Sondaggio
Quale mezzo di trasporto pubblico sostituirà quelli attuali nel giro dei prossimi 50 anni?
Evacuated Tube Transport: l'evoluzione dei treni a levitazione magnetica; questi veicoli sono in grado di raggiungere i 6.500 km/h perché viaggiano all'interno di tunnel in cui è creato il vuoto.
String Transport System: cabine sospese fino a 30 metri dal suolo che corrono su binari di acciaio e cemento a oltre 500 km/h.
Tubular Rails: i treni viaggiano a 240 km/h all'interno di anelli sollevati dal suolo che contengono i motori e le ruote, mentre le carrozze ospitano i binari.
I bus viaggiano al di sopra del traffico automobilistico, il quale scorre sotto di loro, usando piccole rotaie poste ai lati della strada.
Shweeb: monorotaia monoposto sospesa e a pedali che permette di raggiungere i 45 km/h.
SolarBullet: il treno ad alta velocità (354 km/h) alimentato a energia solare attualmente allo studio in Arizona (USA).
Treni elettrici che non necessitano di binari perché viaggiano su strada e ricevono l'energia dal sistema contactless installato al di sotto dell'asfalto.
SARTRE: le automobili viaggiano in convogli gestiti dall'intelligenza artificiale; si uniscono i vantaggi del trasporto pubblico alla flessibilità del trasporto privato.
Startram, il maglev orbitale: gli ultimi 20 chilometri del tracciato (di oltre 1.600 km) puntano verso l'alto per portare in orbita i treni.
Ascensore spaziale: una stazione posta a quasi 100.000 km da terra e collegata al suolo da cavi costituiti da nanotubi di carbonio, per portare in orbita uomini e materiali con costi relativamente contenuti.

Mostra i risultati (2258 voti)
Maggio 2015
Occhio alla pornotruffa che blocca il computer
La Tv da attaccare come un magnete al frigo
Navigazione più privata e sicura con Freedome
Paypal, multa di 25 milioni per il credito ''revolving''
Google manda le multe ai pirati
Halfbike, bicicletta a metà
I server virtuali hanno un bug peggiore di Heartbleed
Le 7 versioni di Windows 10
Wind e 3 Italia, fusione in vista
8 errori da evitare per non essere hackerati
Da Tesla il Powerwall per risparmiare elettricità in casa
Falla in Wordpress, milioni di siti vulnerabili
Microsoft logga gli IP dei pirati di Windows 7
Se la stazione rivela la password in diretta TV
Fastweb e Telecom Italia si alleano per la banda larga
Tutti gli Arretrati

Fermate l'appello per il sangue al Regina Margherita

Da alcuni giorni circola via email e via SMS un appello che invita a donare sangue di tipo 0 negativo per salvare una bambina di tre anni in fin di vita.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-01-2005]

Da alcuni giorni sta circolando un SMS e un e-mail il cui testo è all'incirca il seguente (i nomi e i numeri di telefono sono stati omessi per tutela della privacy):

"La cuginetta di tre anni di una mia amica è ricoverata al Regina Margherita in attesa di trapianto di cuore: purtroppo, ieri pomeriggio la situazione si è aggravata ulteriormente e serve urgentemente sangue del gruppo 0 negativo. la bambina sta consumando una sacca di sangue all'ora e al momento sono stati trovati solo venti donatori. Il Regina Margherita già ieri sera ha lanciato l'allarme della scarsità di sangue, per cui si è deciso di trasmettere l'appello anche attraverso Radio flash (FM 97.6). In ogni caso, se siete del gruppo zero negativo, potete recarvi direttamente all'AVIS di Via Piacenza n.7 (nei pressi di p.za guala/c.so traiano) e chiedere della Dott.ssa [nome omesso] - la bambina si chiama [nome omesso]. Il telefono dell'AVIS è: 011613[***] oppure 800-265[***]"

La versione in SMS è inevitabilmente più concisa: "se conosci qualcuno con il sangue 0 negativo può salvare una bambina al regina margh. Contatta Avis dott.sa [nome omesso] tel.011-613[***] Fai girare questo sms."

Al momento, i numeri indicati nell'appello sono perennemente occupati: a quello dell'AVIS, qualcuno solleva la cornetta e poi riaggancia; probabilmente è stufo di rispondere ai tanti che stanno cercando di avere informazioni sull'appello, ma purtroppo con questo atteggiamento non contribuisce a chiarire la situazione. Forse nessuno ha pensato a un risponditore automatico.

Zeus News ha tentato di contattare telefonicamente e via e-mail anche la radio citata nell'appello, senza finora ottenere risposta.

E' andata meglio con l'ufficio stampa del Regina Margherita, che ha dichiarato che non vi sono problemi di disponibilità di sangue compatibile; tuttavia le donazioni di sangue, di qualsiasi gruppo, sono sempre benvenute, a Torino e in ogni altra parte d'Italia.

Secondo l'ufficio stampa, l'appello è stato diffuso per la prima volta lunedì 24/1/2005 su iniziativa dei genitori: non c'è quindi nessun "allarme" da parte dell'ospedale. La bambina è tuttora ricoverata, ma per ovvie considerazioni di privacy non vi sono ulteriori informazioni pubblicabili.

Vista la situazione, non è opportuno diffondere ulteriormente l'appello. E' molto più opportuno sostituire il gesto troppo facile della cliccata su "inoltra a tutti" con un atto di vera solidarietà: donare sangue. Potete farlo anche se non siete a Torino e anche se non siete del gruppo citato nell'appello.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Paolo Attivissimo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

Francesca
0- mezza bufala Leggi tutto
13-5-2005 09:49

Paolo Attivissimo
10 mt da sede Avis Leggi tutto
28-1-2005 21:38

nikink
Se posso aiutare... Leggi tutto
28-1-2005 12:10

Massimiliano
Una bufala a buon fine! Leggi tutto
28-1-2005 11:24

daniela
beh non e' proprio una bufala Leggi tutto
28-1-2005 10:38

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics