Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
Qual il componente del PC che aggiornerai per primo?
Scheda Wi-Fi
Mouse
Tastiera
Scheda audio
Hard disk
RAM
Schermo
Scheda video
Processore
Tutto il PC

Mostra i risultati (1214 voti)
Dicembre 2014
Telefonini e promozioni natalizie: quale operatore offre di più
Da BMW l'auto che si cerca il parcheggio da sola
Honor T1, il tablet economico di Huawei
Windows 10 integra Cortana e l'app per la Xbox
Treviso, ragazzini condividono filmato hard con Whatsapp
Il reggiseno bionico che solleva e sistema il seno alla perfezione
Il macchinario che trasforma l'acqua in petrolio
Serve davvero proteggere smartphone e tablet Android con un antivirus?
Sony, migliaia di password in una cartella chiamata ''Password''
Mandare in crash WhatsApp con un singolo messaggio di testo
Lo shopping online? Adesso si fa col Bancomat
Novembre 2014
TIM e Vodafone, LTE fino a 225 Mbit/s
Google rende più semplice vedere tutti i dispositivi connessi al proprio account
Toyota Mirai, l'auto a idrogeno che produce energia per la casa
Malware nelle sigarette elettroniche
Tutti gli Arretrati

Microsoft spegne la botnet di MacDefender

Kelihos è stata chiusa: diffondeva spam, malware e il famigerato falso antivirus per Mac.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 29-09-2011]

Microsoft botnet Kelihos Macdefender
Foto via Fotolia

Grazie agli sforzi di Microsoft, in collaborazione con alcuni provider e il Community Emergency Response Team, la botnet Kelihos è stata neutralizzata.

Dopo Rustock e Waledac, un'altra struttura costituita da computer infetti e creata principalmente per diffondere spam viene tagliata fuori da Internet, con sollievo per gli utenti.

Kelihos non era estesissima: coinvolgeva "soltanto" tra i 40.000 e i 45.000 PC, grazie ai quali inviava più di 3,8 miliardi di messaggi di spam ogni giorno.

Inoltre, la botnet veniva usata anche per diffondere MacDefender, il falso antivirus per Mac che era a maggio riuscito a ingannare decine di migliaia di utenti Apple, oltre che per conservare materiale pedopornografico e diffondere genericamente malware.

I computer che facevano parte di Kelihos sono stati disconnessi da Internet e le indagini hanno permesso di risalire a un responsabile - il ceco Dominique Alexander Piatti - e a diversi complici.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (2)

dany88
bh Microsoft ha un team che si occupa di queste cose (Digital Crimes Unit), probabilmente ha trovato la botnet e poi ha chiamato i federali per collaborare a chiuderla. Leggi tutto
30-9-2011 09:50


mda
Poi qualcuno mi spiega cosa centra Microsoft con un operazione del FBI e Interpol con la collaborazione di Community Emergency Response Team??? Ciao
30-9-2011 08:36


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics