Sondaggio
Qual è lo strumento di informazione di cui ti avvali di più?
I media tradizioniali (Tv, radio, stampa, ecc.)
Internet, soprattutto i siti autorevoli (Repubblica, Corriere, ecc.)
Internet, soprattutto i siti indipendenti o di controinformazione
Internet, soprattutto i social network (Twitter, Facebook, ecc.)
Non mi fido di nessun media e credo solo a quello che vedo

Mostra i risultati (2395 voti)
Aprile 2015
La falla in iOS che rende inutilizzabili iPhone e iPad
Nuove tariffe, Agcom chiede più trasparenza a Telecom Italia
Eliminare le funzionalità di Windows indesiderate
Auto senza chiave troppo facili da aprire
La guida alla banda larga Comune per Comune
È un treno? È un aeroplano? No, è Horizon
Il browser per navigare su piattaforma distribuita
La batteria prossima ventura
Carcerato manda via mail un falso ordine di scarcerazione
Modificare la schermata di login
Poteva cancellare tutti i video di Youtube e non l'ha fatto
WhatsApp, le chiamate vocali sono realtà
Marzo 2015
Decreto antiterrorismo, evitato il trojan di Stato (per ora)
Come riutilizzare uno smartphone
Attenzione a Whatsappchiamate
Tutti gli Arretrati

Francia, non c'è solo l'HADOPI a denunciare gli utenti

Le associazioni a tutela del copyright dicono di voler colpire solo i grandi condivisori ma non esitano a portare in tribunale anche i piccoli.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 24-05-2012]

La francese ALPA - Association de Lutte Contre la Piraterie Audiovisuelle (Associazione di Lotta Contro la Pirateria Audiovisiva) - ha denunciato un quarantenne "pescato" nel 2011 a condividere tramite eMule poco meno di una ventina di film nel giro di ventiquattr'ore.

Nonostante l'associazione si vanti di perseguire soprattutto i capifila della diffusione illegale e l'uomo in questione non sia un downloader professionale, l'ALPA ha fatto in modo che questi debba ora vedersela con il tribunale di Bordeaux.

Pur avvenendo in terra francese, la performance è indipendente dalla normativa HADOPI 2, che colpisce chi condivide le opere protette dal diritto d'autore con sanzioni che possono arrivare sino alla disconnessione da Internet.

«Sorvegliamo in continuazione diverse centinaia di opere audiovisive» - si vantano quelli dell'ALPA - "e abbiamo ricevuto dalla Commissione Nazionale Informatica e Libertà (CNIL) il permesso di estrarre dal nostro database la connessione che ha messo online la maggior parte delle opere protette».

L'associazione puntualizza di non aver nulla a che vedere con le procedure dell'HADOPI ma di essere autorizzata ad avvalersi dei risultati delle indagini messe in opera dalla Trident Media Guardian (TMG).

Sondaggio
I provider che filtrano il peer to peer
consentono a tutti gli utenti di usufruire della banda larga
ledono i diritti degli utenti che hanno acquistato un abbonamento a banda piena

Mostra i risultati (5779 voti)
Leggi i commenti (10)

Vien da chiedersi a questo punto quale sia il marchingegno tecnico/giuridico posto in essere con successo dalla ALPA, anche perché questa ha affermato di non aver richiesto in questo caso i servizi della TMG, che nel 2010 ricevette una "menzione speciale" ai Big Brother Award per «aver fatto quanto di meglio si possa per minacciare la privacy».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (3)


Zievatron
Macchè galera! Sono costati già troppo. L'unica, imho, è la ghigliottina. :evil:
21-6-2012 15:02


Gladiator
Troppo vero! Non mi stancherò mai di ripeterlo usano i nostri soldi per difendere i loro interessi. In galera dovremmo metterli! :twisted: :twisted: :twisted:
26-5-2012 17:26


mda
Una montagna di associazioni che costano agli utenti! Miliardi sprecati. Ciao
25-5-2012 15:55


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics