Licenziati i lavoratori di XCOS-Aci Informatica

Il Gruppo Cos chiude il call center di Aci Informatica e licenzia i 36 addetti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 19-01-2006]

Call center (foto di Ralph Morris)
Call center (foto di Ralph Morris)

Il gruppo Cos di Alberto Tripi è il maggior Gruppo italiano nel settore dei call center; recentemente ha acquisito anche la Finsiel, la più grande software house italiana.

Un anno fa Cos aveva vinto l'appalto per la gestione del call center di Aci Informatica, azienda legata legata all'Aci, che è un ente pubblico, costituendo una apposita società: la XCOS. Dopo appena un anno l'acquisizione delle commesse per le attività di call center di Aci Informatica, i 36 dipendenti di XCOS si trovano senza lavoro perché il Gruppo Cos ha dimostrato dinon essere in grado di organizzare il servizio, portando in perdita la commessa e rescindendola con due anni di anticipo rispetto alla scadenza contrattuale.

Si tratta di una scelta grave e preoccupante: se Cos non riesce a gestire una commessa di dimensioni modeste, come potrà gestire un'azienda grande come Atesia, che attualmente gestisce insieme a Telecom Italia? Sembra peraltro impossibile che non possa trovare una collocazione adeguata per gli esuberi nelle restanti attività di un Gruppo così grande.

I Cobas, il Cobas XCOS e il Collettivo Precari Atesia hanno organizzato alcune attività di lotta a sostegno dei lavoratori del call center di Aci Informatica.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (2)

{don quixote}
SolidarietÓ Leggi tutto
23-1-2006 09:50

.... quanta tristezza!!! Leggi tutto
20-1-2006 00:42

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quanto usi il tablet?
Molto. Ce l'ho sempre con me.
Almeno una volta al giorno.
Non tutti i giorni.
Raramente.
Non lo uso quasi mai.
Non ho un tablet.

Mostra i risultati (1460 voti)
Marzo 2017
Come violare un account Windows in un minuto
Hai un processore nuovo? Non potrai aggiornare Windows
Come disabilitare i video che partono da soli nei siti Web
Monaco lascia Linux soltanto per motivi politici
Il senatore Bartolomeo Pepe e le ''scie chimiche''
Inflazione e tassi bassi? Ecco perché dire addio al conto corrente
Tagliando assicurativo e dematerializzazione, difficoltà per gli anziani
Il malware che cancella l'hard disk
Quel crack per Mac fa un patatrac
L'altro ieri siete stati buttati fuori dal vostro account Google?
Febbraio 2017
Google ha violato la crittografia SHA-1
Il malware che ti spia dal microfono del PC
WhatsApp attiva l'antifurto: verifica in due passaggi
Il sito per stalkerare chiunque su Facebook
Monaco molla Linux e torna a Windows
Tutti gli Arretrati


web metrics