Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
Fidanzati sospettosi o inguaribili diffidenti, qual è la vostra arma preferita tra quelle che Facebook mette a disposizione di voi gelosoni per controllare il vostro partner?
I cuoricini in bacheca: un segno per far sentire sempre e dovunque la propria presenza, nonché un espediente per marcare il territorio del partner.
L'applicazione "Chi ti segue di più?": bisogna convincere il partner a usare questa applicazione (apparentemente innocua) per scovare eventuali vittime da annotare sulla propria black list.
Facebook Places: permette di taggare compulsivamente il partner e rendere noto al mondo intero il fatto che lei e il suo lui si trovano sempre insieme.
L'auto tag nelle foto: indispensabile strumento per essere certi di ricevere notifiche qualora un'altra persona osasse commentare o piazzare "Mi piace" alle foto del/della partner.
I commenti minatori: il simpatico approccio ossessivo-compulsivo verso chi tagga il partner o ne invade la bacheca. Di solito consiste in un discreto: "Che bello il MIO amore!"
Il profilo Facebook in comune: un unico profilo scoraggia anche il più audace dei rivali dal tentare un approccio.
La password nota al partner: Della serie: "Amore, se non mi nascondi niente allora posso avere la tua password?". Nessun messaggio di posta, commento o notifica è al sicuro.
Il tasto "Rimuovi dagli amici": una volta in possesso della password del partner, qualsiasi rivale dalla foto profilo provocante o la cui identità è sconosciuta verrà subito rimosso dagli amici.
La trappola: spacciandosi per il partner (password nota), si inizia a contattare i presunti rivali e testare le loro intenzioni con domande e allusioni per far cadere in trappola anche i più astuti.
Il Mi piace minatorio: post, foto, tag, nuove amicizie sono regolarmente marchiati da un Mi piace del partner. Dietro una parvenza di apprezzamento, dimostrano quanto in realtà NON piaccia l'elemento.

Mostra i risultati (317 voti)
Settembre 2014
Chiude Italia.it, costato 60 milioni di euro
Il software-spia usato dai governi contro dissidenti e giornalisti
Velocizzare le ricerche dei file
Windows 9, le prime immagini e un video
Telecom Italia aumenta il canone e raddoppia le tariffe
Gmail, pubblicate le password di 5 milioni di account
10 segnali negativi in un colloquio di lavoro
Guarda Facebook guidando e causa la morte di una donna
Chiavi stampate 3D, un business per i topi d'appartamento
Eee PC, Asus ci riprova
Le false antenne cellulari che intercettano chiamate e messaggi
Sfondare le reti Wi-Fi al primo tentativo
Come disinstallare definitivamente il software
Agosto 2014
Così si aggira la censura, anche da smartphone
Il divano che si trasforma in letto a castello
Tutti gli Arretrati

L'iPhone Nano non esiste ma ha un succedaneo

Sembra un iPhone ma sta nel palmo della mano: è l'ultimo clone creato in Cina.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-04-2011]

iPhone 4 Nano Cina clone

Periodicamente riemergono le voci che vorrebbero Apple al lavoro su una versione di ridotte dimensioni e meno costosa del proprio smartphone, battezzata iPhone Nano per analogia con l'iPod.

Se anche dai laboratori di Cupertino un dispositivo del genere non dovesse mai uscire, dalla Cina arriva un piccolo clone che sembrerebbe racchiudere tutto quello che l'iPhone Nano promette.

Certamente vi sono alcune differenze rispetto a quanto potrebbe mai produrre Apple, e non ci stiamo riferendo solo al prezzo, anche perché in questo caso la differenza è enorme, visto che il clone cinese costa 380 yuan, circa 40 euro.

Il touchscreen, per esempio, è resistivo e non capacitivo; il sistema operativo è un clone di iOS interamente realizzato in Java e la fotocamera ha un sensore da 1,3 megapixel. Il tutto, naturalmente, sta nel palmo di una mano.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (3)


zoidberg8e
Assolutamente sì! Se devo essere sincero sono contento che questi prodotti farlocchi siano così deludenti, almeno le aziende potranno permettersi di continuare a vendere prodotti di qualità! Leggi tutto
25-5-2011 12:06


ioSOLOio
immagino stia ironizzando.... ho avuto modo di provare alcuni prodotti del genere che si trovano in vendita online o anche nei negozi e sono quasi sempre molto molto deludenti dal punto di vista delle prestazioni e dell'esperienza d'uso Tanto più che vi sono in numero sempre maggiore prodotti di marca a prezzi accessibili... Leggi tutto
23-4-2011 15:04


zoidberg8e
Chiunque frequenti la fiera dell'elettronica conosce bene queste MERAVIGLIE dalle prestazioni invidiabili... :wink:
23-4-2011 13:19

Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics