Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
Fidanzati sospettosi o inguaribili diffidenti, qual è la vostra arma preferita tra quelle che Facebook mette a disposizione di voi gelosoni per controllare il vostro partner?
I cuoricini in bacheca: un segno per far sentire sempre e dovunque la propria presenza, nonché un espediente per marcare il territorio del partner.
L'applicazione "Chi ti segue di più?": bisogna convincere il partner a usare questa applicazione (apparentemente innocua) per scovare eventuali vittime da annotare sulla propria black list.
Facebook Places: permette di taggare compulsivamente il partner e rendere noto al mondo intero il fatto che lei e il suo lui si trovano sempre insieme.
L'auto tag nelle foto: indispensabile strumento per essere certi di ricevere notifiche qualora un'altra persona osasse commentare o piazzare "Mi piace" alle foto del/della partner.
I commenti minatori: il simpatico approccio ossessivo-compulsivo verso chi tagga il partner o ne invade la bacheca. Di solito consiste in un discreto: "Che bello il MIO amore!"
Il profilo Facebook in comune: un unico profilo scoraggia anche il più audace dei rivali dal tentare un approccio.
La password nota al partner: Della serie: "Amore, se non mi nascondi niente allora posso avere la tua password?". Nessun messaggio di posta, commento o notifica è al sicuro.
Il tasto "Rimuovi dagli amici": una volta in possesso della password del partner, qualsiasi rivale dalla foto profilo provocante o la cui identità è sconosciuta verrà subito rimosso dagli amici.
La trappola: spacciandosi per il partner (password nota), si inizia a contattare i presunti rivali e testare le loro intenzioni con domande e allusioni per far cadere in trappola anche i più astuti.
Il Mi piace minatorio: post, foto, tag, nuove amicizie sono regolarmente marchiati da un Mi piace del partner. Dietro una parvenza di apprezzamento, dimostrano quanto in realtà NON piaccia l'elemento.

Mostra i risultati (317 voti)
Dicembre 2014
Chiude la CEC-PAC, un fallimento da 19 milioni di euro
Telefonini e promozioni natalizie: quale operatore offre di più
Da BMW l'auto che si cerca il parcheggio da sola
Honor T1, il tablet economico di Huawei
Windows 10 integra Cortana e l'app per la Xbox
Treviso, ragazzini condividono filmato hard con Whatsapp
Il reggiseno bionico che solleva e sistema il seno alla perfezione
Il macchinario che trasforma l'acqua in petrolio
Serve davvero proteggere smartphone e tablet Android con un antivirus?
Sony, migliaia di password in una cartella chiamata ''Password''
Mandare in crash WhatsApp con un singolo messaggio di testo
Lo shopping online? Adesso si fa col Bancomat
Novembre 2014
TIM e Vodafone, LTE fino a 225 Mbit/s
Google rende più semplice vedere tutti i dispositivi connessi al proprio account
Toyota Mirai, l'auto a idrogeno che produce energia per la casa
Tutti gli Arretrati

Rivoluzione in Telecom, sedi 187 a rischio

L'amministratore delegato Marco Patuano riorganizza la struttura interna dell'azienda: rischiano la chiusura 11 sedi del 187 nelle maggiori città.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 13-04-2012]

call center telecom patuano

Marco Patuano, diventato amministratore delegato di Telecom Italia nel 2011 (lasciando a Franco Bernabè il posto di presidente, con poteri sulle strategie e la comunicazione), ha deciso di attuare un'autentica rivoluzione dell'assetto interno dell'azienda.

Tale cambiamento investirà l'intero fronte dei call center e, in pratica, si tradurrà nella specializzazione di ogni sede regionale su un unico numero di assistenza ai clienti.

Torino e Bologna avranno competenza sul 191, per la clientela business; Padova, Firenze e Palermo si occuperanno del 119, dedicato alla telefonia mobile; a Genova, Venezia, Ancora, Pescara, Cagliari e Bari toccherà invece il 187.

La situazione odierna prevede invece che ogni sede abbia al proprio interno tutti e tre i tipi di servizio.

La ristrutturazione avrà effetti su più di 15.000 addetti, e comporterà processi di riconversione professionale, organizzativa e di mobilità territoriale.

Sondaggio
Qual è secondo te il problema principale dei call center?
Tempi di attesa troppo lunghi
Mancanza di coordinamento tra settore tecnico e amministrativo
Personale scortese
Personale incapace
Personale capace, ma non addestrato adeguatamente

Mostra i risultati (2849 voti)
Leggi i commenti (13)

Per ora il sindacato non ha mostrato contrarietà, ma vuole garanzie sulla tenuta dei livelli occupazionali.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (4)


Zeus
Più che "Internet", Zeus News ;-)
16-4-2012 08:37

{montoya}
Incredibile come "internet" sappia le cose prima dei diretti interessati. Che amarezza.
16-4-2012 08:34

{Giovanni}
Purtroppo la distruzione della SIP, ora TelecomItalia spa,non è ancora finita. Il risparmio per l'Azienda ( ovvero ulteriore guadagno per azionista) non sempre fa rima con fidelizzazione clientela. Ai " bei tempi " che sembravano brutti avevi sempre e comunque una interfaccia fisica e vicina con cui interaggire, ora... Leggi tutto
14-4-2012 18:12

{ice}
rifelssi occupazionali a parte, la restrutturazione è senz'altro sensata: permetterà di concentrare in ogni sede un maggior numero di livelli decisionali. si spera che questo si rispecchi su una miglior qualità del servizio e capacità dei call-center di scalare correttamente di livello alle segnalazioni... Leggi tutto
13-4-2012 14:23


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics