Ritrova la madre con Google Earth

Scomparso quando aveva cinque anni, riconosce la città natale grazie alle foto scattate da Google.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-04-2012]

ritrova madre google earth

Saroo Birerley, un uomo di origine indiana ora residente in Australia, quando aveva cinque anni era partito insieme al fratello dalla città in cui abitava; a un certo punto s'era addormentato, risvegliandosi 14 ore più tardi nei sobborghi di Calcutta, e senza che vi fosse traccia alcuna del fratello.

Per un certo periodo era rimasto a vivere sulla strada, finché non era finito in un orfanotrofio e, quindi, era stato adottato da una coppia australiana; laggiù poté rifarsi una vita.

Con il passare del tempo, però, si fece più forte il desiderio di recuperare le proprie origini: ricordava bene la propria città natale, ma aveva dimenticato il nome.

Così, dopo aver calcolato quanto potesse aver viaggiato quel lontano giorno (in base alla velocità media dei treni indiani), individuò su Google Earth la città di Khandwa.

Il nome non gli diceva niente ma, dopo aver effettuato lo zoom, Saroo iniziò a riconoscere i luoghi che frequentava da bambino, in particolare una cascata presso la quale era solito giocare.

Sondaggio
iPad/iPhone, Android, Windows Phone hanno servizi che localizzano gli utenti. La privacy violata?
S, almeno potenzialmente.
No, tutta una bolla di sapone.
Non so.

Mostra i risultati (2834 voti)
Leggi i commenti (3)

È così che Saroo Birerley è riuscito a presentarsi, 25 anni dopo la propria scomparsa, di fronte all'incredula madre naturale; purtroppo non ha potuto riabbracciare il fratello, morto un mese dopo la sua scomparsa.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Se fossi il passeggero in un'auto il cui conducente sta leggendo o inviando un Sms, protesteresti?
S, ma solo se sono in confidenza con l'autista. E comunque non mi sentirei molto tranquillo.
S, per la sicurezza di tutti.
No, se lo fa in un rettilineo o comunque in condizioni di sicurezza.
No, se il conducente attento: non c' motivo di protestare.
No, se sta solo leggendo. S, se sta inviando un messaggio.

Mostra i risultati (1627 voti)
Aprile 2017
Il mistero delle vie fantasma e delle città inesistenti nelle mappe
7000 bolle di metano in Siberia rischiano di esplodere
L'antivirus che scambia Windows per un malware
Il motore di ricerca BitTorrent personale e inaffondabile
L'attacco phishing impossibile da rilevare
WikiLeaks: Ecco come fa la CIA a violare Windows
La startup che impianta microchip nei dipendenti
''Perché mai dovrebbero rubarmi o clonarmi il profilo Facebook?''
Falla nei chip Wi-Fi, milioni di smartphone vulnerabili
Ubuntu abbandona Unity
Windows 10, il Creators Update è già disponibile
Marzo 2017
''Windows 10 ha distrutto il mio PC'' e fa causa a Microsoft
Wikileaks rivela il ''cacciavite sonico'' della CIA per colpire i Mac
Come violare un account Windows in un minuto
Hai un processore nuovo? Non potrai aggiornare Windows
Tutti gli Arretrati


web metrics