WannaCry ha un fratello che infetta Android

WannaLocker crittografa tutti i dati salvati sulla memoria esterna dello smartphone o del tablet.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-06-2017]

ransomware wannalocker

Sembra proprio che i ransomware siano qui per restare. Dopo l'epidemia di WannaCry che ha colpito Windows, adesso è la volta di Android di essere in pericolo.

Secondo quanto riporta Bleeping Computer, alcuni hacker cinesei hanno sviluppato per la piattaforma di Google un ransomware che ricorda molto il famigerato WannaCry.

Avast lo chiama WannaLocker e spiega che questo malware infetta i file conservati nella memoria esterna di smartphone e tablet.

La diffusione di WannaLocker è iniziata sui forum cinesi dedicati ai videogiocatori, dove si spacciava per un plugin del gioco King of Glory.

Una volta scaricato, il ransomware inizia a crittografare i file presenti sulla memoria esterna con lo standard crittografico AES, ignorando tutti i file nascosti (quelli che iniziano con un punto) e quelli nel cui percorso si trovano le stringhe DCIM, download, miad, android e come.

Sondaggio
Per cosa soprattutto ti sono utili i social media, sul lavoro?
Per prendermi una pausa dal lavoro
Per comunicare con gli amici e la famiglia mentre sono al lavoro
Per comunicare con i miei contatti professionali
Per trovare informazioni che mi aiutino a risolvere problemi di lavoro
Per costruire o rinforzare relazioni personali con i colleghi o i miei contatti di lavoro
Per scoprire cose sulle persone con cui lavoro
Per porre domande relative al lavoro a persone fuori dalla mia azienda
Per porre domande relative al lavoro a persone dentro la mia azienda

Mostra i risultati (271 voti)
Leggi i commenti (9)

Una particolarità curiosa di WannaLocker è che si tratta di un ransomware "economico": il riscatto richiesto dagli hacker per restituire l'accesso ai file è di appena 40 yuan, pari a poco più di 5 euro, da pagare tramite servizi come Alipay o WeChat.

Ovviamente, le raccomandazioni per evitare di incappare in WannaLocker sono le stesse che permettono di evitare ogni tipo di malware: evitare di scaricare software e plugin da fonti sconosciute, far sempre riferimento ai siti web ufficiali, e usare un software di sicurezza.

Un backup dei dati permette di non disperarsi qualora, nonostante tutte le precauzioni, si cada vittima di un ransomware. Inoltre spesso non è necessario cedere al ricatto ma è possibile farsi aiutare dai professionisti del settore senza dover regalare denaro ai criminali.

wannalocker screen

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Quattordicenne crea un ransomware e lo regala sul Web
Ma non è colpa di Wikileaks?
Le app Android per difendersi da WannaCry sono truffe di sciacalli
Il successore di WannaCry usa 7 exploit della NSA
Wannacry una settimana dopo: il punto della situazione
WannaCry/WanaCryptor, attacco ransomware planetario

Commenti all'articolo (1)

In questo caso però, essendo il il "riscatto" proposto a così buon prezzo, forse saranno di più coloro che pagheranno, è possibile che la tattica si riveli vincente...
25-6-2017 16:06

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Il file di cui hai bisogno si trova su di un sito di file-sharing. Quando clicchi per scaricarlo, hai l'opzione di effettuare il download a velocità normale o di provare gratis il download ad alta velocità. Quale opzione scegli?
Utilizzo l'opzione velocità normale
Perché aspettare? Vado per l'opzione ad alta velocità
Scarico il file da un'altra fonte
Non uso questo genere di siti Internet

Mostra i risultati (1315 voti)
Agosto 2017
Motorola brevetta lo schermo che si ripara da solo
Accesso a reti Wi-Fi
I sospetti della FDA sull'hamburger vegano
Password, abbiamo sbagliato tutto: usare numeri, maiuscole e caratteri speciali non serve
Arrestato l'hacker che fermò WannaCry
Il file sharing monouso di Mozilla
Antibufala: ''robot di Facebook'' che parlano fra loro una lingua sconosciuta
Video: perché questo uccellino sta a mezz'aria con le ali ferme?
Fondatore di Tor: il Dark Web non esiste
Luglio 2017
Windows 10, Creators Update per tutti
L'antivirus gratuito di Kaspersky
Adobe annuncia la morte di Flash
In arrivo Play Protect, ''antivirus'' di Google per Android
Come violare Facebook con un vecchio numero di telefono
La Camera approva data retention a 6 anni, infilato in emendamento su sicurezza ascensori
Tutti gli Arretrati


web metrics