Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
Quale mezzo di trasporto pubblico sostituirà quelli attuali nel giro dei prossimi 50 anni?
Evacuated Tube Transport: l'evoluzione dei treni a levitazione magnetica; questi veicoli sono in grado di raggiungere i 6.500 km/h perché viaggiano all'interno di tunnel in cui è creato il vuoto.
String Transport System: cabine sospese fino a 30 metri dal suolo che corrono su binari di acciaio e cemento a oltre 500 km/h.
Tubular Rails: i treni viaggiano a 240 km/h all'interno di anelli sollevati dal suolo che contengono i motori e le ruote, mentre le carrozze ospitano i binari.
I bus viaggiano al di sopra del traffico automobilistico, il quale scorre sotto di loro, usando piccole rotaie poste ai lati della strada.
Shweeb: monorotaia monoposto sospesa e a pedali che permette di raggiungere i 45 km/h.
SolarBullet: il treno ad alta velocità (354 km/h) alimentato a energia solare attualmente allo studio in Arizona (USA).
Treni elettrici che non necessitano di binari perché viaggiano su strada e ricevono l'energia dal sistema contactless installato al di sotto dell'asfalto.
SARTRE: le automobili viaggiano in convogli gestiti dall'intelligenza artificiale; si uniscono i vantaggi del trasporto pubblico alla flessibilità del trasporto privato.
Startram, il maglev orbitale: gli ultimi 20 chilometri del tracciato (di oltre 1.600 km) puntano verso l'alto per portare in orbita i treni.
Ascensore spaziale: una stazione posta a quasi 100.000 km da terra e collegata al suolo da cavi costituiti da nanotubi di carbonio, per portare in orbita uomini e materiali con costi relativamente contenuti.

Mostra i risultati (2167 voti)
Settembre 2014
Sfondare le reti Wi-Fi al primo tentativo
Come disinstallare definitivamente il software
Agosto 2014
Così si aggira la censura, anche da smartphone
Il divano che si trasforma in letto a castello
Come ti buco l'app di Gmail (e non solo)
Il video dell' ''alieno'' sulla Luna
Microsoft accelera e toglie i veli a Windows 9 a settembre
Curriculum vitae per aziende hi-tech
Google offre un milione a chi creerà un piccolo inverter
La batteria al grafene che ricarica l'auto in pochi minuti
Ripulire l'isola di plastica del Pacifico
Si fotografa nuda nel palazzo del governo
L'estensione per gli ebook di Amazon in versione pirata
Il robot-origami è il primo vero transformer
Napoli lascia il Pinguino e ritorna con Microsoft
Tutti gli Arretrati

Fotolia regala un'altra opera d'artista

Il lavoro dell'artista Takeshi è disponibile gratuitamente in formato PSD per un tempo limitato.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-06-2012]

astratto

Anche questo mese Fotolia ci regala un'opera di un artista, grazie alla TEN Collection.

Come vi avevamo anticipato qualche tempo fa, ogni mese Fotolia rende disponibili le opere di un artisti: 10 temi per 10 mesi e 10 file PSD.

Si può infatti scaricare gratuitamente (ma solo per 24 ore) il file sorgente in formato PSD - incluse texture, stili, pattern e filtri dinamici - di un artista internazionale e conoscere le sue tecniche di lavorazione.

Avendo accesso gratuito ai file sorgente di lavori complessi, realizzati da professionisti di successo, gli utenti possono contribuire alla crescita tecnica e artistica di una community globale di appassionati dell'immagine.

L'artista del mese di giugno è Emeric Trahand, meglio noto come Takeshi, e il tema della sua opera è Lifestyle.

Takeshi, 30 anni, originario di Sant'Etienne in Francia, lavora e vive a New York.

Ha iniziato la sua carriera creando volantini e depliant per gli amici. Afferma di aver seguito sempre il suo gusto personale e le sue idee, per lui è estremamente importante focalizzarsi sulla propria visione e dare originalità a ogni lavoro. Questo è probabilmente stato il punto forte del suo percorso artistico.

Ha concentrato il suo lavoro sulla post-produzione delle immagini, e raffinando la sua tecnica ha iniziato a lavorare come freelance per diverse agenzie internazionali; ora a New York lavora per la pubblicità televisiva.

Sondaggio
Secondo te, in quale di questi campi la realtà aumentata potrebbe portare più innovazione?
Medicina
Beni culturali
Videogiochi
Entertainment
Architettura
Altro (specificare nei commenti)
Realtà de che?

Mostra i risultati (2086 voti)
Leggi i commenti (19)

Il nome d'arte Takeshi rispecchia pienamente il carattere dell'artista e delle sue opere, che traggono ispirazione soprattutto dalla cultura giapponese, dalla letteratura dei Samurai e dalle performance teatrali.

E' proprio navigando nel database di Fotolia, che l'Emeric ha selezionato le immagini che lo ispiravano di più per realizzare il tema "Astratto": yn'esplosione di oggetti, un mix di foto e immagini 3D, insieme di simboli e culture che danno a questa opera un'impronta surrealista. Takeshi ha creato e ritoccato diversi elementi dell'opera, come la maschera o le pietre, che sono molto vicini a un render 3D.

Puoi scoprire la tecnica utilizzata, i vari livelli e gli effetti realizzati, scaricando gratuitamente Il file PSD dell'artista solo per 24 ore in formato A3 (150 DPI) da domani (venerdì 8 giugno) dalle 10:00 sul sito Fotolia.

Sarà poi disponibile in vendita in A3 (300 DPI) al costo di 7 euro. L'acquisto del file abilita all'utilizzo professionale degli elementi di grafica e degli effetti di stile contenuti. Le immagini dalla collezione online Fotolia utilizzate per la creazione del PSD saranno rese disponibili gratuitamente per uso solo personale, ma potranno essere acquistate sul sito se si intende farne un utilizzo professionale.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (1)

{Luca B.}
E' davvero imbarazzante... e questa sarebbe un'opera? Sembra uno di quei poster da bar anni fine anni ottanta/inizio novanta, quando s'iniziava ad usare photoshop 2, da installare coi dischetti floppy. Unica cosa positiva... è che almeno è in regalo :D
8-6-2012 12:57

Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics