Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
Una donna è stata querelata per una recensione negativa di un ristorante scritta su Trip Advisor. Quale di queste affermazioni trovi più vicina al tuo pensiero?
Non è giusto che un'opinione scritta su Internet sia considerata pari a un articolo su un giornale. Bisogna rivedere al più presto le leggi sulla difesa dell'onore e sulla diffamazione.
E' giusto che anche sui forum o su Facebook o sui siti di recensioni si applichino le leggi relative alla diffamazione. Un'opinione negativa può rovinare la reputazione di un locale.
Gli utenti devono poter esprimere con la massima libertà la propria opinione su ristoranti, alberghi, ma anche prodotti o servizi acquistati. Un'opinione negativa non dovrebbe essere considerata diffamazione.
Trovo che oggi più che mai sia necessario prestare la massima attenzione a quello che si scrive online.
Le recensioni su Internet sono in gran parte inaffidabili: quelle positive sono scritte dai proprietari, quelle negative dalla concorrenza. In ogni caso l'opinione dei pochi singoli onesti non è significativa.
Vorrei dire la mia sul forum di Zeus News ma temo che prima dovrei procurarmi un buon avvocato, non si sa mai.

Mostra i risultati (2253 voti)
Ottobre 2014
L'ombrello ad aria
L'invenzione italiana che rende potabile l'acqua radioattiva
Samsung sperimenta la rete mobile 5G a 7,5 Gigabit/s
SIAE, una picconata al monopolio
Il chiavistello smart a prova di scassinatore
Hai scaricato Kill Bill? Arriva la multa
Vantablack, il materiale più nero del nero
Violati i server di Yahoo e Winzip
Mac colpiti da malware
Arriva Windows 10, cosa c'è da sapere (e dove si scarica)
Windows 10, torna il menu Start
Windows 10, tutte le novità
Settembre 2014
Ecco come sarà Windows 10
Il Tar del Lazio boccia il Regolamento Agcom
ShellShock, falla critica in Linux e Mac OS X
Tutti gli Arretrati

Fermate l'appello per il sangue al Regina Margherita

Da alcuni giorni circola via email e via SMS un appello che invita a donare sangue di tipo 0 negativo per salvare una bambina di tre anni in fin di vita.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-01-2005]

Da alcuni giorni sta circolando un SMS e un e-mail il cui testo è all'incirca il seguente (i nomi e i numeri di telefono sono stati omessi per tutela della privacy):

"La cuginetta di tre anni di una mia amica è ricoverata al Regina Margherita in attesa di trapianto di cuore: purtroppo, ieri pomeriggio la situazione si è aggravata ulteriormente e serve urgentemente sangue del gruppo 0 negativo. la bambina sta consumando una sacca di sangue all'ora e al momento sono stati trovati solo venti donatori. Il Regina Margherita già ieri sera ha lanciato l'allarme della scarsità di sangue, per cui si è deciso di trasmettere l'appello anche attraverso Radio flash (FM 97.6). In ogni caso, se siete del gruppo zero negativo, potete recarvi direttamente all'AVIS di Via Piacenza n.7 (nei pressi di p.za guala/c.so traiano) e chiedere della Dott.ssa [nome omesso] - la bambina si chiama [nome omesso]. Il telefono dell'AVIS è: 011613[***] oppure 800-265[***]"

La versione in SMS è inevitabilmente più concisa: "se conosci qualcuno con il sangue 0 negativo può salvare una bambina al regina margh. Contatta Avis dott.sa [nome omesso] tel.011-613[***] Fai girare questo sms."

Al momento, i numeri indicati nell'appello sono perennemente occupati: a quello dell'AVIS, qualcuno solleva la cornetta e poi riaggancia; probabilmente è stufo di rispondere ai tanti che stanno cercando di avere informazioni sull'appello, ma purtroppo con questo atteggiamento non contribuisce a chiarire la situazione. Forse nessuno ha pensato a un risponditore automatico.

Zeus News ha tentato di contattare telefonicamente e via e-mail anche la radio citata nell'appello, senza finora ottenere risposta.

E' andata meglio con l'ufficio stampa del Regina Margherita, che ha dichiarato che non vi sono problemi di disponibilità di sangue compatibile; tuttavia le donazioni di sangue, di qualsiasi gruppo, sono sempre benvenute, a Torino e in ogni altra parte d'Italia.

Secondo l'ufficio stampa, l'appello è stato diffuso per la prima volta lunedì 24/1/2005 su iniziativa dei genitori: non c'è quindi nessun "allarme" da parte dell'ospedale. La bambina è tuttora ricoverata, ma per ovvie considerazioni di privacy non vi sono ulteriori informazioni pubblicabili.

Vista la situazione, non è opportuno diffondere ulteriormente l'appello. E' molto più opportuno sostituire il gesto troppo facile della cliccata su "inoltra a tutti" con un atto di vera solidarietà: donare sangue. Potete farlo anche se non siete a Torino e anche se non siete del gruppo citato nell'appello.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Paolo Attivissimo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

Francesca
0- mezza bufala Leggi tutto
13-5-2005 09:49

Paolo Attivissimo
10 mt da sede Avis Leggi tutto
28-1-2005 21:38

nikink
Se posso aiutare... Leggi tutto
28-1-2005 12:10

Massimiliano
Una bufala a buon fine! Leggi tutto
28-1-2005 11:24

daniela
beh non e' proprio una bufala Leggi tutto
28-1-2005 10:38

Leggi gli altri 1 commenti nel forum Bufale e indagini Antibufala
Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics