Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
Sei favorevole all'utilizzo dei tablet al posto dei libri di scuola?
Sì. L'iPad con i libri multimediali è una figata.
No. È una spesa in più a carico delle famiglie.
Sì. Salviamo gli alberi e inquiniamo con l'e-garbage.
No. I tablet hanno un'obsolescenza tecnologica che galoppa: dopo cinque anni, usati tutti i giorni, sarebbero completamente da buttare.
Sì. Cambia la forma ma non la sostanza e la qualità dell'insegnamento.
No. Gli studenti non imparerebbero più a prendere appunti su carta, a scrivere e a fare i conti a mente.
Sì, ma dalle scuole medie in avanti: alle elementari un bambino dovrebbe imparare a leggere su libri veri. Dovrebbe imparare a consultare l'indice in fondo al libro e a cercare dei documenti in una biblioteca vera e organizzarli, non a fare copia e incolla da internet.
No. Gli stessi docenti, in molti casi, non avrebbero la più pallida idea di come utilizzarli. Per non parlare del Ministero che dovrebbe decidere quali programmi si devono o non si devono usare.

Mostra i risultati (866 voti)
Ottobre 2014
Il gettone telefonico, questo sconosciuto
Honor 6, lo smartphone 4G più veloce del mondo
Trovare le chiavi sotto lo zerbino con Google
La batteria che dura vent'anni e si ricarica in due minuti
Google lancia Inbox, l'email intelligente
L'ombrello ad aria
L'invenzione italiana che rende potabile l'acqua radioattiva
Samsung sperimenta la rete mobile 5G a 7,5 Gigabit/s
SIAE, una picconata al monopolio
Il chiavistello smart a prova di scassinatore
Hai scaricato Kill Bill? Arriva la multa
Vantablack, il materiale più nero del nero
Violati i server di Yahoo e Winzip
Mac colpiti da malware
Arriva Windows 10, cosa c'è da sapere (e dove si scarica)
Tutti gli Arretrati

La moto d'acqua col jetpack

Jetovator è una moto a reazione che s'alza sull'acqua fino a 9 metri e si immerge fino a 3 metri. [Video]



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 19-06-2012]

jetovator moto acqua reazione
(Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)

Sembra nato dall'incrocio di una moto d'acqua e di un jetpack: si chiama Jetovator ed è un mezzo a reazione che ridefinisce il concetto di "sport acquatico".

A una prima occhiata pare una bicicletta, ma senza le ruote; c'è però un lungo tubo che finisce a una moto d'acqua decisamente tradizionale ma importante, poiché funge da motore. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Qual è il prodotto che più ti attira tra questi?
Un lettore di ebook
Uno smartphone di ultima generazione
Un tablet o pad
Un navigatore satellitare
Un lettore Mp3 e/o video (portatile o da salotto)

Mostra i risultati (4121 voti)
Leggi i commenti (4)
Nel tubo viene infatti immessa l'acqua ad alta pressione - pescata dal bacino sottostante - che viene poi espulsa dagli ugelli di Jetovator, che in questo modo è in grado di spostarsi a una velocità massima di 40 km/h e di elevarsi sino a 9 metri d'altezza.

Può anche immergersi sino a 3 metri di profondità per poi riemergere senza alcun problema, come il video che riportiamo qui sotto mostra meglio di qualunque descrizione.

Jetovator è in vendita a quasi 9.000 dollari (prezzo che vale per il Basic Kit, che comprende la struttura in alluminio, il corpo in fibra di vetro e un tubo da 15 metri). Richiede, come già detto, una moto d'acqua già esistente che funga da motore.

jetovator
(Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)
jetovator
(Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)
jetovator
(Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 15)


Zievatron
Quoto Gladiator. Cose come queste sono la prova inconfutabile che una grossa fetta dell'umanità è votata all'autodistruzione. Padronissima! Io non mi sognerei mai di fare niente per salvarla. Sono libertario convinto. Ma perchè ci devo finire di mezzo pure io? :evil:
24-6-2012 12:38


Gladiator
A me, francamente, sollecita solo sentimenti simili a quelli di stx e Danielix. :umpf: E condivido in pieno le considerazioni di paolodegregorio.
23-6-2012 16:25

neobaumuth
Concordo per quel che riguarda la natura e l'inquinamento, ma il mio diavoletto interiore non può fare a meno di sbavare pensando al divertimento assoluto che soprattutto la versione zapata potrebbe garantire...
22-6-2012 13:08


Stx
Senza secondo pilota l'evento del pilota che si fracassa il cranio cadendo per errore sulla moto d'acqua sarebbe piu' probabile. Con il secondo pilota l'evento e' meno probabile ma senz'altro piu' spettacolare.. :reddot: :wink: Leggi tutto
21-6-2012 16:58

paolodegregorio
che brutta notizia! Mi guardo piccole barche a vela che stanno veleggiando belle, tranquille, senza rumore nel golfo davanti ai miei occhi e penso che la natura gode di essere rispettata. Ma purtroppo so che la realtà del divertimentificio marino comprende moto d'acqua e tanti altre mostruosità. E l'ambiente? e chi se ne frega
20-6-2012 19:59

Leggi gli altri 10 commenti nel forum Hardware
Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics