Sondaggio
I telefonini diventano sempre più potenti e sono dotati di fotocamere sempre migliori: a quella sul retro spesso se ne aggiunge una frontale, per meglio scattare i selfie. Per quanto riguarda l'utilizzo che ne fai tu personalmente, lo smartphone ha sostituito la fotocamera compatta tradizionale?
Sì. Non ho praticamente più bisogno di portarmi dietro la fotocamera perché quella dello smartphone è più che sufficiente per le mie esigenze nella maggior parte delle occasioni.
In parte. Sebbene la fotocamera sullo smartphone sia indubbiamente comoda, spesso ho la necessità di scattare foto di qualità migliore e con un dispositivo dedicato, quindi utilizzo molto anche la fotocamera.
No. Non posso fare a meno di portarmi dietro la fotocamera compatta, che per le mie esigenze non può affatto essere sostituita da uno smartphone.

Mostra i risultati (912 voti)
Luglio 2015
La lampadina a Led più economica del mondo
Giugno 2015
Google Chromebit trasforma la Tv in un Pc
Sabotaggio verso gli utenti di μTorrent
Su Google Play Music la musica adesso è gratis
A cosa serve prenotare Windows 10?
Aggiungere una cartella alla barra delle applicazioni
Jobs Act, permesso il controllo a distanza dei dipendenti
11 bufale hi-tech a cui molti continuano a credere
Navigare senza limiti in 4G LTE? Sì, ma solo di notte
Come passare da MBR a GPT e viceversa
Riutilizzare le vecchie batterie dei telefonini si può
Porn Time è il Popcorn Time a luci rosse
Google Maps, navigatore anche senza la connessione
Rubare soldi al bancomat con l'iPod Nano
Otto applicazioni vulnerabili agli hacker
Tutti gli Arretrati

Apple, un evento speciale per l'educazione

Giovedì prossimo a New York Apple svelerà il modo in cui ha intenzione di rivoluzionare l'insegnamento.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-01-2012]

apple evento educazione new york

Apple non è certo nuova agli inviti misteriosi: quando organizza un evento, lascia intendere quale sarà il protagonista soltanto per accenni, senza rivelare direttamente i nuovi prodotti.

Così, per l'evento in programma la prossima settimana (per l'esattezza, il 19 gennaio) al Guggenheim Museum di New York, l'azienda di Cupertino ha distribuito un invito che recita soltanto «Unitevi a noi per un annuncio sull'educazione nella Grande Mela».

Il tutto pare tracciato con il gesso su una lavagna, e sullo sfondo lo skyline di New York è interrotto da una grande mela morsicata. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Pensi di acquistare un dispositivo per leggere gli e-book?
Sì, un lettore con e-ink in toni di grigio - 25.4%
Sì, ma aspetto l'e-ink a colori - 17.1%
Sì, un tablet - 15.5%
Sì, un netbook - 2.8%
No, preferisco i libri cartacei - 39.2%
  Voti totali: 2429
 
Leggi i commenti (16)
L'incursione di Apple nel mondo dell'educazione ha in parte deluso chi per l'evento di gennaio si aspettava invece la presentazione dell'iPad 3 che, stando alle voci circolate nei giorni scorsi, avrebbe potuto debuttare il prossimo 24 febbraio, giorno del compleanno di Steve Jobs.

Sui contenuti esatti dell'annuncio il mistero è fitto; è probabile che non al centro dell'attenzione questa volta non ci siano prodotti hardware ma servizi o software, naturalmente dedicati al mondo della scuola.

Tra le previsioni circa l'oggetto dell'evento di giovedì prossimo le più interessanti sono quelle che riguardano novità sul fronte dei libri di testo, trasformati in digitale e fruibili attraverso l'iPad.

Quello dei libri scolastici era in effetti uno dei tre campi - insieme a quello delle fotocamere e a quello dei televisori - che il fondatore di Apple avrebbe voluto rivoluzionare.

Secondo Ars Technica potrebbe trattarsi del supporto allo standard EPUB 3, che dovrebbe includere caratteristiche multimediali utili in un contesto scolastico. Altri ancora parlano del lancio di una piattaforma dedicata agli autori indipendenti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics