Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
Sei favorevole all'utilizzo dei tablet al posto dei libri di scuola?
Sì. L'iPad con i libri multimediali è una figata.
No. È una spesa in più a carico delle famiglie.
Sì. Salviamo gli alberi e inquiniamo con l'e-garbage.
No. I tablet hanno un'obsolescenza tecnologica che galoppa: dopo cinque anni, usati tutti i giorni, sarebbero completamente da buttare.
Sì. Cambia la forma ma non la sostanza e la qualità dell'insegnamento.
No. Gli studenti non imparerebbero più a prendere appunti su carta, a scrivere e a fare i conti a mente.
Sì, ma dalle scuole medie in avanti: alle elementari un bambino dovrebbe imparare a leggere su libri veri. Dovrebbe imparare a consultare l'indice in fondo al libro e a cercare dei documenti in una biblioteca vera e organizzarli, non a fare copia e incolla da internet.
No. Gli stessi docenti, in molti casi, non avrebbero la più pallida idea di come utilizzarli. Per non parlare del Ministero che dovrebbe decidere quali programmi si devono o non si devono usare.

Mostra i risultati (854 voti)
Ottobre 2014
L'invenzione italiana che rende potabile l'acqua radioattiva
Nuovi iPad e iMac, aggiornati OSX e iOS
SIAE, una picconata al monopolio
Il chiavistello smart a prova di scassinatore
Hai scaricato Kill Bill? Arriva la multa
Vantablack, il materiale più nero del nero
Violati i server di Yahoo e Winzip
Mac colpiti da malware
Arriva Windows 10, cosa c'è da sapere (e dove si scarica)
Windows 10, torna il menu Start
Windows 10, tutte le novità
Settembre 2014
Ecco come sarà Windows 10
Il Tar del Lazio boccia il Regolamento Agcom
ShellShock, falla critica in Linux e Mac OS X
L'iPhone 6 si piega in tasca
Tutti gli Arretrati

Tra Microsoft e Yahoo è un amore tra elefanti

Yahoo reagisce alle offerte di Microsoft e opporrebbe una compartecipazione di Time Warner all'OPA ostile portata avanti dal gigante di Redmond.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-03-2008]

amore tra elefanti

Il management di Yahoo! starebbe portando avanti alcuni contatti con la Warner in ordine a un possibile acquisto di America On Line che vedrebbe così i propri rappresentanti prendere posto nel consiglio di amministrazione dell'editore di contenuti.

Già c'erano state convergenze per il passato, poi interrotte a seguito dell'intervento di Microsoft; ma le tergiversazioni di quest'ultima potrebbero averle rilanciate sia in vista di un possibile risparmio -che potrebbe aggirarsi sul miliardo di dollari l'anno- sia in relazione all'acquisto di MySpace di News Corporation, il che comporterebbe anche la partecipazione interessata di Murdoch.

Quanto a Microsoft, ha tempo sino a metà del mese corrente per inserire propri membri rappresentativi nel CdA di Yahoo, ma voci di corridoio attribuiscono a Microsoft il tentativo di allungare ulteriormente il termine.

Sia come sia, già in questo fine settimana le posizioni dovrebbero delinearsi in modo pressoché definitivo anche per l'intervento di Alan Schwartz che è il responsabile della banca d'affari Bear Stearns, a cui si sono aggiunti consulenti di altre banche quali Morgan Stanley e Blackstone Group.

Molti giurano che alla fine quelli di Redmond riusciranno a spuntarla, ma tanti altri dicono che il tutto assomiglia alle vicende d'amore tra elefanti: peso tra le quattro e le 5 tonnellate, molta polvere e barriti, una gestazione problematica che dura quasi due anni. Per avere poi alla fine un risultato che pesa molto meno di tre chilogrammi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (0)

Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics