Auto senza conducente testate con successo in Spagna

Un convoglio di veicoli autonomi percorre 200 km su strada pubblica in maniera impeccabile. [Video]



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 02-06-2012]

volvo sartre auto senza conducente spagna

L'auto che si guida da sola è sempre più vicina: dopo che il prototipo di Google è riuscito a ottenere una patente in Nevada, anche Volvo presenta la propria soluzione.

Il piano della casa automobilistica svedese è però leggermente diverso da quello del gigante di Mountain View: l'obiettivo è infatti non tanto creare un mezzo autonomo ma rivoluzionare la mobilità personale studiando l'interazione tra tali mezzi e dimostrando come sia possibile collegare in rete wireless molte auto senza conducente e lasciare che gestiscano in autonomia distanze, velocità e percorsi.

È questo il cuore del progetto SARTRE, finanziato dall'Unione Europea, e che è stato dimostrato con successo durante un test lungo 200 km in Spagna.

Un convoglio composto da tre auto tutte dotate del software e degli apparati di rete necessari, ha compiuto il percorso: le auto hanno seguito un camion, guidato da un essere umano e che procedeva a 85 km/h, a distanze di sicurezza variabili tra i 15 e i 5 metri (la variazione è stata inserita appositamente per testare il sistema).

Il tutto ha funzionato senza problemi, con i veicoli che agivano insieme, frenando e accelerando in conseguenza del comportamento del mezzo che precedeva.

Linda Wahlström, project manager di SARTRE presso Volvo, spiega che a parte il software e le attrezzature di rete, le auto sono esattamente le stesse che si trovano normalmente in vendita: «tutto deve funzionare senza cambiamenti alle infrastrutture stradali o l'aggiunta di costosi componenti alle auto» ha dichiarato.

Il progetto è ora pronto a muovere verso la fase successiva, che riguarda l'analisi dei consumi di carburante: l'obiettivo è di ridurli del 20% rispetto alla guida manuale, elaborando allo stesso tempo le strategie necessarie e il modello di business adatto per commercializzare questa tecnologia.

Sondaggio
L'auto che si guida da sola... (completa la frase)
ci permetterà di sfruttare il tempo perso guidando, magari in coda.
ci toglierà l'ultimo brandello di privacy.
ci farà viaggiare più sicuri.
ci esporrà a nuovi pericoli, dovuti ai bug o agli attacchi degli hacker.
ci consentirà di ridurre l'inquinamento.
ci priverà dell'autonomia.
sarà accettabile solo se ci permetterà sempre di scegliere la guida manuale.
sarà sicura solo se non permetterà mai la guida manuale.

Mostra i risultati (5156 voti)
Leggi i commenti (10)

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il progetto di Volvo per l'auto senza conducente
Nissan: l'auto che si guida da sola in vendita nel 2020
L'auto senza conducente made in Google (aggiornamento)
Patente, l'esame teorico è sempre più difficile

Commenti all'articolo (5)

chiaro che il trenino di auto dello studio va pensato non come una anomalia nel traffico generico di oggi ma come obiettivo in cui tutto è sostanzialmente canalizzato in quel modo.... velocità media costante offre vantaggi di vario genere, dalla razionalizzazione dei consumi, del traffico e anche dei tempi di percorrenza.. Poi ovvio che... Leggi tutto
4-6-2012 18:04

Il "trenino di auto" e' il principale obiettivo di questa tecnologia. Aumentare il traffico (veicoli/h) per chilometro di strada senza diminuire la velocita' media. La riduzione dei consumi e' un effetto collaterale. Certo non e' fatto per agevolare la guida degli altri che vanno in "manuale". Ma forse l'obiettivo... Leggi tutto
4-6-2012 16:21

Era solo una critica al metodo di guida automatica che è stato scelto, la simulazione delle operazioni di guida copiandole a vista da un mezzo (in tutte le prove di cui ho avuto notizia dal 2009, un mezzo pesante) che sta di fronte. La Googlecar è sicuramente più dispendiosa, più sofisticata, e probabilmente anche più soggetta a... Leggi tutto
4-6-2012 11:51

Di tutti i commenti intelligenti che potevi fare, questo è il meno... appropriato.
4-6-2012 10:11

Uhm... Non mi vorrei mai trovare davanti un convoglio di mezzi formati da un tir e 3 auto che stanno alla distanza di 10 mt l'uno dall'altro e che viaggiano ad una velocità più bassa di quella consentita. Avete mai provato a dover viaggiare per 200Km su strade extraurbane con un camion davanti e non vedere nessuno che lo sorpassa? E con... Leggi tutto
4-6-2012 09:03

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Science ha pubblicato una classifica di 10 grandi scoperte avvenute nel 2011. Quale ritieni che sia la più significativa?
Nuovi metodi per la lotta all'AIDS. I trattamenti somministrati alle persone infette da HIV riducono il tasso di trasmissione: si potranno elaborare nuove strategie.
L'origine delle meteoriti. La missione giapponese Hayabusa ha scoperto che le meteoriti che più comunemente cadono sulla Terra provengono da un unico gruppo di asteroidi.
Luce sull'origine dell'uomo. Molte persone hanno ancora tracce di DNA arcaico, frutto di incroci avvenuti nella preistoria.
I meccanismi della fotosintesi. Scienziati giapponesi hanno scoperto la proteina usata dalle piante per separare acqua e ossigeno. Potrebbe aprire la strada per produrre energia pulita.
Gas primordiale. Sono state scoperte delle nubi di gas primordiale, rimaste nelle condizioni in cui si trovavano poco dopo il Big Bang.
Microbioma. I microbi che abitano nel nostro corpo non sono casuali ma appartengono a tre enterotipi, uno dei quali dominante. Conoscerli può aiutare a elaborare strategie personalizzate contro le malattie.
Vaccino contro la malaria. La sperimentazione ha fornito i primi risultati promettenti dopo anni infruttuosi.
Esopianeti. Le scoperte di Kepler hanno scovato dei "fratelli" della Terra che li costringeranno a rivedere le teorie sulla formazione dei pianeti.
Zeoliti sempre più efficienti ed economiche. Le zeoliti sintetiche sono minerali usati come "setacci molecolari" per ottenere la benzina dal petrolio, per purificare l'acqua o l'aria.
Prevenire l'invecchiamento. Eliminare le celle più vecchie, non più in grado di dividersi, si è rivelato un buon metodo per mantenerci sani più a lungo.

Mostra i risultati (4732 voti)
Febbraio 2017
Se la spia del computer fa la spia
Il malware che ti spia dal microfono del PC
WhatsApp attiva l'antifurto: verifica in due passaggi
Il sito per stalkerare chiunque su Facebook
Monaco molla Linux e torna a Windows
Cerber, il ransomware che prende di mira gli utenti italiani
Mozilla uccide Firefox OS e licenzia
Il trojan che imperversa sui sistemi Linux
Gennaio 2017
La rivincita delle musicassette
I 10 siti di torrent più popolari
Microsoft termina il supporto al Windows 10 originale
La backdoor in WhatsApp che permette di intercettare i messaggi
Quei titoloni su Draghi, Renzi e Monti ''hackerati'' sono una bufala
Galaxy S8, lo smartphone che è anche un PC
Sì, le smart TV sono infettabili
Tutti gli Arretrati


web metrics