Firmato il contratto delle telecom

Le organizzazioni sindacali e Confindustria siglano il contratto delle telecomunicazioni.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 01-02-2013]

Cgil, Cisl e Uil siglano con la Asstel e Confindustria il nuovo contratto nazionale delle imprese di telecomunicazioni per il triennio 2012-2014, valido per grandi aziende come Telecom Italia, Vodafone, Wind, H3G, Fastweb e Almaviva.

Il contratto prevede a regime un aumento di 135 euro lordi per il 5° livello, considerato il livello medio del settore: 45 euro dal 1° aprile 2013, 25 euro dal 1°ottobre 2013, 13,30 euro dall'aprile 2014, 14,35 euro dall'ottobre 2014. A copertura del 2012 saranno corrisposti 400 euro di una tantum forfettaria di arretrati.

Ora il contratto sarà sottoposto all'approvazione delle assemblee dei lavoratori e se non ci saranno problemi gli aumenti saranno corrisposti nel mese di aprile.

Sondaggio
A quali condizioni lavoreresti da casa anziché in ufficio?
Accetterei uno stipendio inferiore perché risparmierei sui trasporti e in tempo.
Vorrei uno stipendio maggiore perché l'azienda risparmierebbe su locali, strumenti, sicurezza.
Allo stesso stipendio.
Non rinuncerei al lavoro in ufficio per nulla al mondo.

Mostra i risultati (1864 voti)
Leggi i commenti (7)

Sono stati stabiliti anche alcuni criteri per gli appalti nei call center a garanzia dell'occupazione.

Farà molto probabilmente discutere la nuova facoltà concessa alle aziende in caso di difficoltà economiche nei call center: dopo consultazione con il sindacato potranno applicare una forma di part-time con una riduzione al massimo del 30% dell'orario di lavoro, utilizzando anche il monte ore dei permessi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
Telecom Italia, telelavoro per il 10% in meno di salario

Commenti all'articolo (2)

.giovanni.
queste sono gli aumenti corretti 45,00 25,00 30,00 35,00
4-2-2013 10:57

{controcomunicando}
non capisco "...Ora il contratto sarà sottoposto all'approvazione delle assemblee dei lavoratori e se non ci saranno problemi ...", perchè nella seconda pagina del contratto fa bella evidenza: ""INOLTRE LE PARTI SI RICONOSCONO E CONDIVIDONO QUANTO ESPRESSO DALLE PREMESSE DELL'ACCORDO INTERCONFEDERALE DEL 28 GIUGNO... Leggi tutto
2-2-2013 13:12

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Il flop di Windows 8 sembra replicare tristemente quello di Vista e c'è chi comincia a sostenere che Microsoft sia ormai sulla via del declino, dopo aver mancato clamorosamente il successo anche nei telefonini, nei tablet e nei dispositivi embedded.
Windows 8 è perfettamente stabile, facile da usare e non richiede hardware particolare: non è affatto un flop e Microsoft non è in declino.
La qualità del software Microsoft è in calo da anni: mancano soprattutto in visione e in integrazione. Stanno spingendo su troppi fronti, perdendo di vista la qualità complessiva.
Ognuno deve fare bene il proprio mestiere e basta. Microsoft si concentri su Windows, lasciando perdere Zune e tutto il resto; Google insista sui motori di ricerca, non sui social network, la mail o gli occhialini.

Mostra i risultati (5874 voti)
Dicembre 2016
Aggiornate Firefox e Tor
Netflix, film e serie TV sono anche offline
Novembre 2016
Il display coi pixel di grafene
Android, malware in Google Play scaricato un milione di volte
Secondo Apple la malattia del touch è colpa degli utenti
Gli smartphone low-cost con backdoor incorporata
Tim ci riprova con l'operatore mobile low cost
La GdF sequestra 152 siti di streaming: l'elenco completo
BSA "beccata" a usare software pirata
La stampante che intercetta i cellulari
Il tetto solare invisibile
Ottobre 2016
Come dirottare qualsiasi drone in volo
Antibufala: trovata la soluzione al Triangolo delle Bermude
Il Pc con Linux e Wi-Fi, micro anche nel prezzo: 4 euro
Hackerato l'iPhone 6S protetto da password e impronta digitale
Tutti gli Arretrati


web metrics