Sondaggio
In Parlamento una proposta di legge vorrebbe obbligare i nuovi esercizi pubblici (ristoranti, negozi e via dicendo) a mettere a disposizione gratis degli utenti la possibilitÓ di navigare col Wi-Fi in Internet. Secondo te...
╚ una novitÓ giusta e moderna.
╚ un obbligo (costoso) in pi¨, da evitare.
Ottimo, ma si dovrebbero prevedere degli sconti fiscali per l'esercente.
La connessione sarÓ lenta, e poi con gli smartphone il Wi-Fi chi lo usa oggi?
Non mi interessa.
Non saprei.

Mostra i risultati (1459 voti)
Aprile 2015
La guida alla banda larga Comune per Comune
È un treno? È un aeroplano? No, è Horizon
Il browser per navigare su piattaforma distribuita
La batteria prossima ventura
Carcerato manda via mail un falso ordine di scarcerazione
Modificare la schermata di login
Poteva cancellare tutti i video di Youtube e non l'ha fatto
WhatsApp, le chiamate vocali sono realtà
Marzo 2015
Decreto antiterrorismo, evitato il trojan di Stato (per ora)
Come riutilizzare uno smartphone
Attenzione a Whatsappchiamate
Windows 10 sarà gratis anche per i pirati
Microsoft manda in pensione Internet Explorer dopo 20 anni
La chiavetta Usb che ti frigge il Pc
La falla FREAK è risolta
Tutti gli Arretrati

nVidia: ecco perché i tablet Android non vendono

Il CEO dell'azienda spiega perché l'iPad è ancora il più scelto dagli utenti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-05-2011]

nvidia huang tablet android non vendono ipad

Da un lato nVidia ha tutti i motivi per essere soddisfatta: la quasi totalità dei tablet con Android ha, al proprio interno, un processore Tegra 2.

Dall'altro lato, però, la situazione non è così positiva: le vendite dei tablet con Android non sono ancora decollate (o almeno non come sarebbe piaciuto ai produttori), surclassate senza difficoltà da quelle di iPad.

Jen-Hsun Huang, CEO di nVidia, pensa di sapere il perché.

Innanzitutto si tratterebbe di «un problema di marketing. È un problema di prezzi» e di una configurazione di base non sufficientemente appetibile per l'utente medio.

«La configurazione di base include il 3G ma non dovrebbe. I tablet dovrebbero avere una configurazione Wi-Fi ed essere più economici. Sono proprio questi quelli che si vendono più rapidamente rispetto a quelli 3G e con tutti gli accessori» ha spiegato Huang, che però non si è fermato qui.

Il secondo motivo dello scarso successo dei tablet con Android sarebbe infatti la scarsità di applicazioni: le app hanno fatto la fortuna di iOS, che in questo campo ancora manterrebbe un certo e significativo distacco dal sistema di Google.

Huang chiude la propria rapida analisi con un accento ottimistico, spiegando che la soluzione a questi problemi non è lontana: «il ritmo secondo il quale i tablet Honyecomb Tegra 2 vengono migliorati è davvero impressionanti. Credo che tutti i produttori lo abbiano ormai riconosciuto».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (3)


mda
In effetti quel robottino mi sembra un poco stupidino! :lol: Non sarÓ che la dirigenza commerciale che non Ŕ perfettamente intelligente visto le risposte di questo Jen-Hsun Huang??? :shock: Ciao Leggi tutto
18-5-2011 02:31

michepao
I tablet android spesso non disponibili in alcuni negozi e diversi negozi non hanno ancora un adeguato assortimento
17-5-2011 17:27

Pictor
Per alzare le vendite hanno provato a stamparci una mela sopra?! :lol:
17-5-2011 09:32


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics