Cofondatore di Facebook lascia gli USA per sfuggire alle tasse

Con l'IPO si troverà per le mani quasi 4 miliardi di dollari. Per evitare il fisco abbandonerà la cittadinanza americana.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 15-05-2012]

eduardo saverin tasse facebook
Eduardo Saverin

Il nome di Eduardo Saverin con buona probabilità non dirà nulla ai più, ma il suo ruolo nella creazione di Facebook è tutt'altro che secondario.

Fu lui, infatti, a finanziare il progetto quando ancora si chiamava The Facebook ed era soltanto la creazione di uno sconosciuto studente di Harvard; allora ne deteneva il 33%.

Poi, a causa delle divergenze con Mark Zuckerberg, lasciò la società, mantenendo però la proprietà del 4% (e l'onore di essere considerato tra i cofondatori del social network): una percentuale che, se l'imminente IPO andrà come si prevede, varrà circa 3,84 miliardi di dollari.

Se ora il nome di Saverin è tornato alla ribalta è perché questi ha deciso di rinunciare alla cittadinaza americana e di acquisire quella di Singapore.

Ufficialmente, la motivazione parla dell'intenzione, espressa da Saverin, di risiedere laggiù a tempo indeterminato, ma la concomitanza dell'annuncio con la quotazione in Borsa di Facebook lascia pensare che dietro ci sia altro: in particolare, il tentativo di sfuggire al fisco americano.

Sondaggio
Facebook è un gran bel social network, però...
... genera dipendenza e condiziona la mia vita reale.
... mi rende più ansioso o più depresso del solito.
... non c'è nessun "però".
... non lo uso.

Mostra i risultati (1692 voti)
Leggi i commenti

Abbandonare il passaporto USA sarebbe infatti soltanto un modo per pagare meno tasse sul capitale che si troverà tra le mani di qui a pochi giorni (non che attualmente Eduardo Saverin sia povero, dato che a quanto scrive Bloomberg è già miliardario).

D'altra parte, la fuga - se di questo si tratta - riuscirà soltanto in parte: la legge americana prevede infatti che quanti rinunciano alla cittadinanza paghino una tassa sulle plusvalenze delle partecipazioni azionarie, anche se non vendono le proprie azioni.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (3)

E per fortuna che in USA il fisco non è che sia poi così cattivo con i ricchi ai quali chiede molto di meno di quanto da noi si chieda ad un operaio... Comunque concordo con Merlin, se viene in Italia non dovrà proprio pagare nulla. :twisted:
17-5-2012 18:56

{apolide}
residenza o cittadinanza? attenzione: i tributi si pagano dove hai la residenza... non mi risulta che sia necessario rinunciale anche alla cittadinanza!
15-5-2012 14:15

Il nuovo Paperone sbaglia paradiso fiscale. Infatti avendo soldi da buttare, potrebbe venire da noi, dove i ricchi diventano nababbi e tutti gli altri sempre più poveri.
15-5-2012 10:17

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
Sondaggio
Quali sono i benefici maggiori che deriverebbero da una politica e una pubblica amministrazione più aperta e trasparente ai cittadini?
I giornalisti potrebbero informarsi più facilmente sulle attività di politici e amministratori e l'informazione al pubblico sarebbe più ampia e dettagliata.
Politici e amministratori renderebbero maggiormente conto ai cittadini del loro operato.
La qualità dei servizi in generale migliorerebbe.
L'opinione pubblica avrebbe più peso nelle decisioni amministrative e politiche.
In generale i nostri rappresentanti avrebbero elementi per prendere decisioni più appropriate.

Mostra i risultati (466 voti)
Aprile 2016
Badlock, la minaccia è reale: a rischio tutti i Windows e i Linux
Netflix lancia l'HDR, Amazon il Prime Video con pagamento mensile
6 funzionalità interessanti di Android N
Il successo degli ''inculators''
La fibra di Enel sfida Telecom Italia
Arrestati al cinema perché registravano l'audio
Marzo 2016
L'FBI è entrata nell'iPhone del terrorista
Romanzo scritto dal computer va in finale per premio letterario
Il phishing di Equitalia
Il campo magnetico della felicità
Chiavetta Usb con butt plug: i tuoi dati in un posto veramente sicuro
WhatsApp, arrivano le chiamate cifrate
Google svela Android N
Come rubare gli account di Facebook
La foto del ladro con lo scanner per carte di credito senza contatto
Tutti gli Arretrati


web metrics