''inculators''
La fibra di Enel sfida Telecom Italia
Arrestati al cinema perché registravano l'audio
Tutti gli Arretrati


web metrics