Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
Quale mezzo di trasporto pubblico sostituirà quelli attuali nel giro dei prossimi 50 anni?
Evacuated Tube Transport: l'evoluzione dei treni a levitazione magnetica; questi veicoli sono in grado di raggiungere i 6.500 km/h perché viaggiano all'interno di tunnel in cui è creato il vuoto.
String Transport System: cabine sospese fino a 30 metri dal suolo che corrono su binari di acciaio e cemento a oltre 500 km/h.
Tubular Rails: i treni viaggiano a 240 km/h all'interno di anelli sollevati dal suolo che contengono i motori e le ruote, mentre le carrozze ospitano i binari.
I bus viaggiano al di sopra del traffico automobilistico, il quale scorre sotto di loro, usando piccole rotaie poste ai lati della strada.
Shweeb: monorotaia monoposto sospesa e a pedali che permette di raggiungere i 45 km/h.
SolarBullet: il treno ad alta velocità (354 km/h) alimentato a energia solare attualmente allo studio in Arizona (USA).
Treni elettrici che non necessitano di binari perché viaggiano su strada e ricevono l'energia dal sistema contactless installato al di sotto dell'asfalto.
SARTRE: le automobili viaggiano in convogli gestiti dall'intelligenza artificiale; si uniscono i vantaggi del trasporto pubblico alla flessibilità del trasporto privato.
Startram, il maglev orbitale: gli ultimi 20 chilometri del tracciato (di oltre 1.600 km) puntano verso l'alto per portare in orbita i treni.
Ascensore spaziale: una stazione posta a quasi 100.000 km da terra e collegata al suolo da cavi costituiti da nanotubi di carbonio, per portare in orbita uomini e materiali con costi relativamente contenuti.

Mostra i risultati (2203 voti)
Novembre 2014
Google rende più semplice vedere tutti i dispositivi connessi al proprio account
Toyota Mirai, l'auto a idrogeno che produce energia per la casa
Malware nelle sigarette elettroniche
Licenziato per un Like su Facebook
E-book, il governo vuole l'IVA al 4%
Il tablet low cost di Nokia
Pwn2own, cadono tutti gli smartphone tranne Windows Phone
Il sottomarino supersonico che va a 5.800 km/h
Il sito dei guardoni: 73mila telecamere private hackerate
In fuga da WhatsApp, ma verso dove?
Ma quanto sono spione le ''smart TV''?
900 giochi arcade nel browser disponibili gratuitamente
Garante Privacy autorizza controllo dipendenti via Gps
Curriculum vitae, indicare solo l'essenziale
Ottobre 2014
Il gettone telefonico, questo sconosciuto
Tutti gli Arretrati

Street View entra nei negozi

Ora è possibile visitare virtualmente anche l'interno dei locali pubblici presenti su Street View.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 29-10-2011]

Street View interno negozi locali pubblici

Street View è pronto a fare il grande passo: dopo aver fotografato l'esterno di case e negozi e averlo reso pubblico nel web, ora si prepara a fare lo stesso con gli interni.

Google ha infatti lanciato una nuova funzione, chiamata Business Photos, che porterà su Google Maps gli interni di quei negozi ed esercizi commerciali abbastanza coraggiosa da permettere all'occhio curioso della fotocamera di entrarvi. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Le proteste che hanno spinto Google a sospendere Street View in alcuni Paesi...
sono giuste: occorrono limiti più seri per salvaguardare la privacy.
sono ingiuste: Street View non danneggia affatto la privacy.

Mostra i risultati (2195 voti)
Leggi i commenti
Dopo aver scattato le foto, queste saranno ricomposte creando un panorama a 360 gradi, usando la stessa tecnologia che consente agli utenti di tutto il mondo di spostarsi virtualmente lungo le vie delle città con Street View e all'interno dei musei con l'Art Project.

Spostandosi con Street View lungo le vie di diverse città negli USA, in Australia, in Giappone, in Nuova Zelanda e per Parigi o Londra, capiterà di passare davanti a un negozio che ha aderito a Business Photos: si potrà allora entrare e visitarlo.

Per chi gestisce un'attività commerciale il vantaggio sta nella possibilità di farsi un po' di pubblicità in questo modo; le singole foto saranno poi accessibili da Google Places.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (3)

Roberto1960
Che bello! L'idea di Google è di farci diventare come i terrestri che vivono sull'astronave Axiom del film Wall-E. Un mucchio di cretini obesi che vivono 24 ore al giorno davanti ad uno schermo. Grazie Google!
30-10-2011 07:22


ioSOLOio
alcuni esercizi commerciali con il sito già hanno questa possibilità.. ovvio che mettersi su Google potrebbe automaticamente ampliare di molto la visibilità del negozio... E immagino poi che nel tempo l'immagine navigabile potrebbe essere associata a qualche link per essere rediretti verso l'acquisto di un prodotto....
29-10-2011 14:28

proteus75
Il futuro è gia oggi. Domani si potrà anche andare a vedere in che condizioni sono i wc. Gli uffici che fanno i controlli sui lavoratori, e quindi le multe, sbriceranno su quanti dipendenti abbia un bar ^^, etx. Come sempre le applicazioni sono limitate alla sola immaginazione
29-10-2011 11:48

Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics