HTC One X, un errore software riduce l'autonomia

Una applicazione nella directory sbagliata fa calare la durata della batteria anche del 20%.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-04-2012]

htc one x batteria

Lo smartphone HTC One X, il modello di punta della famiglia ONE presentata non molto tempo fa dall'azienda taiwanese, ospita un piccolo problema che riduce la durata della batteria.

Uno sviluppatore di XDA Developers ha infatti scoperto che l'applicazione che gestice il risparmio energetico di Tegra 3 (il SoC su cui si basa lo smartphone) è stata messa nella directory sbagliata.

Nel dettaglio, il file NvCPLSvc.apk si trova in system/bin anziché in system/app, e ciò porta a un consumo della batteria superiore a quello che sarebbe normale. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Qual il peggior difetto del tuo smartphone?
Ha il display troppo piccolo per navigare comodamente.
Le app che vorrei utilizzare non sono disponibili il mio OS.
La tastiera virtuale scomoda.
E' troppo lento e le app girano a fatica.
Non dual Sim.
La batteria dura troppo poco.
E' troppo pesante da portare in giro.
Altro (spiegalo nel forum)

Mostra i risultati (3592 voti)
Leggi i commenti (18)
Riportando il file nella posizione giusta seguendo le istruzioni pubblicate sul forum di XDA Developers gli utenti hanno scoperto che si riesce ad aumentare l'autonomia del 10/20%.

Chiaramente, per eseguire l'operazione è bene avere un po' di dimestichezza con il sistema operativo; quanti non si sentono in grado di intervenire al livello richiesto faranno bene ad aspettare un aggiornamento da HTC, nella speranza che non debbano trascorrere troppi giorni.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Eh s, appare sempre pi evidente questo modus operandi, perch spendere in testing e debugging quando comunque si trovano sempre pi utenti che lo fanno gratis e senza poi penalizzare le aziende. :roll:
22-4-2012 14:22

gli errori in quanto tali ci possono sempre essere... ma visto ci che sempre pi spesso capita su terminali di ogni marca, ho idea che debug, test e prove serie le aziende le facciano fare all'utente/cliente che -comunque- corre a comprare il prodotto... E questo vale molto pi per certe tipologie di prodotti quali ad esempio gli... Leggi tutto
16-4-2012 16:47

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
Sondaggio
Qual il risultato corretto di 6/2(1+2) ?
1
9

Mostra i risultati (1920 voti)
Maggio 2016
Ragioni per usare la modalità aereo quando non sei in aereo
Il ''Service Pack 2'' di Windows 7
TeslaCrypt, arriva la chiave di sblocco universale
Red Ronnie e la Sindrome delle Due Campane
CryptXXX torna a colpire e non c'è antidoto che tenga
Metroweb, Enel e Telecom: come ricomprare ciò che era tuo
CEO di BioViva si inietta virus e si allunga vita di 20 anni
Tre pianeti simili alla Terra distanti pochi anni luce da noi
Lo smartphone economico dell'ex CEO di Apple
Aprile 2016
Badlock, la minaccia è reale: a rischio tutti i Windows e i Linux
L'asciugamani ad aria è un ricettacolo di virus
6 funzionalità interessanti di Android N
Il successo degli ''inculators''
La fibra di Enel sfida Telecom Italia
Arrestati al cinema perché registravano l'audio
Tutti gli Arretrati


web metrics