Sondaggio
Come vedi il futuro dell'umanità, in ambito scientifico?
Il futuro è nella condivisione delle conoscenze. L'arroganza delle multinazionali nei confronti della proprietà intellettuale è solo il canto del cigno: infatti grazie alle tecnologie il sapere non potrà più essere detenuto da pochi potenti.
Per tutelare ricerche che richiedono investimenti cospicui, la proprietà intellettuale è uno strumento equo e ragionevole. Lo strapotere attuale della grande industria va solo limitato nel tempo ed emendato dagli aspetti più truci.
Lo scenario più probabile è un doppio binario tra scienza proprietaria e open source. La prima coprirà i settori che richiedono investimenti a lungo termine, la seconda quelli in cui la cooperazione raggiunge i risultati migliori.
Il potere si concentra dove c'è il denaro. Volenti, o nolenti, i big dell'economia mondiale si accaparreranno tutte le fonti di conoscenza, e sapranno farle fruttare a dovere, per il bene dell'umanità.

Mostra i risultati (899 voti)
Maggio 2015
Navigazione più privata e sicura con Freedome
Paypal, multa di 25 milioni per il credito ''revolving''
Google manda le multe ai pirati
Halfbike, bicicletta a metà
I server virtuali hanno un bug peggiore di Heartbleed
Le 7 versioni di Windows 10
Wind e 3 Italia, fusione in vista
8 errori da evitare per non essere hackerati
Da Tesla il Powerwall per risparmiare elettricità in casa
Falla in Wordpress, milioni di siti vulnerabili
Microsoft logga gli IP dei pirati di Windows 7
Se la stazione rivela la password in diretta TV
Fastweb e Telecom Italia si alleano per la banda larga
La batteria all'alluminio che ricarica lo smartphone in 1 minuto
Aprile 2015
Copyright sui trattori, i contadini non possono ripararli
Tutti gli Arretrati

Firmato il contratto delle telecom

Le organizzazioni sindacali e Confindustria siglano il contratto delle telecomunicazioni.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 01-02-2013]

Cgil, Cisl e Uil siglano con la Asstel e Confindustria il nuovo contratto nazionale delle imprese di telecomunicazioni per il triennio 2012-2014, valido per grandi aziende come Telecom Italia, Vodafone, Wind, H3G, Fastweb e Almaviva.

Il contratto prevede a regime un aumento di 135 euro lordi per il 5° livello, considerato il livello medio del settore: 45 euro dal 1° aprile 2013, 25 euro dal 1°ottobre 2013, 13,30 euro dall'aprile 2014, 14,35 euro dall'ottobre 2014. A copertura del 2012 saranno corrisposti 400 euro di una tantum forfettaria di arretrati.

Ora il contratto sarà sottoposto all'approvazione delle assemblee dei lavoratori e se non ci saranno problemi gli aumenti saranno corrisposti nel mese di aprile.

Sondaggio
A quali condizioni lavoreresti da casa anziché in ufficio?
Accetterei uno stipendio inferiore perché risparmierei sui trasporti e in tempo.
Vorrei uno stipendio maggiore perché l'azienda risparmierebbe su locali, strumenti, sicurezza.
Allo stesso stipendio.
Non rinuncerei al lavoro in ufficio per nulla al mondo.

Mostra i risultati (1687 voti)
Leggi i commenti (7)

Sono stati stabiliti anche alcuni criteri per gli appalti nei call center a garanzia dell'occupazione.

Farà molto probabilmente discutere la nuova facoltà concessa alle aziende in caso di difficoltà economiche nei call center: dopo consultazione con il sindacato potranno applicare una forma di part-time con una riduzione al massimo del 30% dell'orario di lavoro, utilizzando anche il monte ore dei permessi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
Telecom Italia, telelavoro per il 10% in meno di salario

Commenti all'articolo (2)

.giovanni.
queste sono gli aumenti corretti 45,00 25,00 30,00 35,00
4-2-2013 10:57

{controcomunicando}
non capisco "...Ora il contratto sarà sottoposto all'approvazione delle assemblee dei lavoratori e se non ci saranno problemi ...", perchè nella seconda pagina del contratto fa bella evidenza: ""INOLTRE LE PARTI SI RICONOSCONO E CONDIVIDONO QUANTO ESPRESSO DALLE PREMESSE DELL'ACCORDO INTERCONFEDERALE DEL 28 GIUGNO... Leggi tutto
2-2-2013 13:12


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics