Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
Qual Ŕ l'invenzione che aspetti di pi¨?
L'auto che si guida da sola, senza conducente
Un chip per migliorare la memoria e incrementare le capacitÓ cognitive dell'uomo
La carne fabbricata in laboratorio
L'auto (o la bicicletta) volante
Un robot personale per i lavori pesanti o noiosi
La macchina per viaggiare nel tempo
La pillola per aumentare la longevitÓ
Nessuna di queste
Non lo so

Mostra i risultati (1067 voti)
Ottobre 2014
Samsung sperimenta la rete mobile 5G a 7,5 Gigabit/s
SIAE, una picconata al monopolio
Il chiavistello smart a prova di scassinatore
Hai scaricato Kill Bill? Arriva la multa
Vantablack, il materiale più nero del nero
Violati i server di Yahoo e Winzip
Mac colpiti da malware
Arriva Windows 10, cosa c'è da sapere (e dove si scarica)
Windows 10, torna il menu Start
Windows 10, tutte le novità
Settembre 2014
Ecco come sarà Windows 10
Il Tar del Lazio boccia il Regolamento Agcom
ShellShock, falla critica in Linux e Mac OS X
L'iPhone 6 si piega in tasca
Nuova ondata di foto rubate a celebrità
Tutti gli Arretrati

Telefonini e cancro, nessuna connessione

Una ricerca della britannica HPA scagiona i cellulari dall'accusa di provocare il cancro.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 01-05-2012]

XL cellulari non fanno male
Foto via Fotolia

Dopo lo studio pubblicato lo scorso ottobre, secondo il quale non ci sono prove che indichino la pericolosità dei cellulari, una nuova ricerca giunge alla stessa conclusione.

A realizzarla è stata la britannica Health Protection Agency, la quale ha riesaminato centinaia di studi precedenti (svolti negli ultimi 15 anni, ossia da quando i telefonini si sono diffusi capillarmente) e le ricerche circa l'influenza delle radiofrequenze di basso livello.

Ciò significa che, oltre a considerare le emissioni dei cellulari, la HPA ha preso in esame anche quelle provenienti da televisori, radio, connessioni Wi-Fi e diverse tecnologie wireless.

Ha così disegnato un quadro da cui si evince come l'esposizione a questo tipo di radiazioni sia «universale e continua in tutto il Regno Unito».

Tuttavia, nonostante questa esposizione la HPA - che secondo la BBC avrebbe in questo modo compiuto la ricerca più costosa mai realizzata - non ha trovato alcun legame definitivo con l'insorgenza di tumori al cervello, di modifiche alle funzioni cerebrali o di infertilità.

Anthony Swerdlow, a capo dello studio, tiene a precisare: «ci sono ancora alcune limitazioni che ci impediscono di formulare un giudizio definitivo, ma le prove non hanno dimostrato alcun effetto negativo sulla salute umana dell'esposizione a radiofrequenze inferiori ai livelli indicati nelle linee guida accettate a livello internazionale».

Sondaggio
Confessa. Hai mai acquistato un farmaco online?
Assolutamente no, Ŕ un reato.
Fossi matto! E' un rischio per la salute.
Non si dovrebbe... ma lo ammetto, qualche volta Ŕ successo.
Lo faccio abitualmente anche se Ŕ contro la legge o pericoloso.

Mostra i risultati (2808 voti)
Leggi i commenti (18)

La HPA raccomanda comunque la continuazione degli studi, dato che questa tecnologia è «relativamente nuova»: è meglio dunque tenere alta l'attenzione.

«Non si può sapere quali siano le conseguenze sul lungo periodo di qualcosa che esiste da poco tempo» ha spiegato Swerdlow, il quale quindi consiglia di «tenere d'occhio il numero di tumori al cervello e degli altri tumori».

In questo senso e in via cautelativa, «la HPA raccomanda che l'uso eccessivo dei cellulari da parte dei bambini venga scoraggiato».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 8)


mda
Oddio sulle percentuali di uni e altri non sarei tanto sicuro.... Comunque viene spacciata moltissima roba come progresso che in realtÓ progresso non Ŕ per infinocchiare parecchia gente. Dunque con una parte progressista esiste una parte conservatore. Di solito un giovane Ŕ progressista mentre un vecchio Ŕ conservatore. Infatti in... Leggi tutto
8-5-2012 23:12


Blind Guardian
In Italia siamo privilegiati e conosciamo bene gli effetti di onde elettromagnetiche di vario tipo grazie soprattutto alle antenne di Radio Maria che guarda caso si sono venute a trovare loro malgrado in aree ad alto rischio leucemia... Certo un cellulare Ŕ ben altra cosa, ma sicuramente la sua parte la fa anche fingendo di dimenticare i... Leggi tutto
3-5-2012 10:27


doctorzibo
Buongiorno a tutti, scusate la domanda da ignorante: nell'articolo si riporta una frase di Anthony Swerdlow che dice: <... non hanno dimostrato alcun effetto negativo sulla salute umana dell'esposizione a radiofrequenze inferiori ai livelli indicati nelle linee guida accettate a livello internazionale. > Quali sono questi livelli... Leggi tutto
3-5-2012 08:08

GiuMaz
Non hai tutti i torti, ma forse non mi sono spiegato bene. Non mi riferivo a una paura del progresso da bigotto, stile caccia alle streghe, che come mi fai notare riguarda solo una piccola parte di mondo che evidentemente non gira a scrivere messaggi su siti di tecnologia :) Quello a cui mi riferivo Ŕ proprio a una paura irrazionale,... Leggi tutto
3-5-2012 06:44


Zievatron
@GiuMaz Che tu ti trovi bene tra noi mi fa piacere. Per˛ hai scritto una gran cavolata. Ad aver paura del progresso sarÓ una insignificante minoranza di sciocchi bigotti che non fanno testo proprio per niente. Sei tu, ed alcune altre persone similmente a te, a dar loro peso ed enfatizzare la loro presenza. Ma puoi star certo che c'Ŕ... Leggi tutto
2-5-2012 23:22

Leggi gli altri 3 commenti nel forum Telefonia Mobile
Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics