Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
Secondo te in quale settore si faranno sentire maggiormente gli effetti positivi dell'Agenda Digitale?
La comunicazione
La scuola
L'accesso alle informazioni e ai contenuti culturali
La modalità di interazione con la Pubblica Amministrazione
Il Servizio Sanitario
La qualità dell'ambiente e dell'aria
La qualità della vita
Il costo della vita
La vivibilità delle grandi metropoli con la creazione di Smart City
La trasparenza
Risparmi per lo Stato e per il cittadino
Riduzione del digital divide
L'Agenda... de che?

Mostra i risultati (568 voti)
Ottobre 2014
Google lancia Inbox, l'email intelligente
L'ombrello ad aria
L'invenzione italiana che rende potabile l'acqua radioattiva
Samsung sperimenta la rete mobile 5G a 7,5 Gigabit/s
SIAE, una picconata al monopolio
Il chiavistello smart a prova di scassinatore
Hai scaricato Kill Bill? Arriva la multa
Vantablack, il materiale più nero del nero
Violati i server di Yahoo e Winzip
Mac colpiti da malware
Arriva Windows 10, cosa c'è da sapere (e dove si scarica)
Windows 10, torna il menu Start
Windows 10, tutte le novità
Settembre 2014
Ecco come sarà Windows 10
Il Tar del Lazio boccia il Regolamento Agcom
Tutti gli Arretrati

Steve Wozniak boccia l'iPad Air

Il cofondatore di Apple critica i nuovi tablet di Apple.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 25-10-2013]

woz ipad air
Steve Wozniak

Come sempre succede all'apparire di un nuovo prodotto - specialmente se è di quelli che portano il marchio della mela morsicata - i nuovi iPad hanno scatenato reazioni diverse.

C'è chi ne apprezza le migliorie rispetto alla generazione precedente (la maggiore leggerezza dell'iPad Air, lo schermo ad alta risoluzione dell'iPad Mini Retina) e chi invece si concentra sui punti deboli.

Nell'elenco dei critici c'è un nome che non ci si aspetterebbe: quello di Steve Wozniak, cofondatore di Apple e generalmente uno dei primi ad acquistare i nuovi prodotti dell'azienda che ha contribuito a creare.

Nel caso dell'iPad Air, però, The Woz salterà il rito della coda, e ha già fatto sapere alla moglie di non volere l'ultimo modello di tablet nemmeno come regalo.

Il motivo? Non c'è abbastanza memoria. L'edizione più capiente dispone di 128 Gbyte: una crescita sostanziosa rispetto a quanto avevamo visto sinora, ma non sufficiente per Wozniak, che sperava in un "taglio" da 256 Gbyte.

Sondaggio
Secondo te è stato l'iPad a uccidere il mercato dei PC?
Sì, perché permette di fare tutto quello che gli utenti normali vogliono da un PC.
No, il mercato era ormai prossimo alla saturazione comunque.
Altro (specificare nei commenti).

Mostra i risultati (981 voti)
Leggi i commenti (37)

Il fatto è che Steve Wozniak viaggia spesso (infatti s'è perso il keynote di presentazione degli iPad perché si trovava in aereo) e a casa non dispone di una connessione a banda larga a causa di quella che lui definisce «il mio schifoso operatore telefonico».

Così appena può carica le stagioni delle proprie serie televisive preferite sull'iPad per potersele poi guardare con comodo. È chiaro però che con le memorie in circolazione sino a oggi Wozniak non poteva portarsi dietro una vasta biblioteca di video; sperava che l'iPad Air risolvesse questo problema, ma così non è stato.

Dunque, Steve Wozniak farà a meno dell'iPad Air e anche dell'iPad Mini, che secondo i suoi gusti avrebbe potuto essere rimpicciolito ancora un po' così da meritarsi pienamente l'appellativo di Mini.

Peraltro, Wozniak è un buon conoscitore e un utente dei prodotti della concorrenza: infatti ha avuto parole d'elogio per diversi prodotti con Android, quali l'HTC One e i Samsung Galaxy S4 e Galaxy Note 3. In effetti spera che, seguendo le orme dei concorrenti, anche Apple si decida a rilasciare un iPhone con uno schermo più grande.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Approfondimenti
iPad Air, il tablet più sottile del mondo
Samsung svela il Galaxy Note 3, ancora più potente e sottile
HTC One arriva in Italia
Samsung Galaxy S4, si usa con lo sguardo
Anche Woz in coda per il nuovo iPad

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)


Marco_C
approvo e sottoscrivo ! Non e' ancora uscita una killer app per il tablet che mi spinGA ad usarlo ! Leggi tutto
29-10-2013 08:29


Gladiator
Se questo è il motivo addotto, francamente, mi viene da dire che per una volta ha deciso di far pubblicità all'ultimo iCoso in modo non convenzionale, mi sembra una ragione veramente ridicola per non comprarlo, in fondo 128 Gbyte sono sempre il doppio di 64... :roll: Leggi tutto
27-10-2013 10:49


carobeppe
Ecco perché mi tengo stretto il mio netbook... (per inciso, ho anche il tablet ma devo ancora capirne l'utilità)
26-10-2013 16:21

amldc
Anche io ho pensato alla stessa cosa ma probabilmente lui preferirebbe doversi portare dietro un solo dispositivo invece che due. In effetti, per scaricare i film basterebbe portarsi appresso un discho esterno ed attaccarlo ad un qualsiasi pc in prestito ma dovendosi porrate dietro anche un tablet (per acedere alla posta, web o altri... Leggi tutto
25-10-2013 18:20

Leggi gli altri 1 commenti nel forum Pc e notebook
Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics