Sondaggio
Che cos' pi rivoluzionario, tra questi... qualcosa-book?
Chromebook
Ebook
Facebook
Macbook
Netbook
Notebook
Playbook
Ultrabook

Mostra i risultati (1824 voti)
Maggio 2015
Occhio alla pornotruffa che blocca il computer
La Tv da attaccare come un magnete al frigo
Navigazione più privata e sicura con Freedome
Paypal, multa di 25 milioni per il credito ''revolving''
Google manda le multe ai pirati
Halfbike, bicicletta a metà
I server virtuali hanno un bug peggiore di Heartbleed
Le 7 versioni di Windows 10
Wind e 3 Italia, fusione in vista
8 errori da evitare per non essere hackerati
Da Tesla il Powerwall per risparmiare elettricità in casa
Falla in Wordpress, milioni di siti vulnerabili
Microsoft logga gli IP dei pirati di Windows 7
Se la stazione rivela la password in diretta TV
Fastweb e Telecom Italia si alleano per la banda larga
Tutti gli Arretrati

Comunicatori per la corteccia cerebrale

Presto potrebbe comunicare anche chi si trova in coma o in stato vegetativo.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 21-05-2012]

cortex talk communicator

Conclusa l'esperienza con un gruppo di volontari, l'Università di Berkeley ha prodotto uno studio secondo cui sarebbe presto possibile impiantare particolari chip nella corteccia cerebrale in grado di captare le correnti elettriche in transito e tradurle in linguaggio parlato.

L'avveniristico e anche un po' inquietante sistema permetterebbe di comunicare col mondo esterno a tutti coloro che ne siano impediti per qualsiasi causa, purché siano in grado di percepire il mondo esterno e di immaginare ciò che vorrebbero dire o fare. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Confessa. Hai mai acquistato un farmaco online?
Assolutamente no, un reato.
Fossi matto! E' un rischio per la salute.
Non si dovrebbe... ma lo ammetto, qualche volta successo.
Lo faccio abitualmente anche se contro la legge o pericoloso.

Mostra i risultati (2915 voti)
Leggi i commenti (18)
L'impianto cerebrale, denominato Cortex Talk Communicator, oltre a decodificare l'attività del cervello è in grado di comunicare con l'esterno connettendosi a distanza a un computer in modo da trasformare in voce gli impulsi ricevuti.

Stando alle affermazioni di Robert Knight, docente alla Berkeley University, "persone colpite da turbe del linguaggio o che non possano parlare ma solo immaginare ciò che vorrebbero esprimere" potrebbero essere i destinatari d'adozione dell'apparecchiatura.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 9)

Allora Daitarn III l'ho perso. :( Probabilmente, arrivato dopo che ormai avevo smesso di seguire quei cartoon.
24-6-2012 19:00

Beh, probabilmente sar un filino troppo appassionato, ma credo di poterti citare almeno il 75% di tutti i personaggi dei cartoni giapponesi (dagli albori fino agli inizi anni '90)... =) Per Daitarn III un mostro sacro, un capolavoro artistico che al di l delle "apparenze" infantili affronta un tema importante... Leggi tutto
24-6-2012 17:02

Di nulla! Anche io ho visto un po' di cartoon made in japan ai miei tempi, ma non ricordo tutti i nomi. Rcicordo: Mazinga, Goldrake, JeegRobot, Gundam :D Leggi tutto
24-6-2012 12:14

Grande Daitarn!
19-6-2012 19:33

Perdonami, non so di che generazione sei, ma forse ho dato troppo per scontato che tutti conoscessero il diabolico duo di "cattivi" di Daitarn III... :oops:
19-6-2012 18:34

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics