Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
A inizio millennio per lavorare nella new economy bisognava trasferirsi nelle grandi città, soprattutto Milano. Oggi la banda larga si è diffusa, ci sono nuove piattaforme di collaborazione ed è cambiato l'approccio al lavoro. Alla luce di questo...
Abito in una grande città e qui rimarrò.
Abito in una grande città ma sto valutando di trasferirmi in provincia.
Abito in provincia e non mi sposterò di certo.
Abito in provincia ma sto valutando di trasferirmi in una grande città.
Abitavo in una grande città ma mi sono traferito in provincia.
Abitavo in provincia ma mi sono trasferito in una grande città.
Città o provincia non fa grande differenza, ma mi sono trasferito (o sto valutando di trasferirmi) all'estero.

Mostra i risultati (805 voti)
Ottobre 2014
Honor 6, lo smartphone 4G più veloce del mondo
Trovare le chiavi sotto lo zerbino con Google
La batteria che dura vent'anni e si ricarica in due minuti
Google lancia Inbox, l'email intelligente
L'ombrello ad aria
L'invenzione italiana che rende potabile l'acqua radioattiva
Samsung sperimenta la rete mobile 5G a 7,5 Gigabit/s
SIAE, una picconata al monopolio
Il chiavistello smart a prova di scassinatore
Hai scaricato Kill Bill? Arriva la multa
Vantablack, il materiale più nero del nero
Violati i server di Yahoo e Winzip
Mac colpiti da malware
Arriva Windows 10, cosa c'è da sapere (e dove si scarica)
Windows 10, torna il menu Start
Tutti gli Arretrati

Come difendersi da un attacco di zombie

In Canada si invitano i cittadini a stare sul chi vive per fronteggiare un'invasione di morti viventi. [Video]



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 30-05-2012]

z.a.

«Non crediamo probabile che uno zombie bussi alla vostra porta ma pensiamo che se siete pronti ad affrontare gli zombie sarete pronti a superare qualunque catastrofe naturale».

È questa la sostanza della campagna pubblicitaria - indubbiamente al limite della "bufala" ma senz'altro efficace - messa in campo dall'altra parte dell'Atlantico, a opera della provincia canadese della Columbia Britannica. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Come ti comporti quando ricevi una "bufala" via email?
A costo di cancellare anche avvisi potenzialmente veri, straccio tutto appena arriva.
Li leggo e inoltro solo quelli che ritengo potenzialmente veri, ma all'atto pratico non me ne curo.
Inoltro quelli veri e ne seguo le indicazioni.
Ma quali bufale? Ho appena vinto 1.000.000 di euro rispondendo a una email.
Io stesso ho messo in circolazione qualche bufala.

Mostra i risultati (2354 voti)
Leggi i commenti (23)
Tutto ciò serve a promuovere il sito internet creato per sensibilizzare la popolazione sui rischi di alluvioni, inondazioni, incendi, terremoti e disastri in generale.

Il richiamo alle aggressioni dei "morti viventi" non è dunque che un modo divertente di istruire gli abitanti su come premunirsi contro eventuali catastrofi ed eventualmente come affrontarle.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (1)


cisco
Sì, sì, possiamo anche sorridere. Però da loro, i terremoti che arrivano fino a 7,5 Ml e sono frequentissimi come da noi, non hanno mai fatto vittime, se non per gente che è morta di infarto. Lì fanno un esercitazione nazionale all'anno (l'esercitazione la fanno anche i cittadini, eh), non costruiscono con sabbia di mare, non hanno il... Leggi tutto
31-5-2012 20:04

Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics