Sondaggio
Qual è il tuo approccio nei confronti del navigatore satellitare?
Mi affido al navigatore solo in caso di necessità.
Sono diffidente e non mi baso totalmente sulle indicazioni del dispositivo.
Non mi metto al volante prima di aver acceso il magico schermo.
Non ne ho mai avuto uno.
Preferisco fermarmi a chiedere informazioni ai passanti.
Non mi interessano le indicazioni: in fondo a volte è bello anche basarmi sul mio istinto e nel caso sbagliare strada.

Mostra i risultati (2297 voti)
Settembre 2015
La bici che ha mandato in crisi l'auto di Google
Agosto 2015
Windows 10 Mobile è troppo grasso
Samsung Galaxy Note 5, scoppia il ''Pengate''
Windows 10 bandito dai tracker BitTorrent
Apple, arriva l'iPad Pro
L'e-diesel senza gasolio di Audi, carburante ''pulito''
Tutti i grandi spioni di Facebook: come aggirarli
Apple chiude tutti i Macbook di 6 gradi
NASA: razzi senza carburante con motore a microonde
La lente bionica per correggere i difetti di vista meglio del laser
Kim Dotcom: State lontani da Mega
Google cambia nome: nasce Alphabet
Un trucco per velocizzare Android (o rallentarlo fino alla morte)
Fusione Wind e 3, diventa primo gestore in Italia (ma russo-cinese)
Windows 10: come aggiornare il PC senza aspettare
Tutti gli Arretrati

Ritrova la madre con Google Earth

Scomparso quando aveva cinque anni, riconosce la città natale grazie alle foto scattate da Google.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-04-2012]

ritrova madre google earth

Saroo Birerley, un uomo di origine indiana ora residente in Australia, quando aveva cinque anni era partito insieme al fratello dalla città in cui abitava; a un certo punto s'era addormentato, risvegliandosi 14 ore più tardi nei sobborghi di Calcutta, e senza che vi fosse traccia alcuna del fratello.

Per un certo periodo era rimasto a vivere sulla strada, finché non era finito in un orfanotrofio e, quindi, era stato adottato da una coppia australiana; laggiù poté rifarsi una vita.

Con il passare del tempo, però, si fece più forte il desiderio di recuperare le proprie origini: ricordava bene la propria città natale, ma aveva dimenticato il nome.

Così, dopo aver calcolato quanto potesse aver viaggiato quel lontano giorno (in base alla velocità media dei treni indiani), individuò su Google Earth la città di Khandwa.

Il nome non gli diceva niente ma, dopo aver effettuato lo zoom, Saroo iniziò a riconoscere i luoghi che frequentava da bambino, in particolare una cascata presso la quale era solito giocare.

Sondaggio
iPad/iPhone, Android, Windows Phone hanno servizi che localizzano gli utenti. La privacy è violata?
Sì, almeno potenzialmente.
No, è tutta una bolla di sapone.
Non so.

Mostra i risultati (2720 voti)
Leggi i commenti (3)

È così che Saroo Birerley è riuscito a presentarsi, 25 anni dopo la propria scomparsa, di fronte all'incredula madre naturale; purtroppo non ha potuto riabbracciare il fratello, morto un mese dopo la sua scomparsa.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics