Apple aprira' l'iPhone agli sviluppatori

A marzo Apple rivelerà il kit di sviluppo per scrivere applicazioni installabili sull'iPhone.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 29-02-2008]

Apple rilascerà un Sdk per iPhone

Il 6 marzo potrebbe rappresentare il giorno della svolta per l'iPhone. In quella data, infatti, a Cupertino, Apple presenterà ai media il Software Development Kit di iPhone, che servirà a scrivere applicazioni sia per l'iPhone che per l'iPod Touch, e la roadmap del software del proprio telefonino.

"Apple ha compreso l'importanza delle applicazioni locali e ciò aiuterà a vendere più iPhone" dice l'analista Tim Bajarin. Finora, infatti, l'azienda di Cupertino aveva spinto gli sviluppatori a produrre applicazioni Web, non installabili direttamente sul telefono.

Inoltre, sempre il 6 marzo Apple svelerà ulteriormente i propri piani rivelando le nuove caratteristiche dell'iPhone orientate al business; secondo molti questa mossa (sebbene le annunciate potenzialità aziendali non siano ancora note) la porterà più vicina a competere con Rim, la compagnia che produce i BlackBerry.

Secondo Tim Cook, Chief Operating Office di Apple, le novità che verranno presentate a Cupertino permetteranno di raggiungere l'obiettivo di vendita di 10 milioni di iPhone entro la fine dell'anno.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Quando si apre un sistema chiuso (che sia un device elettronico, un software ma anche un contesto sociale) è sempre un'ottima notizia! :clap:
1-3-2008 15:30

scelta premiante Leggi tutto
29-2-2008 15:27

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
Sondaggio
Quale tra queste tecniche diffusamente utilizzate dagli hacker ti sembra la più pericolosa?
1. Violazione di password deboli: l'80% dei cyberattacchi si basa sulla scelta, da parte dei bersagli, di password deboli, non conformi alle indicazioni per scegliere una password robusta.
2. Attacchi di malware: un link accattivante, una chiave USB infetta, un'applicazione (anche per smartphone) che non è ciò che sembra: sono tutti sistemi che possono installare malware nei PC.
3. Email di phishing: sembrano messaggi provenienti da fonti ufficiali o personali ma i link contenuti portano a siti infetti.
4. Il social engineering è causa del 29% delle violazioni di sicurezza, con perdite per ogni attacco che vanno dai 25.000 ai 100.000 dollari e la sottrazione di dati.
5. Ransomware: quei programmi che "tengono in ostaggio" i dati dell'utente o un sito web finché questi non paga una somma per sbloccarli.

Mostra i risultati (1280 voti)
Maggio 2016
Tre pianeti simili alla Terra distanti pochi anni luce da noi
Lo smartphone economico dell'ex CEO di Apple
Aprile 2016
Badlock, la minaccia è reale: a rischio tutti i Windows e i Linux
L'asciugamani ad aria è un ricettacolo di virus
6 funzionalità interessanti di Android N
Il successo degli ''inculators''
La fibra di Enel sfida Telecom Italia
Arrestati al cinema perché registravano l'audio
Marzo 2016
L'FBI è entrata nell'iPhone del terrorista
Romanzo scritto dal computer va in finale per premio letterario
Il phishing di Equitalia
Il campo magnetico della felicità
Chiavetta Usb con butt plug: i tuoi dati in un posto veramente sicuro
WhatsApp, arrivano le chiamate cifrate
Google svela Android N
Tutti gli Arretrati


web metrics