Il caso Tim: protesta di massa senza sindacati

Decine di migliaia di lavoratori scendono in piazza senza le bandiere sindacali e senza scioperare, un caso unico in Italia.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 30-11-2016]

Mille lavoratori Tim a Milano sono sfilati, sabato 26 novembre, da piazza Cordusio a piazza della Scala, senza bandiere di nessun sindacato: spiccavano solo le "Giubbe Rosse" dei tecnici di Rete.

Sono fuori dall'orario di lavoro, non in sciopero, nel loro tempo libero, per evitare di dover osservare i servizi minimi e il preavviso di dieci giorni.

Sondaggio
L'app che permette di noleggiare un'autovettura direttamente dallo smartphone è molto contestata dai tassisti.
Non è necessario introdurre nuove regole per l'app. I tassisti hanno torto, perché il mondo si evolve ma loro ragionano come se Internet non esistesse, difendendo ciecamente la loro casta (che ha goduto di fin troppi privilegi negli ultimi anni).
I tassisti dovranno adeguarsi e mandare giù il boccone amaro, anche se un minimo di regolamentazione per l'app è necessaria.
L'app non va vietata del tutto, ma va limitata in modo pesante così da poter salvaguardare le esigenze dei tassisti.
L'app va completamente vietata: i tassisti hanno ragione a protestare, perché Uber minaccia il loro lavoro e viola leggi e regolamenti.
Non saprei.

Mostra i risultati (1516 voti)
Leggi i commenti (18)

Altri mille hanno fatto altrettanto a Napoli in piazza Plebiscito, altrettanti a Roma e poi ci sono state manifestazioni a Reggio Calabria, a Lecce, a Bologna, a Genova. Sempre con le stesse modalità: manifestazioni senza striscioni sindacali, di nessun sindacato, promosse da un tam tam fatto da lavoratori senza ruolo nelle Rsu elette nel gennaio scorso. La campagna viene rilanciata sui principali social media dagli stessi lavoratori con l'hashtag #iononsonouncosto.

Sono manifestazioni che non si verificavano nel mondo Tim dagli anni '70 per forza e per numero di partecipanti, scavalcando le organizzazioni sindacali che i lavoratori vedono troppo deboli e inclini al compromesso.

Si contesta la disdetta del contratto integrativo Tim: due giorni di ferie in meno all'anno, niente scatti di anzianità, niente più straordinari, niente indennità di mini trasferta per i tecnici di rete: i più arrabbiati, con una riduzione secca di 144 euro netti al mese, per lavoratori spesso giovani che non superano i 1000 euro al mese.

È una reazione ai tagli decisi dal nuovo vertice aziendale. Il nuovo amministratore delegato Flavio Cattaneo in un suo video-discorso ai dipendenti, prima delle manifestazioni, ha criticato l'inerzia delle gestioni precedenti, denunciato un'insufficiente redditività dell'azienda e invitato i dipendenti a non seguire "pifferai magici".

L'Asati, l'associazione dei piccoli azionisti Tim a cui aderiscono molti dirigenti, quadri e lavoratori titolari di azioni, ha scritto una lettera al consiglio di amministrazione chiedendo di intervenire sul management per favorire un clima di maggiore distensione in azienda.

Intanto la Confindustria, al tavolo del rinnovo del contratto nazionale delle telecomunicazioni, chiede maggiori controlli in tempo reale dei dipendenti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Tim, è rottura tra i sindacati
Tim, vietato criticare i dirigenti su Facebook
Tim disdetta il contratto integrativo e taglia i salari

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

{mario}
I sacrifici chiesti ai dipendenti potrebbero avere un senso se servissero a rilanciare l'azienda, ma a quanto pare l'unico che ci guadagna è l'azionista francese. Quando se ne andrà, agli italiani, e non solo ai dipendenti, resteranno solo macerie.
16-12-2016 00:06

Purtroppo viviamo in un paese in cui personaggi come Colaninno e i suoi successori nonché i politici che li hanno appoggiati - tra i quali non va assolutamente dimenticato un certo D'Alema di recente tornato agli onori delle cronache grazie al suo forte impegno in difesa dei diritti degli italiani nel recente referendum - sempre ci... Leggi tutto
9-12-2016 18:17

{utente anonimo}
perchè, cina e russia somo paesi civili, va va. Il controllo a distanza significa la legalizzazione della riduzione in schiavitù di chi già oggi prende forse 700 euro al mese per 10 ore al giorno.
1-12-2016 23:15

{utente anonimo}
egregio sig. Pietro consiglio di documentarsi. La Tim, ex Telecomitalia,ex Sip si sta rimpicciolendo. Prima dei capitani coraggiosi era una delle aziende di settore piu' grandi al mondo. Ora è un' azienda locale,per il mercato solo italiano e qualcosa in sudamerica. Il succedersi di Colaninno & company, che ha preso... Leggi tutto
1-12-2016 17:47

{alberto}
e quindi i dipendenti debbono soccombere al volere delle imprese?......il signor cattaneo x l'opera che affosserà definitivamente tim prenderà una cifra immorale 55 MILIONI DI EURO ................tranquilli...... se siamo vessati noi come dipendenti muore anche l'azienda perché se lavoro demotivato e preso... Leggi tutto
1-12-2016 07:56

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è la politica della tua azienda nei confronti dei dispositivi mobili dei dipendenti? Bring Your Own Device oppure Corporate Owned, Personally Enabled?
BYOD
COPE
Non c'è una policy dominante, dipende dagli utenti
Non lo so
Non lavoro in un'azienda

Mostra i risultati (675 voti)
Marzo 2017
Come violare un account Windows in un minuto
Hai un processore nuovo? Non potrai aggiornare Windows
Come disabilitare i video che partono da soli nei siti Web
Monaco lascia Linux soltanto per motivi politici
Il senatore Bartolomeo Pepe e le ''scie chimiche''
Inflazione e tassi bassi? Ecco perché dire addio al conto corrente
Tagliando assicurativo e dematerializzazione, difficoltà per gli anziani
Il malware che cancella l'hard disk
Quel crack per Mac fa un patatrac
L'altro ieri siete stati buttati fuori dal vostro account Google?
Febbraio 2017
Google ha violato la crittografia SHA-1
Il malware che ti spia dal microfono del PC
WhatsApp attiva l'antifurto: verifica in due passaggi
Il sito per stalkerare chiunque su Facebook
Monaco molla Linux e torna a Windows
Tutti gli Arretrati


web metrics