Sondaggio
Secondo te come stanno cambiando gli attacchi informatici?
Ci sono sempre più attacchi automatizzati verso i server anziché verso gli individui.
Gli attacchi sono più globali, dall'Europa all'America all'Asia all'Australia.
L'impatto maggiore è sui conti aziendali e sui patrimoni medio alti.
Gli attacchi colpiscono istituzioni finanziarie di tutte le dimensioni.
Gli hacker sono sempre più veloci.
I tentativi di transazioni sono più estesi e più elevati.
Gli attacchi sono più difficili da rilevare.
E' aumentata la sopravvivenza dei server.

Mostra i risultati (1158 voti)
Febbraio 2015
100 trucchi per Windows 7 e Windows 8
WhatsApp, arrivano le chiamate vocali
Lenovo ha preinstallato malware sui suoi PC
Velocizzare Windows all'avvio, selezionare più file senza la tastiera
Samsung Galaxy S6, ecco come pagarlo meno
La casa di Fazio dovrà rimanere segreta
Abilitare il God Mode, cancellare dati in modo sicuro e login automatico
Vulnerabilità nelle BMW, le auto in balia dei malintenzionati
Facebook adesso ti pedina ovunque su Internet
Galaxy S6, le immagini in anteprima
Arriva LibreOffice 4.4, più bello e più snello
Gennaio 2015
Google: Gli utenti dei vecchi Android si arrangino
Se la prof invia un selfie sexy agli studenti
Windows 10 è gratis per gli utenti di Windows 7 e 8
Antibufala: SismAlarm
Tutti gli Arretrati

Apple, un evento speciale per l'educazione

Giovedì prossimo a New York Apple svelerà il modo in cui ha intenzione di rivoluzionare l'insegnamento.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-01-2012]

apple evento educazione new york

Apple non è certo nuova agli inviti misteriosi: quando organizza un evento, lascia intendere quale sarà il protagonista soltanto per accenni, senza rivelare direttamente i nuovi prodotti.

Così, per l'evento in programma la prossima settimana (per l'esattezza, il 19 gennaio) al Guggenheim Museum di New York, l'azienda di Cupertino ha distribuito un invito che recita soltanto «Unitevi a noi per un annuncio sull'educazione nella Grande Mela».

Il tutto pare tracciato con il gesso su una lavagna, e sullo sfondo lo skyline di New York è interrotto da una grande mela morsicata. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Pensi di acquistare un dispositivo per leggere gli e-book?
Sì, un lettore con e-ink in toni di grigio - 25.4%
Sì, ma aspetto l'e-ink a colori - 17.1%
Sì, un tablet - 15.5%
Sì, un netbook - 2.8%
No, preferisco i libri cartacei - 39.2%
  Voti totali: 2429
 
Leggi i commenti (16)
L'incursione di Apple nel mondo dell'educazione ha in parte deluso chi per l'evento di gennaio si aspettava invece la presentazione dell'iPad 3 che, stando alle voci circolate nei giorni scorsi, avrebbe potuto debuttare il prossimo 24 febbraio, giorno del compleanno di Steve Jobs.

Sui contenuti esatti dell'annuncio il mistero è fitto; è probabile che non al centro dell'attenzione questa volta non ci siano prodotti hardware ma servizi o software, naturalmente dedicati al mondo della scuola.

Tra le previsioni circa l'oggetto dell'evento di giovedì prossimo le più interessanti sono quelle che riguardano novità sul fronte dei libri di testo, trasformati in digitale e fruibili attraverso l'iPad.

Quello dei libri scolastici era in effetti uno dei tre campi - insieme a quello delle fotocamere e a quello dei televisori - che il fondatore di Apple avrebbe voluto rivoluzionare.

Secondo Ars Technica potrebbe trattarsi del supporto allo standard EPUB 3, che dovrebbe includere caratteristiche multimediali utili in un contesto scolastico. Altri ancora parlano del lancio di una piattaforma dedicata agli autori indipendenti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics