Un BitTorrent veramente anonimo

Tribler, il client BitTorrent che fa a meno dei server, diventa ancora più veloce e protegge la privacy degli utenti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 04-06-2012]

tribler anonimo
Johan Pouwelse

Tribler, il client BitTorrent decentralizzato e pressoché inarrestabile, sta per guadagnare un nuovo merito: l'anonimato.

Parlando a un evento all'Università di Stanford il dottor Johan Pouwelse, leader del progetto, ha spiegato che sta lavorando sull'aggiunta di un livello proxy» alla rete di client Tribler.

Al momento, ciò che caratterizza Tribler rispetto al normale funzionamento di BitTorrent è l'assoluta mancanza di server centrali: la ricerca e il download avvengono direttamente tra gli utenti.

La novità cui sta lavorando Pouwelse è aggiungere dei proxy che forniscano una "cache" dei contenuti, proteggano l'identità degli utenti e, come dimostrano i test condotti sinora, incrementino la velocità dei download.

«Il nostro scopo» - spiega il dottor Pouwelse - «è fornire a tutti gli utenti la velocità di download che oggi si può trovare soltanto nelle comunità BitTorrent private, combinata con la privacy che al momento è offerta soltanto dai servizi VPN a pagamento».

Sondaggio
I provider che filtrano il peer to peer
consentono a tutti gli utenti di usufruire della banda larga
ledono i diritti degli utenti che hanno acquistato un abbonamento a banda piena

Mostra i risultati (5838 voti)
Leggi i commenti (10)

Gli esperimenti hanno mostrato che l'aumento della velocità è tale da rendere Tribler migliore di clienti come uTorrent, e che al tempo stesso questa soluzione garantisce agli utenti una riservatezza che l'utilizzo dei soli clienti BitTorrent non può fornire.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Una VPN per superare i firewall cinesi
USA, diritto all'anonimato anche per chi condivide file

Commenti all'articolo (5)

{Franco}
Mah, non si scarica proprio nulla, è inutile.
20-7-2012 08:19

{ranx}
provato ieri sera e già disinstallato, unico indizio di qualche attività del programma... l'hard disk che continua a rumoreggiare pur non scaricando nulla. programma pesante rispetto al mio µTorrent 1.8.2 che non ha neppure bisogno di installazione ;)
5-6-2012 22:21

eh... piu' hop introduci, piu' rallenti, ma se veramente viaggi coperto merita impiegare un po' piu' di tempo, della grafica chi se ne frega, mica resti a guardare l'oblo' della lavatrice mentre lava ;-) Mauro Leggi tutto
5-6-2012 03:09

... è anche leggermente più pesantuccio ...
5-6-2012 01:32

Simpatica l'idea di un motore di ricerca interno, bruttina l'interfaccia grafica, ed è un pò più lento rispetto al glorioso uTorrent. Chissà...con gli aggiornamenti potrà sicuramente migliorare.
4-6-2012 23:00

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
Sondaggio
Secondo te, come bisogna definire chi commette intrusioni informatiche?
un hacker
un cracker
un grissino

Mostra i risultati (3772 voti)
Aprile 2016
Badlock, la minaccia è reale: a rischio tutti i Windows e i Linux
Netflix lancia l'HDR, Amazon il Prime Video con pagamento mensile
6 funzionalità interessanti di Android N
Il successo degli ''inculators''
La fibra di Enel sfida Telecom Italia
Arrestati al cinema perché registravano l'audio
Marzo 2016
L'FBI è entrata nell'iPhone del terrorista
Romanzo scritto dal computer va in finale per premio letterario
Il phishing di Equitalia
Il campo magnetico della felicità
Chiavetta Usb con butt plug: i tuoi dati in un posto veramente sicuro
WhatsApp, arrivano le chiamate cifrate
Google svela Android N
Come rubare gli account di Facebook
La foto del ladro con lo scanner per carte di credito senza contatto
Tutti gli Arretrati


web metrics