La batteria per auto che si ricarica in cinque minuti

L'auto si ricaricherà più velocemente dello smartphone.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-05-2017]

batteria cinque minuti

Prima che si possa vivere in un mondo in cui tutte le auto sono esclusivamente elettriche, il grosso problema da risolvere è sempre lo stesso: ridurre drasticamente i tempi di ricarica.

Finché per riportare le batterie alla piena efficienza serviranno ore, mentre per un pieno di benzina bastano pochi minuti, il grande pubblico non accoglierà la transizione.

L'ultima promessa soluzione in questo campo arriva da Israele, dove la startup StoreDot ha ideato una nuova tecnologia in grado di ricaricare le batterie delle auto in appena cinque minuti.

Nel realizzare tale tecnologia, denominata FlashBattery e presentata alla CUBE Tech Fair di Berlino, StoreDot s'è concentrata non sull'aumentare il numero di chilometri percorribili con una sola carica, ma nel ridurre drasticamente i tempi di ricarica.

Così è nata una batteria agli ioni di litio che, grazie all'uso di nanomateriali e composti organici proprietari, raggiunge la piena potenzialità in appena cinque minuti, e in tal modo permette all'auto su cui è montata di percorrere 300 miglia (circa 480 km).

Sondaggio
Qual Ŕ il prossimo acquisto di prodotto intelligente per la casa che farai?
Lampadina smart
Frigorifero smart
Presa elettrica smart
Rilevatore di fumo smart
Stazione metereologica smart
Videocamera di sorveglianza smart
Termostato smart
Forno smart
Sensore di movimento smart
Impianto sonoro smart
Allarme casa smart
Smart Tv
Spioncino/citofono smart
Sensore porta/finestra smart
Contatore smart di energia elettrica

Mostra i risultati (493 voti)
Leggi i commenti

Uno dei mezzi che hanno permesso di raggiungere questo risultato è la sostituzione della grafite tradizionalmente usata belle batterie agli ioni di litio con un composto chimico proprietario e non infiammabile: mentre la grafite limita la velocità di ricarica delle batterie, il composto di StoreDot contribuisce a trasformare la ricarica rapida in realtà.

StoreDot, che sta lavorando insieme a Microsoft per offrire la propria tecnologia all'industria automobilistica, ritiene che prima che FlashBattery riesca ad arrivare sul mercato serviranno ancora circa tre anni.

A quel punto, ricaricare le batterie dell'automobile sarà più veloce che ricaricare quella del cellulare.

Qui sotto, il video di presentazione della tecnologia alla base di FastBattery.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La strada che ricarica le automobili che passano
Addio ioni di litio, arrivano le batterie in vetro
La superbatteria al grafene che si ricarica in pochi secondi
Giappone, stazioni di ricarica elettrica superano distributori di benzina
Automobile a guida autonoma, Google studia la ricarica wireless
Lo pneumatico che ti ricarica l'auto elettrica

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 8)

Il problema della ricarica delle batterie (cavi e potenza necessaria) l'ho sempre sottovalutato. Ma effettivamente Ŕ molto importante. ╚ anche vero che hanno fatto lo standard USB 3 che pu˛ trasferire 100W di potenza su cavetti di sezione ridicola (mai provato a vedere se si surriscaldano). Detto questo, avere il pacco di batterie da... Leggi tutto
22-5-2017 09:33

Quella della batteria standardizzata e giÓ carica sarebbe un ottima idea, ma ovviamente si scontra con problemi di politica industriale (tutti vogliono lo standard che fa comodo a loro). In questo modo le batterie potrebbero essere usate per assorbire la capacitÓ inutilizzata delle centrali elettriche. Negli orari di basso consumo le... Leggi tutto
19-5-2017 13:18

{ice}
è una questione politica se il legislatore volesse si potrebbe fare qualcosa simile a quanto avviene con le bombole a GPL....non devi aspettare che te le ricarichino, ma ne prendi un altra di pari capienza basterebbe prevedere un apposito vano sottoscocca un po come avviene adesso per le auto che montano il pneumatico di scorta... Leggi tutto
18-5-2017 10:27

@Freestyler: OTTANTAQUATTRO millimetri di diametro Ma questo Ŕ niente: visto che il punto debole nella trasmissione di energia generalmente sono le connessioni - spine e prese - piuttosto che i conduttori, mi aspetto che la spina sia pi¨ grande della vettura stessa. :) Pi¨ tempo passa, e pi¨ mi convinco che in campo automitive l'unica... Leggi tutto
18-5-2017 08:46

Se una batteria ha 40kWh, vuol dire che per quei 5 minuti bisogna aver la possibilitÓ di generare 480kW, e questo per ogni stazione di ricarica. Mi pare semplicemente assurdo. A 230V salta fuori una corrente di 2087A, e a 12V (non so a quanti volt vadano ste celle, Ŕ solo una supposizione) sarebbero 40kA. Neanche OSO immaginare la... Leggi tutto
18-5-2017 08:11

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
In Parlamento una proposta di legge vorrebbe obbligare i nuovi esercizi pubblici (ristoranti, negozi e via dicendo) a mettere a disposizione gratis degli utenti la possibilitÓ di navigare col Wi-Fi in Internet. Secondo te...
╚ una novitÓ giusta e moderna.
╚ un obbligo (costoso) in pi¨, da evitare.
Ottimo, ma si dovrebbero prevedere degli sconti fiscali per l'esercente.
La connessione sarÓ lenta, e poi con gli smartphone il Wi-Fi chi lo usa oggi?
Non mi interessa.
Non saprei.

Mostra i risultati (2047 voti)
Maggio 2017
Il bug di Ntfs che manda in crash Windows
Il malware che si nasconde nei sottotitoli
Usare il Wi-Fi per vedere attraverso i muri
Più di 2.000 dollari per un Bitcoin
Blue Whale, mito di morte pericolosamente gonfiato
Wannacry una settimana dopo: il punto della situazione
1250 modelli di telecamere di sicurezza vulnerabili da remoto
Come rubare le credenziali di Windows usando Chrome
Ma è credibile tutto questo?
Cosa posso fare per difendermi?
Il keylogger nascosto nei portatili di HP
Mozilla scarica Thunderbird
Prende l'iPhone per rispondere e gli esplode in mano
Google svela l'interfaccia di Fuchsia, il successore di Android
Tablet, sempre meno vendite: faranno la fine dei netbook?
Tutti gli Arretrati


web metrics