Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.


Testimonianza hacker

Non so chi di voi ha avuto modo di leggere sui giornali l'ultima storia di denunce da parte della Guardia di Finanza a un gruppo di 14 persone (tra cui alcuni minorenni) per intrusioni in sistemi informatici, vendita di materiale informatico illegale, clonazione di carte di credito, e via dicendo. Tra questi c'ero anch'io: vi racconto come è andata.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-08-2002]

Premessa: la Redazione di Zeus News ha contattato una delle 14 persone coinvolte, indagato perchè era in contatto via Irc con gli autori di queste "malefatte". Rispettiamo la sua volontà di rimanere anonimo e non pubblichiamo pertanto nemmeno il suo indirizzo email: chi volesse scrivergli può farlo tramite la nostra Redazione. Ma ora lasciamo la parola direttamente a lui.

"In un periodo di tempo abbastanza indefinito, un mio conoscente (conoscente via Internet, e per altro da molto tempo, che da ora in poi chiamero Pingo perchè sinceramente non so neanche se ha voglia che io vi parli di questa faccenda), ha bucato vari host senza alcun motivo apparente: neanche la curiosità, solo la lameraggine probabilmente, una cosa eticalmente piatta, senza nessun significato."

"Lui insieme ad altri ragazzi (si parla di età comprese tra i 17 e i 23 anni) hanno cominciato a riunirsi in un canale di Irc dove discutevano sulle loro azioni. Questo significa detto in parole povere che stavano ore e ore a fare battute, sparare cazzate, sfottere gli admin dei server che bucavano, e cose del genere. Queste persone non si riunivano in stile "cupola mafiosa" che analizza la lista delle persone da ammazzare (così come potrebbe sembrare da alcune dichiarazioni di esponenti della Guardia di Finanza nella conferenza stampa)."

"Dopo qualche tempo cominciai a entrare anche io nel canale, per un fatto di simpatia... In fondo tutte le persone che stavano lì mi stavano simpatiche e mi faceva piacere ascoltare le loro battute, e le loro cazzate. Col tempo questi ragazzi avevano bucato una lista interminabile di host, sempre per lo stesso motivo insignificante; non so se hanno mai fatto danni, ma è comprensibile che quantomeno non era un loro interesse. Io dopo un po mi sono pure stufato di stare sul canale e sono uscito, visto che ormai non si scriveva manco una parola."

"Tutto questo accadeva almeno tre mesi fa, tre mesi prima che ci fosse questo Blitz, che ha coinvolto gente di altri canali Irc con cui questa gente semplicemente chattava! In particolare sono stati denunciati alcuni ragazzi che stavano abitualmente sul canale #mentor, che non c'entrano assolutamente niente con questo fatto. L'unico nesso è che Pingo, il ragazzo di cui vi ho parlato sopra, stava su due canali: quello dei suoi amici e #mentor. Questo è stato sufficente a portare la Finanza a sequestrare materiale ad almeno quattro frequentatori del canale #mentor. Anche io sono da molto tempo (da prima di entrare nel canale "proibito") un frequentatore del canale #mentor."

"Paradossalmente penso che, se Pingo avesse deciso di piazzarsi sul canale #stocazzo (per esempio), la Finanza sarebbe andata a bustare tutti quelli che stavano sul canale #stocazzo con lui, e questo la dice lunga."

"Da questo racconto si evince anche il mio coinvolgimento nella faccenda. A Pingo, da quanto gli è stato detto, è stato monitorato ogni pacchetto passante per il modem: pare che fossero in grado di loggare anche le sessioni di SSH. Questo si è capito anche dal fatto che i finanzieri, quando sono venuti a "prenderci", ci hanno ripetuto i nostri modi di dire, le nostre cazzate, per farci capire che conoscevano anche il nostro gergo."

"Così alle 6 di mattina del 31 Luglio 2002, si stacca la luce; dopo poco suona il citofono, e si annunciano dei pompieri che devono salire per localizzare una fuga di gas; questi sei individui in divisa da pompiere poco dopo aprono la mia stanza, mi svegliano, e mi cominciano a dire frasi ad effetto quali "Tu sei un genietto dei computer, vero?".

"Poco dopo si levano la divisa da pompiere e mostrano un decreto di perquisizione che mi accusa di essere partecipe a vari crimini, tra cui intrusione in sistemi critici quali host della Nasa e della Marina militare americana, e distribuzione di informazioni riservate presenti su questi sistemi a scopo di lucro."

"E' inutile dire che io sono assolutamente innocente, così come gran parte della gente a cui è stato riservato il mio stesso trattamento. Fatto sta che questi agenti della Guardia di Finanza di Milano, come scritto sul decreto, sono incaricati di perquisire e conseguentemente sequestrare tutto il materiale ritenuto inerente alle indagini."

"Così si sono portati il mio unico Pc (tutto intero, neanche solo l'hard disk), un gran numero di Cd audio, tutti originali, svariati Cd masterizzati contenenti delle copie di backup dei miei dati nonchè programmi free (forse purtroppo c'era anche una copia di backup di Windows o di Office), un gran numero di floppy disk e altri hard disk quasi da collezione (tanto erano vecchi) sparsi per la mia stanza."

"Leggendo qualcosa su Andreamonti.net ho avuto modo di capire che, secondo alcune istanze emanate dal Tribunale di Torino, non è molto ortodosso fare questo tipo di sequestri, soprattutto se il materiale è facilmente copiabile e quindi non necessita il sequestro all'indagato, che fino a prova contraria è innocente, e se il sequestro comporta un interruzione di un servizio di cui ha pieno diritto."

"Oltretutto sul mio computer c'era il mio sito nonchè una serie di dati privati che non ho assolutamente intenzione di condividere con la Gdf."

"Spero di potere trovare un aiuto qui: sono stato trattato come un terrorista, si sono portati via il mio unico Pc su cui tenevo i miei lavori, hanno spaventato la mia famiglia, hanno spaventato me, hanno sequestrato un sacco di materiale non mio e sopratutto non inerente al fatto: insomma devo starmene zitto a subire oppure ho qualche possibilità di risolvere questa faccenda?"

........

Altre letture consigliate:

Doverose domande da rivolgere a Umberto Rapetto
Dalla Cyberwar ai Black Bloc, dal sabotaggio mediatico a Bin Laden
Hackers, i ribelli digitali
Web e Servizi Segreti

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita, di abbonarti al Feed RSS, di seguirci su Twitter o di visitare la nostra pagina su Facebook. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (6)

Antonio
Giro di vite contro gli hacker... Leggi tutto
16-9-2004 17:03

*Cris*
Il problema non è internet Leggi tutto
11-5-2004 23:42

ennio rossi
internet ? free? Leggi tutto
31-3-2004 02:28

Shape
BE io dico ke non son stati correti assumi un avvocato e fagli causa come cittadino italiano tu hai diritto di essere trattato con dignita .PS:WIWA IL FREEWALL e la liberta spero ke per questo non mi arrestino ormai siamo quasi arrivati a sto punto adesso ti mettono in gabbia pure se hai cd masterizzati o scarichi musica da internet
26-1-2004 20:22

unoqualunque
eh ... Leggi tutto
8-5-2003 22:30

nicoletta
ma quanti cazzoni ci sono in giro? Leggi tutto
22-12-2002 00:46

Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
Sondaggio
In vacanza, a parte il cellulare per telefonare, qual č la tecnologia a cui non rinunceresti?
La fotocamera, per scattare indimenticabili foto ricordo
Il lettore Mp3, per ascoltare la mia musica preferita
La videocamera, per fare filmati che poi condividerņ online
Lo smartphone, per leggere l'email e restare connesso
Il tablet, per esibirlo in spiaggia
Il notebook (o netbook), ovviamente con chiavetta e piano dati, per essere online comodamente
Il lettore di ebook, per leggere i miei libri preferiti
Il navigatore satellitare, per arrivare a destinazione facilmente

Mostra i risultati (2266 voti)
Aprile 2014
Addio al gesso, arriva il guanto 3D per le fratture
Otto trucchi per risparmiare carburante
UPS, vietato svoltare a sinistra!
Autostrade intelligenti per guidare di notte senza fari
2015, tutti gli smartphone avranno l'antifurto
10 case stampate 3D in 24 ore
Come cifrare e autenticare la mail
Amazon, il progetto droni è reale
L'iWatch arriva a settembre con l'iPhone 6
Come difendersi da Heartbleed
La nave che va ad acqua di mare
Windows XP, fine di un'era
Hacker di 5 anni viola la Xbox One
Windows 8, Microsoft uccide le piastrelle
Il bus che offre 400 euro a chi si spoglia
Tutti gli Arretrati

web metrics