Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.


Il cookie impossibile da cancellare

Inutile disabilitare i cookie o usare il "privacy mode" del browser: con questa tecnica il tracciamento è sempre possibile.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-08-2011]

Cookie KISSmetrics ETag
Foto via Fotolia

Disabilitare i cookie, cancellare la cache e usare il browser in modalità riservata (il famoso privacy mode o comunque lo si chiami, ormai presente in tutti i browser): in questo modo - si pensava - è possibile non essere tracciati quando si naviga in Internet.

Non è vero. Un'azienda che fornisce servizi di analisi del traffico a più di 500 siti - tra cui Hulu e Spotify - ha trovato un sistema per creare un cookie "immortale", che le permette di ricostruire la cronologia di navigazione di un utente anche se questi ha compiuto le operazioni di cui sopra o cambia browser.

L'azienda in questione si chiama KISSmetrics e la tecnica che essa userebbe è stata resa nota da una ricerca recentemente pubblicata.

Il trucco sta nell'uso di un identificatore univoco, noto come ETag, che si situa nella cache del browser e nelle cartelle dei metadati.

Tramite un JavaScript KISSmetrics è in grado di leggere il numero inserito nell'ETag ogniqualvolta l'utente visita uno dei siti monitorati dall'azienda.

Ashkan Soltani, uno dei ricercatori, ha spiegato che il sistema «agisce effettivamente come un cookie perché a ogni connessione con KISSmetrics invia un header referrer e il valore ETag».

Dal canto proprio, KISSmetrics respinge le accuse e sostiene che la ricerca «distorce in maniera significativa le nostre tecnologie», ricordando inoltre che l'azienda fornisce un sistema per farsi rimuovere completamente dal tracciamento e supporta la funzionalità Do Not Track.

In particolare Hiten Shah, CEO di KISSmetrics, spiega che l'azienda non ha mai condiviso le informazioni sugli utenti con terze parti, non è in grado di seguire gli utenti attraverso diversi siti e non fa uso degli ETag.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (3)

dany88
Sostanzialmente questo eTag Ŕ utilizzato per ottimizzare l'uso della cache nelle richieste HTTP. Javascript in realtÓ non Ŕ la parte centrale del trucco, anzi forse con un po' di impegno si pu˛ anche non usare. E se vogliamo esse precisi, parlare di cookie Ŕ una forzatura, Ŕ vero che alla fine funziona come una specie di cookie, ma non... Leggi tutto
19-8-2011 09:55

MaXXX eternal tiare
Le informazioni per poterle usare devono per forza momentaneamente salvarle da qualche parte e credo che salvino i dati normalmente nel disco e poi vengano automaticamente cancellate in modo abbastanza sicuro. Anche se avevo letto in passato che su linux alcuni utenti caricavano ff nella ram o qualcosa di simile non ricordo. La... Leggi tutto
18-8-2011 15:44

utonto_medio
OT: i vari sistemi di navigazione anonima come agiscono? non salvano le informazioni o le salvano e le cancellano? vista la facilitÓ con cui si possono recuperare i dati "cancellati" la differenza mi sembra sostanziale
17-8-2011 13:12

Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
Sondaggio
Qual Ŕ il tuo approccio con la tecnologia?
La ostacolo con tutte le mie forze: porta solo guai, inquinamento, distruzione e guerra. Il mio stile di vita ideale e' quello degli Amish della Pennsylvania.
Sono poco interessato, uso le macchine al minimo indispensabile, e solo per l'utilizzo pratico. Per esempio, uso il telefono per comunicare, l'auto per muovermi sulle lunghe distanze e il computer per fare strani calcoli elaborati.
La tecnologia non e' buona o cattiva, essa si limita a fornirci degli strumenti piu' potenti. Se vengono usati a fin di bene o male, il merito o la colpa sono solo nostri.
Amo circondarmi di macchinette che fanno cose fino a ieri impensabili. Essere aggiornato e' per me un sottile godimento, per certi versi una piacevole dipendenza.

Mostra i risultati (2907 voti)
Aprile 2014
Otto trucchi per risparmiare carburante
UPS, vietato svoltare a sinistra!
Autostrade intelligenti per guidare di notte senza fari
2015, tutti gli smartphone avranno l'antifurto
10 case stampate 3D in 24 ore
Come cifrare e autenticare la mail
Amazon, il progetto droni è reale
L'iWatch arriva a settembre con l'iPhone 6
Come difendersi da Heartbleed
La nave che va ad acqua di mare
Windows XP, fine di un'era
Hacker di 5 anni viola la Xbox One
Windows 8, Microsoft uccide le piastrelle
Il bus che offre 400 euro a chi si spoglia
Dal 1 aprile si pagano le commissioni sulla benzina
Tutti gli Arretrati

web metrics